Addio alla giornalista e scrittrice Maria Venturi, sceneggiatrice di ‘Incantesimo’

Firma di seguitissime serie Rai, ha diretto i settimanali ‘Novella 2000’ (1979-81) e ‘Anna’ (1981-86)


La giornalista e scrittrice Maria Venturi, autrice di romanzi sentimentali e sceneggiatrice di serie televisive di successo (spesso tratte dai suoi libri) come Incantesimo (1998-2008) e Butta la luna (2006-09), è morta ieri a Brescia all’età di 90 anni.

Nata a Firenze nel 1933, dopo la maturità classica si iscrive alla Facoltà di Lettere antiche all’Università Statale di Milano, dove Mario Fubini, docente di letteratura italiana, la incoraggia a scrivere. Da allora intraprende una brillante carriera giornalistica che la porta a dirigere i settimanali ‘Novella 2000’ (1979-81) e ‘Anna’ (1981-86), dove cura seguitissime rubriche di ‘posta del cuore’. Nel 2011 le viene affidata la rubrica “Lezioni d’amore”, un filo diretto con le lettrici di ‘Oggi’.

Dal primo romanzo, Storia d’amore (1984), del quale il regista Duccio Tessari acquista i diritti per farne una miniserie televisiva interpretata da Margherita Buy (1987), fino a Cuore matto. I mantra per una relazione felice (2019), Maria Venturi pubblica numerosissimi libri con Rizzoli.

Ma se è il primo ad aprirle le porte della fiction, altri tre romanzi diventeranno serie di successo: La storia spezzata (1992), La moglie nella cornice (1992), Il cielo non cade mai (1993).

Nel 1998 Venturi crea il soggetto di Incantesimo, che curerà con gli sceneggiatori Gianfranco Clerici e Daniele Stroppa per dieci stagioni su Rai Due e Rai Uno, e dal quale verrà tratto l’omonimo romanzo: trasmessa in prima visione tra il 1998 e il 2008, la serie è imperniata sulle vicende della Clinica Life di Roma e sulle storie sentimentali dei medici, infermieri ed avvocati che in essa lavorano: il precursore di quello che diventerà un vero e proprio genere televisivo.

Orgoglio (2004) è un’altra lunga serialità di grande successo, prodotta per la Titanus di Goffredo Lombardo: la prima parte supera i 13 milioni di telespettatori. Butta la luna (2006) e Paura di amare (2010) sono le sue ultime fiction.

 

redazione
21 Febbraio 2024

farewell

farewell

È morto Adriano Aprà, critico cinematografico, attore e regista

Ex direttore dei festival di Salsomaggiore e Pesaro, nonché della Cineteca Nazionale, Aprà aveva 83 anni

farewell

È morto Richard Horowitz, compositore de ‘Il tè nel deserto’

Per la colonna sonora del film di Bertolucci, realizzata insieme a Ryuichi Sakamoto, il musicista vinse un Golden Globe

farewell

Addio alla regista Eleanor Coppola, moglie di Francis

La regista e sceneggiatrice aveva 87 anni. La figlia Sofia Coppola le ha dedicato il suo ultimo film, Priscilla

farewell

È morto O.J. Simpson, il divo più controverso di sempre

La star della NFL ed attore 76enne, protagonista di uno dei più celebri processi della storia statunitense, combatteva da anni una battaglia contro il cancro


Ultimi aggiornamenti