Via della Creatività, il bando per creativi del cinema

Dal 19 agosto al 9 settembre saranno assegnate tre residenze per i creativi europei del cinema con la possibilità di lavorare in uno spazio di coworking nell’antico Borgo Castello della Città di Gorizia

Via della Creatività, il bando per creativi del cinema

Dal 19 agosto al 9 settembre saranno assegnate tre residenze per i creativi europei del cinema (sceneggiatori, registi, scenografi, costumisti, direttori della fotografia e compositori) che abbiano già realizzato un film, e che offrono la possibilità di lavorare in uno spazio di coworking nell’antico Borgo Castello della Città di Gorizia.

Il progetto, che guarda in prospettiva a “Gorizia e Nova Gorica GO2025 capitali della cultura europea” è finanziato da MiC e Regione FVG, con i fondi del PNRR Borghi. Qui di seguito il bando con scadenza 15 luglio 2024.

 

VIA DELLA CREATIVITÀ 2024-2025 

Bando per residenze dell’arte cinematografica indirizzato a creativi e creative della
sceneggiatura, regia, musica, scenografia, costumi, fotografia.

 

SECONDA SESSIONE

Gorizia, 19 agosto – 9 settembre 2024
(scadenza 15 luglio 2024)

 

Nel quadro di un’azione di rigenerazione culturale e allo stesso tempo urbanistica dell’antico Borgo Castello di Gorizia, l’ Associazione Palazzo del cinema di Gorizia, in collaborazione con ANAC- Associazione Nazionale Autori Cinematografici e con il sostegno di Unione Europea-Next Generation EU, Ministero della Cultura, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,  Comune di Gorizia, avviano il progetto Via della Creatività pensato per attrarre sceneggiatori/sceneggiatrici, registi/e e altri professionisti del cinema nella futura Capitale Europea della cultura dell’anno 2025 – GO25.

Fino a vent’anni fa la città di Gorizia è stata divisa tra l’Italia e la Slovenia, tra est e ovest. Per questo motivo, ma ancora di più per la sua storia che ne ha fatto il punto di congiunzione fra le culture romanze, slave e germaniche, l’elegante città sull’Isonzo, mantiene un fascino e un’atmosfera che la rendono il luogo ideale per ospitare i creativi dell’arte cinematografica, provenienti da tutta Europa e non solo, offrendo loro una residenza per trovare ispirazione e lavorare su un proprio progetto.

Via della Creatività è uno spazio di lavoro che intende sostenere, in particolare, sceneggiatori/sceneggiatrici, registi/e e professionisti/e  dell’arte cinematografica che abbiano già firmato almeno un lungometraggio;

Via della Creatività apre spazi e prospettive a creativi/e che intendono concentrarsi su nuovi progetti;

Via della Creatività è uno spazio fisico e mentale di lavoro per favorire la “progettualità” esattamente come una “bottega” rinascimentale.

 

Via della Creatività si propone di:

  • offrire a professionisti/e del cinema internazionale la possibilità di incontrarsi e lavorare gomito a gomito, favorendo il confronto e lo scambio di idee;
  • offrire a cineasti, sceneggiatori/sceneggiatrici e creativi/e dell’arte cinematografica l’opportunità di ideare, scrivere e sviluppare nuovi progetti, dialogando con la città di Gorizia, il Friuli Venezia Giulia e le comunità circostanti;
  • essere occasione e luogo d’incontro per avviare progetti che potranno essere eventualmente realizzati in co-produzione con l’Italia;
  • essere un incubatore di storie e opere in generale, con una particolare attenzione a quelle che si riferiscono al superamento di ogni tipo di confine;
  • offrire agli autori dei progetti selezionati, la possibilità di confrontarsi con professionisti/e del cinema del Premio Sergio Amidei di Gorizia per migliorare la qualità dei progetti;

 

Regolamento

Art.1. Via della Creatività offre residenze concepite per accogliere artisti/e di diverse discipline del cinema (sceneggiatura, regia, musica per film, scenografie, costumi e fotografia) che abbiano bisogno di concentrarsi e ispirarsi per sviluppare i propri progetti. Il numero annuale di artisti/e ospitati/e non supera la dozzina. La seconda sessione 2024 per altri tre artisti/e avrà luogo dal 19 agosto al 19 settembre 2024 .

