Warner Bros Discovery in trattativa con Netflix per cedere dei titoli?

Inaspettatamente, 'Deadline' ha riportato che Warner Bros. Discovery sta offrendo alcuni titoli della sua libreria al rivale, a partire dalla serie di successo Insecure


Inaspettatamente, ‘Deadline’ ha riportato che Warner Bros. Discovery sta offrendo alcuni titoli della sua libreria HBO a Netflix, suo rivale. Un tale accordo segnerebbe la prima volta in quasi un decennio che le serie HBO sarebbero disponibili su un servizio di streaming concorrente negli Stati Uniti.

Il primo titolo che farà parte di questo accordo è la comedy series di Issa Rae, Insecure, che è stata trasmessa per cinque stagioni su HBO e si è conclusa nel dicembre 2021. Pare però che si stiano discutendo altri titoli.

D’altra parte, c’è la speranza che mettere le serie HBO su Netflix dia loro una maggiore visibilità, raggiungendo un nuovo pubblico globale.

Secondo le fonti, si tratta di una mossa finanziaria e i veterani di HBO avrebbero opposto resistenza al piano, ma alla fine hanno prevalso le considerazioni finanziarie aziendali.

Le persone interne all’azienda sottolineano che l’accordo non è ancora definitivo e potrebbe ancora saltare, ma comunque rappresenta un importante cambio di strategia nel panorama della pay TV di fascia alta.

Si ritiene che le serie saranno distribuite su base non esclusiva, il che consentirebbe comunque la loro disponibilità in streaming su Max.

Il CEO di Warner Bros. Discovery, David Zaslav, ha segnalato all’inizio del suo mandato che è disposto a rinunciare all’esclusività e a concedere in licenza i contenuti per aumentare i profitti. All’inizio di quest’anno, Warner Bros. Discovery ha iniziato a distribuire titoli come Westworld su piattaforme di streaming gratuite come Roku e Tubi.

In precedenza, Insecure è stata trasmessa su OWN, la rete via cavo di proprietà di Warner Bros. Discovery, una mossa insolita per una serie HBO che approda su un canale via cavo tradizionale.

Nel 2014, HBO ha stipulato un accordo con Amazon Prime Video per concedere in licenza serie come The Sopranos, Deadwood, Six Feet Under e The Wire. Tuttavia, questo accordo è stato concluso prima che Amazon diventasse un concorrente per i contenuti originali di fascia alta.Tuttavia, questa ultima mossa sarebbe una novità nell’era dello streaming, soprattutto alla luce dell’aumento dell’integrazione verticale di tutti i principali studi di Hollywood.Questa decisione giunge mentre Zaslav sta cercando nuovi modi per monetizzare la libreria dell’azienda, mentre continua un piano di riduzione dei costi in tutta l’azienda e solo sei mesi dopo che essersi mostrato insoddisfatto del modo in cui Netflix elabora i suoi termini di pagamento.

Entrambe le compagnie hanno rifiutato di commentare.

Ang
21 Giugno 2023

Piattaforme

Piattaforme

‘ANTIPOP’, storia di un musicista fuori dal tempo e dagli schemi

In streaming su MUBI il racconto autobiografico di Marco Jacopo Bianchi, in arte Cosmo, nell’esordio di Jacopo Farina

Piattaforme

‘LOL Talent Show’. Giudicare o essere giudicati: cosa è peggio?

'LOL Talent Show: Chi fa ridere è dentro' è il nuovo show Original italiano in cui comici professionisti, amatoriali e artisti di ogni genere si esibiscono davanti a una giuria d’eccezione

Piattaforme

‘Irish Wish’, il trailer della commedia con Lindsay Lohan

Dal 15 marzo su Netflix, il nuovo film romantico che parla di un desiderio che diventa realtà

Piattaforme

‘Berlino’: confermata la seconda stagione dello spinoff

Il prequel de La casa di carta con Pedro Alonso è stato un successo sbalorditivo per Netflix, che ha annunciato l'arrivo di un secondo capitolo


Ultimi aggiornamenti