‘ABBA: The Movie’: un carisma sempreverde e il dress code richiesto agli spettatori in sala

18-19-20 settembre al cinema con Nexo Digital: il film unisce il cult del 1977 di Lasse Hallström in versione restaurata e lo speciale dello spettacolo londinese Abba Voyage


Un film attraverso i film, gli ABBA attraverso gli ABBA: ABBA: The Movie – Fan Event è un’operazione filmica che dell’esperimento ha il coraggio e il fascino, infatti non è un più classico documentario che racconta una biografia musicale ma un pastiche visivo e narrativo che riesce a rendere armoniose due storie audiovisive già capitali per la storia della band, ovvero il film cult del 1977 del premio Oscar Lasse Hallström in versione restaurata e lo speciale dello spettacolo londinese Abba Voyage (visto da oltre 1 milione di fan in tutto il mondo). Inoltre, anche molti contenuti extra, tra cui una breve anteprima video di ABBA The Museum a Stoccolma e video sottotitolati delle canzoni più famose; ancora, rari filmati del tour del ’77.

“Un party” è stato definito questo film – al cinema 18-19-20 settembre con Nexo Digital – e in effetti si tratta di una festa perché indubbiamente è una celebrazione ma della festa possiede proprio lo spirito, non tanto nell’essenza fine a se stessa dell’omaggio, quando nell’atmosfera complessiva che la fusione delle due opere suddette permette di creare, restituendo allo spettatore la sensazione di essere davvero immerso nell’universo-ABBA, infatti quella di ABBA: The Movie – Fan Event  viene definita come “esperienza immersiva ‘sing-along’ pensata per i cinema”, un viaggio a ritroso negli Anni ’70 della Disco Dance imperatrice delle classifiche e con gli ABBA sovrani della stessa.

Non si tratta, però, solo di un’opera di montaggio ma c’è una storia portante, quella di un DJ radiofonico che insegue la band per l’Australia con alla ricerca di un’intervista, con la guardia del corpo dei quattro svedesi impegnata a  impedirlo, e sulla band – lì all’apice della popolarità – si concentra anche uno sguardo riflessivo e di charme.

Agnetha Fältskog, Björn Ulvaeus, Benny Andersson e Anni-Frid “Frida” Lyngstad con questo film confermano che l’energia travolgente e il carisma personale e della loro arte musicale non siano mai sbiaditi, conservando un tono sempreverde, sia per i fan che per un ascoltatore popolare non necessariamente ammiratore specifico.

L’evento cinematografico, proprio al fine di amplificare l’immersione e di contribuire alla creazione dell’atmosfera, si correda di altri due aspetti “extra schermo”: invita il pubblico a recarsi nelle sale con dress code a tema ABBA e annuncia di includere anche un momento di canto dopo la visione con i video ufficiali di Chiquitita, Waterloo e Voulez-Vous.

Mia Segolsson, direttore generale di Polar Music International, dichiara: “sono entusiasta di poter finalmente riproporre l’iconico ABBA: The Movie in tutto il mondo, a quasi 50 anni dal suo debutto. Quale posto migliore per rivivere gli ABBA nel loro periodo di massimo splendore se non sul grande schermo insieme ai fan vecchi e nuovi? ABBA: The Movie è una testimonianza della magia che faceva e fa parte ancora oggi degli ABBA”.

ABBA: The Movie – Fan Event è distribuito nei cinema italiani in esclusiva da Nexo Digital in collaborazione con i media partner Radio Capital, Radio Deejay, MYMovies.it e in collaborazione con Universal Music Italia.

di Nicole Bianchi

18 Settembre 2023

Distribuzione

Distribuzione

‘Eden’, il film del premio Oscar Ron Howard in anteprima a Venezia 81

Il film con Jude Law, Ana de Armas e Sydney Sweeney, è stato venduto ad Amazon Prime Video in gran parte del mondo e ad IFF per la distribuzione italiana, mentre in Usa ancora non c’è un distributore ufficiale

Distribuzione

‘Duse’ di Pietro Marcello pronto per la Mostra di Venezia

A Cannes The Match Factory sta gestendo le vendite internazionali del biopic con Valeria Bruni Tedeschi

Distribuzione

Eagle Pictures distribuirà ‘Megalopolis’ in Italia

Il film di Francis Ford Coppola con Adam Driver sarà proiettato in anteprima al Festival Cannes il 16 maggio

Distribuzione

‘Samad’, tra musulmanesimo e cristianesimo, la libertà è essere “solo” un giardiniere

Il film di Marco Santelli, con Mehdi Meskar e Roberto Citran, ispirati ai veri Samad e Padre Agostino: il protagonista è uscito dal carcere, desidera vivere in onestà, ma il passato e l’appartenenza religiosa lo mettono in mezzo a una rissa carceraria, tra risentimento e libertà di coscienza. L'uscita in sala dal 13 maggio


Ultimi aggiornamenti