26 giugno 2024, la rassegna stampa

Tantissimo cinema internazionale nella rassegna di oggi con le interviste a Kevin Costner, Lily Gladstone, Elle Fanning e Costantin Costa-Gravas

26 giugno 2024, la rassegna stampa

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.   

Kevin Costner: “Il West non è Disneyland”

Dopo l’anteprima a Cannes, Horizon – Parte 1, il nuovo film diretto e interpretato da Kevin Costner, arriva nelle sale italiane dal 4 luglio. “Il West non è Disneyland. – dichiara l’attore e regista premio Oscar nell’intervista di Fulvia Caprara de “La Stampa” – Il mio film mette in scena uno scontro, un conflitto insanabile. In quell’epoca la violenza era uno strumento di sopravvivenza, non c’erano leggi che potessero proteggere nessuno, l’unica arma su cui poter contare era l’istinto.

Costa-Gravas al Cinema Ritrovato: “Napoleon di Gance è un film colossale”

Sempre su “La Stampa” troviamo l’articolo a firma Stefano Della Casa che ripercorre l’incontro pubblico con il regista Constantin Costa-Gavras, ospite d’onore a Bologna per Il Cinema Ritrovato. Presidente della Cinémathèque Française, Costa-Gravas è stato tra gli artefici di un importante restauro: “A Cannes abbiamo annunciato che a luglio, in molte sale francesi, sarà visibile uno dei film più importanti della storia del cinema, il Napoleon di Abel Gance. Un film colossale, sette ore di spettacolo, uno schermo che si moltiplica, sensazioni uniche. Tutti dicevano che sette ore sarebbero state una durata proibitiva. Noi abbiamo accettato questa sfida, e vedremo chi ha avuto ragione”.

Lily Gladstone: “Recito per sostenere le comunità native”

Su “Donna ModernaRoberto Croci intervista Lily Gladstone, candidata all’Oscar per il suo ruolo in Killers of the Flower Moon: “Volevo prendermi una pausa, ma non potevo dire di no a due progetti che trattano problemi importanti per la mia comunità”, confida facendo riferimento alla miniserie Under the Bridge e al film Fancy Dance. Per l’attrice la recitazione “è un modo per informare, sostenere e diffondere il messaggio. Significa fare luce sui problemi delle comunità native, che sono costantemente oppresse dalle discriminazioni razziali e di genere causate dalle colonizzazioni”.

Elle Fanning “Fortunata a crescere circondata da donne”

Impegnata sui set della serie Margo’s got money troubles al fianco di Nicole Kidman, e del film A Complete Unknown, dove Timothée Chalamet interpreta Bob Dylan, Elle Fanning è stata recentemente giurata a Cannes del premio Lights on Women’s Worth. “È essenziale creare opportunità per le donne in un’industria in cui la presenza femminile è ancora minoritaria, – dichiara nell’intervista di Enrica Brocardo su “F” – in particolare nel campo della regia. Io mi considero fortunata perché sono cresciuta circondata da donne che mi hanno aiutata a trovare la mia strada fin da quando ero piccola”.

Gli anni d’oro di Mauro Di Francesco

Per la rubrica “Che fine ha fatto?” del “Corriere della Sera“, troviamo l’intervista di Giovanna Cavalli a Mauro Di Francesco. Il cabarettista e attore attivissimo negli anni ’80 e ’90 dispensa aneddoti senza soluzione di continuità, come quella volta che rinunciò a recitare in Sapore di Mare: “Con Carlo Vanzina avevo già girato I fichissimi. – racconta – Diventammo amici. Credo volesse darmi la parte di Jerry Calà. Ma Diego Abatantuono mi voleva per forza con lui in Attila il flagello di dio. A quei tempi eravamo molto uniti, come culo e mutanda. Ho scelto lui e Carlo ci è rimasto malissimo”.

autore
26 Giugno 2024

Rassegna stampa

Rassegna stampa

16 luglio 2024, la rassegna stampa  

Anthony Hopkins sugli artigiani italiani, Valeria Golino e le critiche negative, Abel Ferrara a lavoro su un nuovo film con Willem Dafoe e Asia Argento, Federico Zampaglione contro la censura del suo horror e il nuovo film di Martin Scorsese su Gesù

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

15 luglio 2024, la rassegna stampa  

Amos Gitai e la guerra che sopprime i diritti. Generazione Beverly Hills, ’è spenta Shannen Doherty. Bella Thorne dirige la violenza che ha vissuto. Jasmine Trinca è Maria Montessori. Vinicio Marchioni e gli uomini perbene

Rassegna stampa

12 luglio 2024, la rassegna stampa

Benigni: la mia mamma, la mia personale Madonna universale! Shelley Duvall, addio all’urlo di Shining. Pilar Fogliati: “in me convivono Apollo e Dioniso”. Mastroianni, il racconto di un secolo. Saint Laurent a Locarno. Vivendi guarda a Londra per quotare Canal+

Rassegna stampa

11 luglio 2024, la rassegna stampa 

Tornatore giurato a Venezia. Boldi: “Cipollino non ha eredi”. Monica Guerritore debutta alla regia con Anna Magnani. Barbara Ronchi e la capacità di ascolto. Le passeggiate romane di Dante Ferretti. Buon compleanno Lino Banfi. Scarlett Johansson in missione spaziale.


Ultimi aggiornamenti