14 marzo 2024, la rassegna stampa

Su molte testate gli articoli dedicati all’uscita di ‘Race for Glory’ e ‘La terra promessa’, ma anche alla messa in onda della fiction Rai su Alda Merini. Poi Le interviste a Marianna Fontana, Zoljargal Purevdash e Mario Benvenuti. E La protesta al cinema di Paolo Virzì.


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

 

MARIANNA FONTANA: LA SECONDA VITA È IL VIAGGIO DI UN’EROINA

“Mi piacciono le donne combattive”, racconta a Valerio Cappelli sul ‘Corriere della Sera’ l’attrice 27enne, protagonista del film di Vito Palmieri che aprirà il Bif&st di Bari. “Anna ha una ferita dentro di sé, ma ha capito i suoi errori. Mi hanno colpito il suo mondo interiore, i silenzi. È giovane e ha trascorso quasi metà della sua vita in prigione. Poi ha difficoltà ad essere accettata, ha il giudizio degli altri addosso. Non è semplice cambiare identità in quella condizione”.

ZOLJARGAL PUREVDASH: PER IL MIO FILM SONO STATA ISPIRATA DA FELLINI

“Sono stata ispirata da Fellini a tal punto che quando sono venuta in Italia sono andata a pregare sulla sua tomba e gli ho chiesto di aiutarmi”, racconta a Emanuela Genovese su ‘Avvenire’ la giovane regista mongola dell’opera prima Se solo fossi un orso, selezionato allo scorso Festival di Cannes 2023 nella sezione ‘Un Certain Regard’, da oggi al cinema. “Ho sempre amato anche il cinema italiano neorealista, quello dei fratelli Dardenne e di Ken Loach. Racconto la dura vita nella mia Mongolia ispirandomi al vostro cinema

PAOLO BENVENUTI: AMO LA STORIA, CENERENTOLA DELLA NOSTRA ISTRUZIONE

“Mi sento talmente estraneo dal cinema italiano”, afferma il regista pisano in un’intervista a Giuseppe Gariazzo su ‘il manifesto’ alla vigilia del ritorno in sala dei suoi film, a partire dall’ultimo, Puccini e la fanciulla, cui seguiranno gli altri (Il bacio di Giuda, Confortorio, Tiburzi, Costanza da Libbiano, Segreti di stato). “L’unica persona che stimo è Franco Maresco, per la sua grande umanità e poi perché il suo è un cinema di grande coraggio. Considero Totò che visse due volte uno dei capolavori del cinema italiano contemporaneo.

SOFIA D’ELIA: STUDIARE ALDA MERINI PER FOLLE D’AMORE MI HA AIUTATO A CAPIRE IL VALORE DELLE PAROLE

“Alda è partita dal disagio come fonte di ispirazione”, racconta ad Angela Calvini su ‘Avvenire’ la 17enne attrice che interpreta la poetessa dei Navigli da ragazza (il ruolo da adulta è di Laura Morante) nella fiction in onda stasera su Rai 1.“Il suo è un invito a non sottovalutarsi, a non credere che il dolore e il disagio siano solo negativi. Io penso sempre positivo, ma i disagi meritano l’attenzione giusta. Ma la mia generazione sta combattendo da tanti punti di vista, sociale ed ecologico, stiamo crescendo prima del tempo”.

VIRZÌ LASCIA LA SALA E SCRIVE SULLA LOCANDINA “È SCADENTE, FATEVI RIMBORSARE”

“Credo che abbiate diritto al rimborso del biglietto. Sono stupito che a Torino possano proiettare in modo così scadente. Scusate davvero tanto”. Lo ha scritto martedì sera Paolo Virzì sulle locandine fuori dal cinema torinese Ambrosio, alla fine della proiezione di Un altro Ferragosto, presentato in sala dallo stesso regista “infastidito dal volume e dal vetro sporco del proiettore”. È quanto riporta un articolo di Daniele Cavalla su ‘La Stampa’.

Giovanna Pasi
14 Marzo 2024

Rassegna stampa

Rassegna stampa

19 aprile 2024, la rassegna stampa

Ryan Gosling, Olivia Colman e Zoe Saldana, Valerio Lundini e Luca Zingaretti sono le star protagoniste della rassegna di oggi

Rassegna stampa

18 aprile 2024, la rassegna stampa

Nella rassegna di oggi, troviamo approfondimenti suoi film in uscita - Civil War e Back to Black -, ma anche interviste a grandi interpreti come Rupert Everett e Vittoria Puccini

Rassegna stampa

17 aprile 2024, la rassegna stampa

Chiara Sbarigia sui 100 anni dell'Istituto Luce, i cinquant'anni di Chinatown di Roman Polanski, il doc di Costanza Quatriglio in uscita nelle sale e Fallout che sta piacendo anche ai fanatici del videogame

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

15 aprile 2024, la rassegna stampa

Le interviste a Kirsten Dunst e Massimo Ghini, la moda hollywoodiana dei biopic del rock, Virzì e il concorso di cortometraggi per ragazzi, i trent’anni di Hollywood Party, gli esiti dello scontro sulla governance Disney e le sue possibili conseguenze internazionali.


Ultimi aggiornamenti