15 aprile 2024, la rassegna stampa

Le interviste a Kirsten Dunst e Massimo Ghini, la moda hollywoodiana dei biopic del rock, Virzì e il concorso di cortometraggi per ragazzi, i trent’anni di 'Hollywood Party', gli esiti dello scontro sulla governance Disney e le sue possibili conseguenze internazionali.

good-morning-lunedi

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo

 

KIRSTEN DUNST: CIVIL WAR È  UN FILM CONTRO LA GUERRA IN GENERALE”

“Quando ho letto la sceneggiatura e poi ho visto il film, ho pensato che sì, raccontiamo unposto terrificante. Ma è qualcosa che succede in tutto il mondo”. Così la protagonista del film di Alex Garland in uscita il 18 aprile ne racconta il senso ad Arianna Finos su ‘la Repubblica’. “Viviamo in un’epoca in cui non sappiamo realmente la verità. È scoraggiante il modo in cui le notizie sono sensazionalizzate, tutto è sempre più polarizzato e le persone si ritrovano ad aver paura anche di parlare”

I BIOPIC DEL ROCK, TUTTI I RISCHI DELLA ‘MODA’ HOLLYWOODIANA  

“Se vuoi davvero raccontare le leggende del rock&pop con una sceneggiatura hollywoodiana, un conto spese che schizza alle stelle tra diritti, cataloghi, pretese degli eredi, sai bene quali rischi correrai: i fan potranno adorare il tuo “biopic” o farlo a pezzi”. In un interessante articolo su ‘il Fatto Quotidiano’ Stefano Mannucci passa in rassegna i tanti film tratti dalla vita delle star, a partire da Back to Black dedicato a Amy Winehouse in uscita giovedì prossimo, ma anche A complete Unknown su Bob Dylan con Timothée Chalamet, in produzione, e tutti i precedenti successi e flop dello stesso genere.

MASSIMO GHINI: CON ENNIO DORIS PER UNA VOLTA RACCONTIAMO UNA PERSONA PERBENE

“È la storia di un contadino veneto che studia di notte e si conquista il diploma da ragioniere. E poi, nel 2008, tira fuori di tasca sua 120 milioni di euro e salva la vita a undicimila persone”, racconta a Giovanni Bogani sul Quotidiano Nazionale il protagonista di Ennio Doris – C’è anche domani, il film di Giacomo Campiotti che ripercorre la vita del banchiere fondatore di Mediolanum insieme a Berlusconi, che in autunno sarà trasmesso su Canale 5. “Dopo aver raccontato per anni le vele di Scampia, i delinquenti, le lotte per il controllo del traffico di droga. Per una volta raccontiamo una storia buona”.

VIRZÌ: “UN CONCORSO PER SOLLECITARE I GIOVANI A RACCONTARSI”

“Trovo commoventi queste anime giovani che si interrogano sul presente e sul futuro, con una sincerità disarmante”. Così il regista in un’intervista a Stefania Ulivi sul Corriere della Sera, nel ruolo di presidente della giura del 1° concorso “24 frame al secondo” intitolato a Francesco Valdiserri, figlio dei giornalisti Paola Di Caro e Luca Valdiserri, travolto e ucciso mentre era sul marciapiede in via Cristoforo Colombo la notte del 20 ottobre del 2022. L’indicazione: non oltre i 10’, tema libero ma focalizzato sulla propria generazione.

HOLLYWOOD PARTY, TRENT’ANNI DI AMORE PER IL CINEMA ALLA RADIO. E NON SENTIRLI.

“Il tratto che rende unico il nostro gruppo consiste nell’evidente e tangibile passione che si coniuga con la competenza”. Su ‘la Stampa’ Steve della Casa parla dei trent’anni della celebre trasmissione radiofonica di cui è tra gli ideatori e conduttori fin dagli esordi, che si festeggeranno in una puntata speciale di due ore su Radio 3 e su Raiplay giovedì 18 aprile dalle 19 alle 21. “Non si sentono mai i discorsi in ‘difficilese’ (il termine coniato dall’indimenticabile Claudio G.Fava) per raccontare un film. Si parla terra terra”, continua Della Casa. “E nelle interviste le domande sono più corte delle risposte e l’intervistatore non cerca di mettersi alo stesso livello dell’intervistato”.

DISNEY, LA VITTORIA DELL’AZIENDA CONTRO I PROXY ADVISOR E I SUOI POSSIBILI EFFETTI INTERNAZIONALI

“Anche noi non potremo non tenere conto di quel che è accaduto in America e di quanto sia importante, nel momento in cui il governo professa di voler attirare capitali stranieri essenziali per la nostra crescita, modificare almeno alcune parti di quella legge prima che diventi effettiva nel 2025”. Mario Platero su Affari e Finanza commenta così la vittoria del management Disney guidato da Iger nel recente scontro per il nuovo organo di gestione. Nell’articolo stralci della lettera di James Dimon, capo di JP Morgan Chase, che critica duramente le “idee stravaganti” dei proxy advisor ISS e Glass Lewis.

15 Aprile 2024

Rassegna stampa

Rassegna stampa

Mercoledì 29 maggio, la rassegna stampa

Inaugurata alla Mole Movie Icons, a Matteo Garrone l'Oscar dell'inclusione, Enzo Paci su Villaggio

Rassegna stampa

28 maggio 2024, la rassegna stampa

L'erede di Paolo Villaggio, Alessandro Gassman e il suo rapporto con la fede in Il vangelo secondo Maria e Ivan Cotroneo e Vittoria Schisano sul palco dei Diversity media award

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

27 maggio 2024, la rassegna stampa

L’onda lunga di Cannes invade ancora i giornali di oggi con le interviste a Sean Baker, Karla Sofía Gascón, e Demi Moore

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

Lunedì 13 maggio, la rassegna stampa

Annunciata la madrina di Venezia 81, intervista a Virginie Efira e Barbara Ronchi, addio al re dei b-movie e Baby Reindeer su Netflix


Ultimi aggiornamenti