Addio Harry Belafonte: icona musicale, attore e attivista

Mito della musica e di Hollywood, è stato per anni l’uomo di colore più pagato del mondo dello spettacolo, nonché il primo a vincere un Emmy


È morto a 96 anni nella sua casa dell’Upper West Side di Manhattan Harry Belafonte, vero e proprio mito della musica e punto di riferimento dei diritti civili per la comunità afro-americana in USA e nel mondo.

Nato a Harlem da genitori originari di Martinica e di Giamaica, amico da giovane di Martin Luther king e da vecchio grande oppositore di Donald Trump, Belafonte portò alla ribalta la musica caribica negli anni ‘50 con canzoni come Day-O (The Banana Boat Song) e Jamaica Farewell, tanto da meritarsi l’appellativo di “Re del calypso”. È stato per anni l’uomo di colore più pagato del mondo dello spettacolo, non solo nella musica, ma anche a Hollywood, dove è stato il primo nero a vincere un Emmy.

Come attore è stato attivo anche in tarda età, interpretando se stesso nel 1992 in The Player di Robert Altman e poi, sempre con Altman, girando Kansas City del 1996 per cui aveva vinto un premio della critica newyorchese. Il suo ultimo ruolo nel 2018 è stato in BlacKkKlansman di Spike Lee. Nel 2015 è stato insignito del Premio Oscar umanitario Jean Hersholt, celebrando un impegno verso i diritti civili che ha sempre caratterizzato la carriera e la vita di Belafonte.

Era lui a pagare quando il suo amico Martin Luther King veniva arrestato, e lottava insieme a lui nella Freedom Summer e nella marcia del 1963 su Washington. Fu protagonista nel boicottaggio dell’apartheid in Sud Africa negli anni Ottanta e nel concerto We Are the World con Stevie Wonder, Michael Jackson, Bob Dylan e Cyndi Lauper. Nel 1987 aveva raccolto da Kanny Kaye il ruolo di ambasciatore di buona volontà dell’Unicef.

26 Aprile 2023

farewell

farewell

Addio ad Alan Scarfe, il cattivo di ‘Double Impact’ e ‘Arma letale III’

L'attore canadese aveva 77 anni. È stato anche il protagonista della serie tv Seven Days.

farewell

Addio a Philippe Leroy, volto di Yanez in ‘Sandokan’ e di Leonardo Da Vinci

L'attore francese, italiano di adozione, è apparso in oltre 200 tra film e sceneggiati tv. Aveva 93 anni

farewell

Addio a Thomas Heise, nei suoi documentari le contraddizioni della Germania

Figlio del filosofo Wolfgang Heise, il regista è morto precocemente a 68 anni, dopo una breve e grave malattia. Ha documentato il passaggio dalla DDR alla riunificazione, catturando l'attenzione della critica nazionale e internazionale

farewell

I funerali di Gaetano Di Vaio, Martone “Mi inchino all’artista”

La Napoli del cinema si è stretta nell'ultimo saluto al produttore, attore e regista, scomparso a 56 anni dopo un tragico incidente in scooter


Ultimi aggiornamenti