23 novembre 2023, la rassegna stampa

In rassegna troviamo l'apertura del Torino Film Festival, ormai alle porte, e i tanti film italiani al debutto nelle sale: 'La Chimera', 'Cento Domeniche' e 'Mary e lo spirito di mezzanotte'


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

Torino scalda i motori

Il Torino Film Festival si prepara ad aprire le porte con l’inaugurazione di domani, venerdì 24 novembre. Per l’occasione “La Stampa” prepara uno speciale dal titolo “Torino città del cinema”, dove troviamo l’anteprima di uno dei film più attesi, Nuclear Now di Oliver Stone, l’intervista al presidente del Museo del Cinema Enzo Ghigo e un pezzo a firma del direttore artistico Stefano Della Casa intitolato “Il mio ultimo Film Festival tra i Sentieri selvaggi del western”.

Alice Rohrwacher, ‘La Chimera’ in sala tra visibile e invisibile

La Chimera di Alice Rohrwacher arriva oggi nelle sale: “È un film che racconta cosa dovrebbe essere sacro ancora oggi. Per me la natura e il cinema”. Racconta la regista a Giulia Bianconi per “Il Tempo”. “Sono felice. È un film che parla di visibile e invisibile, che mi auguro vedano molti giovani”: continua Rohrwacher.

Antonio Albanese e le sue ‘Cento Domeniche’

“Una sera stavo facendo zapping. Mi sono imbattuto in un gruppo di persone che erano state vittime delle banche. Niente di nuovo, purtroppo, ma uno di loro mi somigliava. Aveva la mia età, aveva fatto l’operaio, come me: potevo essere io.” Antonio Albanese racconta così la genesi del suo Cento Domeniche, da oggi in sala, in cui interpreta un uomo che scopre di avere perso tutti i propri risparmi. Lo intervista su “Famiglia CristianaGian Luca Pisacane.

I cartoni di Enzo D’Alò

Terzo film italiano al debutto oggi è Mary e lo spirito di mezzanotte, “un film che sembra fatto apposta per il momento che stiamo attraversando, sottolinea il valore culturale delle donne, che sono sempre testimoni dell’epoca in cui vivono”. La dichiarazione del regista Enzo D’Alò è tratta dall’articolo di Fulvia Caprara su “La Stampa”, che parte dal film animato italiano per parlarci dello stato dell’arte e dell’importanza dell’animazione nel cinema contemporaneo.

Claudio Santamaria, un amore da copertina

In vista della Giornata Internazionale della violenza contro le donnne, “Donna Moderna” dedica la copertina all’attore Claudio Santamaria e sua moglie, la giornalista e scrittrice Francesca Barra. Alla coppia – che “sventola il suo amore come una bandiera” – è data la responsabilità di veicolare il messaggio di questa edizione della rivista: “Chi ti ama non ti fa del male”.

Paola Cortellesi incontra le scuole

Nel giorno in cui il suo C’è ancora domani supera i 20 milioni d’incasso, Paola Cortellesi torna protagonista su “La Repubblica”. Arianna Finos ha infatti seguito e documentato l’incontro al Cinema Moderno di Roma con un pubblico di studenti che ha visto il film in contemporanea ad altre 200 sale in tutta Italia, per un totale di 5.600 spettatori. Un’occasione per parlare di lotta alla cultura patriarcale (“che è ancora tra di noi”) e del ruolo nelle scuole: secondo Cortellesi c’è bisogno dell’apporto di “figure esperte”, in quanto “non basta la buona volontà dei professori”.

23 Novembre 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

28 maggio 2024, la rassegna stampa

L'erede di Paolo Villaggio, Alessandro Gassman e il suo rapporto con la fede in Il vangelo secondo Maria e Ivan Cotroneo e Vittoria Schisano sul palco dei Diversity media award

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

27 maggio 2024, la rassegna stampa

L’onda lunga di Cannes invade ancora i giornali di oggi con le interviste a Sean Baker, Karla Sofía Gascón, e Demi Moore

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

Lunedì 13 maggio, la rassegna stampa

Annunciata la madrina di Venezia 81, intervista a Virginie Efira e Barbara Ronchi, addio al re dei b-movie e Baby Reindeer su Netflix

Rassegna stampa

10 maggio 2024, la rassegna stampa

La mostra che ricorda del primo film d'animazione italiano a Rimini, Maria Grazia Cucinotta su Massimo Troisi durante le riprese de Il postino, George Miller racconta della sua Furiosa: A Mad Max Saga


Ultimi aggiornamenti