Addio Tom Sizemore, il sergente di ‘Salvate il soldato Ryan’

L’attore è morto in seguito a un aneurisma cerebrale: aveva 61 anni. Tra i suoi ruoli più popolari anche Natural Born Killer e Heat - la sfida ​


L’attore Tom Sizemore è morto a 61 anni in seguito a un aneurisma cerebrale che l’aveva colpito il 18 febbraio scorso. Lo riferisce il suo manager Charles Lego, secondo cui l’attore si è spento “serenamente nel sonno al Providence Saint Joseph Medical Center di Burbank” dove era ricoverato, “con accanto il fratello Paul e i gemelli Jayden e Jagger”, figli dell’attore.

Sizemore è stato un prolifico caratterista, interpretando il “duro”  in numerose pellicole, soprattutto negli anni ’90 e 2000. Il suo ruolo più iconico è senz’altro arrivato nel 1998, quando interpreto il sergente Mike Horvath per Steven Spielberg nel film Salvate il soldato Ryan con Tom Hanks e Matt Damon. In carriera ha recitato anche in film di successo come Natural Born Killer, Heat – la sfida, Pearl Harbor e Black Hawk Down. La sua vita privata è stata condizionata da problemi di dipendenza da droghe. Fu condannato in due occasioni per abusi domestici contro le proprie partner e nel 2007 per possesso di anfetamine. 

04 Marzo 2023

farewell

farewell

Borgonzoni: “Addio a Donald Sutherland, interprete indimenticabile”

"I lavori al fianco di registi italiani come Federico Fellini o Bernardo Bertolucci saranno per sempre impressi nella nostra memoria" ha dichiarato il Sottosegretario alla Cultura

farewell

Addio a Donald Sutherland, da ‘Casanova’ di Fellini a ‘Novecento’ di Bertolucci

Il leggendario attore Oscar onorario che ha recitato in decine e decine di film, da Quella sporca dozzina a Mash, fino alla saga Hunger Games, è morto a Miami all’età di 88 anni

farewell

Chiara Sbarigia: “Anouk Aimée, memorabile il suo rapporto con l’Italia”

La presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia sulla scomparsa dell'attrice Anouk Aimée. "Memorabile il suo rapporto con il nostro Paese e con Cinecittà, dove ha avuto più volte la possibilità di recitare e ha lasciato un'impronta indimenticabile"

farewell

Borgonzoni: “Anouk Aimée un faro di ispirazione per le generazioni future”

"Un esempio di come sia possibile coniugare grazia e profondità nell'arte dell'interpretazione cinematografica" ha dichiarato il Sottosegretario alla Cultura


Ultimi aggiornamenti