Art.2. Materiali per la valutazione

  • Sceneggiatori e sceneggiatrici dovranno presentare materiali che siano preliminari alla prima stesura del copione: sinossi, soggetto e trattamento.
  • Registi e registe dovranno presentare materiali riguardanti l’attività che intendono svolgere durante la residenza sul proprio progetto di regia. Esempio: revisione della sceneggiatura; studio, ricerca, documentazione, preparazione e progettazione visuale (story-board) della regia;
  • Compositori e compositrici, scenografi/e, costumisti/e, direttori/direttrici della fotografia potranno essere ammessi sulla base di una dettagliata relazione scritta che illustri, in prospettiva della realizzazione, l’attività che i candidati intendono svolgere relativa esclusivamente a progetti di natura cinematografica.

Art.3. La partecipazione è riservata ai progetti che abbiano una significativa valenza artistica e di innovazione. Una particolare attenzione sarà rivolta a quei progetti che abbiano già l’appoggio di una società di produzione.

Art.4. Per partecipare alla selezione i candidati e le candidate devono aver già firmato almeno un lungometraggio nella disciplina per la quale si propone la domanda e la stessa opera deve essere stata distribuita in sala o diffusa da una rete televisiva o da una piattaforma. In alternativa i candidati devono dimostrare per la disciplina nella quale intendono presentare domanda (sceneggiatura, regia, musica, scenografia, costumi, fotografia) la provenienza da una scuola d’eccellenza nell’ambito del cinema e dell’audiovisivo.

Art.5. La selezione dei candidati e candidate avverrà su presentazione di un dossier con i materiali di valutazione previsti all’Art. 2 che sarà esaminato da un comitato ristretto di esperti. Al dossier va allegato anche il Curriculum Vitae.

Art.6 Le residenze prevedono l’accoglienza in alloggi ammobiliati nel centro di Gorizia (camera, bagno e cucina) e in un apposito spazio di lavoro munito di connessione Internet e altri servizi, situato all’interno del Borgo Castello.

Art.7 Coloro che saranno selezionati potranno organizzare il proprio lavoro liberamente. Come contropartita dell’ospitalità ricevuta per la residenza ciascuno/a di essi/e s’impegna a tenere un incontro pubblico sul proprio progetto e partecipare alla giornata di chiusura della residenza nella quale sarà presentato il lavoro svolto.

Art.8. Sono a carico dell’organizzazione le spese di viaggio nei limiti dei costi previsti a tale titolo nel progetto.

Art.9. I progetti relativi alla seconda sessione prevista dal 19 agosto – 9 settembre 2024, redatti in italiano o in inglese, dovranno essere inviati per e-mail all’indirizzo di posta elettronica: segreteria@viadellacreativita.it entro le 23.59  del 15 luglio 2024

Art.10. Le successive sessioni si svolgeranno :

  • dall’ 11 novembre al 2 dicembre 2024
  • dal 3 febbraio – 24 febbraio 2025

I relativi bandi saranno aperti 60 giorni prima dell’inizio delle sessioni.

autore
01 Luglio 2024

Concorsi

Concorsi

Netpitch 2024, torna il concorso per autori e produttori

Al via le iscrizioni dell'iniziativa lanciata da WGI e APA, un'opportunità di incontro e dialogo tra autori e produttori in cerca di nuove storie da proporre al pubblico

Concorsi

Torna l’European Film Challenge, la sfida per i giovani cinefili

Il vincitore avrà questa volta la possibilità di andare al San Sebastian International Film Festival, che avrà luogo dal 20 al 28 settembre 2024

Concorsi

Lavori in Corto 2024, l’accoglienza tema protagonista del concorso nazionale

La decima edizione del concorso è dedicata a Marina Panarese, scomparsa due anni fa, attivista per i diritti dei migranti e operatrice sociale

Concorsi

EFCxCannes, il concorso che invita i giovani a guardare 10 film europei

Il vincitore della sfida "European Film Challenge" otterrà un viaggio gratuito al Festival di Cannes 2024. Il concorso è aperto fino al 7 aprile


Ultimi aggiornamenti