23 agosto 2023, la rassegna stampa

La rassegna stampa di oggi è dedicata alle tante uscite cinematografiche del weekend: da Oppenheimer a Passages, passando da La Bella Estate e La lunga corsa


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

SIGOURNEY WEAVER NON SMETTE DI COMBATTERE

“Dopo gli alieni combatto gli abusi” è il titolo dell’intervista a Sigourney Weaver a firma di Valeria Vignale che troviamo su “Panorama”. Il riferimento è chiaramente alla serie Ascolta i fiori dimenticati appena uscita su Prime Video, incentrata sulle violenze domestiche subite da una bambina. La serie è “una sorta di manifesto, oltre che una vicenda piena di suspence. – racconta l’attrice –  Negli Stati Uniti sono oltre 10 milioni le vittime di abusi e violenze da parte di familiari o partner, 600 mila le donne che sono state stuprate. La presenza di armi nelle case rende alcune situazioni letali, difatti ogni giorno ci sono almeno tre femminicidi. Spero che questa serie possa spingere le vittime a rompere il silenzio su mariti, padri o fratelli che rovinano loro l’esistenza”.

IL GIORNO DI OPPENHEIMER

Dopo mesi di attesa, oggi è il giorno di Oppenheimer, che esce nelle sale italiane oltre un mese dopo il clamore ottenuto in USA. Ne scrivono Valerio Caprara su “Il Mattino”, definendolo “la somma delle ossessioni di Nolan”, e Alessandra Levantesi Kezich che, in una recensione su “La Stampa”, gli assegna cinque stelle su cinque attribuendo il successo del film al regista e al suo “Faust di contraddittoria umanità”.

UNA MOSTRA PER I MANIFESTI DA SALVARE

Dal 31 agosto al 9 settembre al Lido di Venezia, durante le Giornate degli Autori, si terrà la mostra Manifesti da salvare, con l’esposizione di 20 locandine storiche di film italiani entrate di diritto nella storia del cinema e dell’arte. Ne scrive Pedro Armocida su “Il Giornale”, intervistando il curatore Luca Siano.

PASSAGES NELLE SALE

Su “Il Manifesto” Giuseppe Gariazzo recensisce il film di Ira Sachs Passages, in uscita nelle sale italiane, definendolo la sintesi perfetta di “un film che esplora le complesse relazioni sentimentali e gli sconfinamenti, gli slittamenti fisici e psicologici dei personaggi”.

CANNIBAL HOLOCAUST, RITORNI TENEBROSI

Sempre su “Il Manifesto” troviamo un approfondimento di Giona A. Nazzaro sul ritorno in sala di Cannibal Holocaust, il “cuore di tenebra del cinema italiano” diretto nel 1980 da Ruggero Deodato, capace di realizzare “una specie di mostro – in senso etimologico – su ciò che sono i limiti del vedere e del filmare”.

LA LUNGA CORSA DI ANDREA MAGNANI

Tra i tantissimi film in uscita questo weekend c’è La lunga corsa di Andrea Magnani, intervistato su “La Repubblica – Bologna” da Paola Naldi. “Sono partito da quanto letto sui giornali sui bambini che abitano in carcere con le madri. – dichiara il regista – Mi sembrava una cosa strana, ma poi ho pensato che si poteva collegare a qualcosa che riguarda me e tutti, quelle gabbie che noi stessi ci costruiamo e che ci impediscono di affrontare la vita vera”.

FRANCESCO CERASI E LA MUSICA ISPIRATA A PAVESE

Restiamo su “La Repubblica”, ma spostiamoci sull’inserto di Bari, per parlare di un’altra uscita: La Bella Estate, film di Laura Luchetti tratto dall’omonimo libro di Cesare Pavese. Per l’occasione Antonella W. Gaeta intervista il compositore delle musiche del film Francesco Cerasi: “l’indecisione della protagonista tra amare una donna o un uomo, nel suo cammino verso la maturità, è un tema importante. – spiega il musicista – Pavese già all’epoca, lo tratta con estrema naturalezza e senza alcun giudizio; lo vede solo come un bivio possibile e qui sta tutta la sua modernità”.

di Carlo D’Acquisto

Carlo D'Acquisto
23 Agosto 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

Venerdì 12 aprile, la rassegna stampa

Il programma di Cannes e l'attesa per Sorrentino, Oppenheimer in Giappone, l'Italia di Ripley e il giovane Berlusconi su Netflix

Rassegna stampa

11 aprile 2024, la rassegna stampa

Il premio alla carriera a Milena Vukotic, Civil War e il presente degli Stati Uniti, i “non divi” italiani in guerra contro Netflix. Poi le interviste a Catherine Deneuve, Margherita Vicario e Giulio Base

Rassegna stampa

10 aprile 2024, la rassegna stampa

La battaglia degli attori contro Netflix, le interviste a George Miller, Luca Zingaretti, Pilar Fogliati, Massimo Ghini e alle interpreti di Gloria!

Rassegna stampa

Martedì 9 aprile, la rassegna stampa

Catherine Deneuve a Roma, il biopic su Ennio Doris, Guadagnino racconta il tennis e le tante protagoniste del momento


Ultimi aggiornamenti