Venerdì 18 gennaio, la rassegna stampa

Il ritorno de 'I soliti idioti', la multa di Schwarzy a Monaco, i Bafta, Pieraccioni e Vanzina. Ecco cosa presenta la rassegna stampa di oggi


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

IL RITORNO DEGLI IDIOTI

Dopo oltre dieci anni di separazione Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio tornano nelle sale da giovedì 25 gennaio con I soliti idioti 3 – II ritorno. «Se I soliti idioti dieci anni fa erano dei mostri, oggi li possiamo ritrovare quasi uguali nella realtà, che ha superato la fantasia. Raccontiamo quello che succede oggi con il nostro punto di vista», dicono. Seguirà una serie. Ne parlano il Corsera e ‘Il Giorno’.

SCHWARZENEGGER MULTATO A MONACO

L’attore bloccato in aeroporto perché non aveva dichiarato un Piguet destinato a un’asta benefica Thomas Meister, portavoce delle dogane tedesche, ha fatto onore alla proverbiale severità teutonica: «Non ha dichiarato un prodotto importato da un paese non europeo con l’obiettivo di farlo restare in Europa. Questa procedura non guarda in faccia nessuno», nemmeno Terminator. Riporta il curioso aneddoto il ‘Corriere della sera’.

I BAFTA PRIMA DELLA VOLATA AGLI OSCAR

Volata finale per gli Oscar mentre l’Italia incrocia le dita per il suo candidato ufficiale, Io capitano di Garrone: martedì saranno annunciate le candidature per 23 categorie di premi e ieri i Bafta hanno dato gli ultimi tasselli per il mosaico dei pronostici: Barbie di Greta Gerwig frena con cinque nominations soltanto contro le 13 di Oppenheimer di Christopher Nolan e 11 di Povere Creature! di Yorgos Lanthimos. Lo raccontano il ‘Corriere della sera’ e ‘Il Giorno’.

FURIA DI ENRICO VANZINA: “MIO FRATELLO NON ERA FIGLIO DI TOTO’!”

Enrico Vanzina è furioso per un articolo apparso su un settimanale in cui si instilla il dubbio che il fratello Carlo sarebbe figlio di Totò. Una «fake news», dice il regista, che fa sapere di aver dato mandato ai legali di agire contro i responsabili perché l’articolo in questione. Lo riporta ‘La Stampa’.

NON IL SOLITO PIERACCIONI

«Questa storia è liberamente ispirata ai fratelli Michele e Gianni Bugli che, nel 1982, partirono con il padre malato in roulotte e gli fecero credere di essere arrivati a Parigi. Viaggiarono non uscendo quasi mai dal loro podere. Il film è dedicato a loro. E a tutti i sognatori». Su quest’idea, oggettivamente curiosa, Leonardo Pieraccioni imbastisce il suo quindicesimo film, Pare parecchio Parigi, recensito da Pedro Armocida su ‘Il Giornale’. Un Pieraccioni sicuramente diverso dal solito.

19 Gennaio 2024

Rassegna stampa

Rassegna stampa

21 giugno 2024, la rassegna stampa

La morte di Donald Sutherland, le interviste a Chiara Mastroianni, Thelma Schoonmaker e Volker Schlöndorff, la mostra dedicata ai costumi di Edith Head e il dibattito sul futuro del cinema

Rassegna stampa

20 giugno 2024, la rassegna stampa

Dopo la denuncia, le parole di Virzì sull'ex moglie Micaela Ramazzotti, al cinema il nuovo film del regista turco Nuri Bilge Ceylan e l'amicizia tra Glen Powell e Richard Linklater

Rassegna stampa

19 giugno 2024, la rassegna stampa

La stampa italiana dedica fiumi d'inchiostro per celebrare la vita e la carriera di Anouk Aimée. Spazio anche a un'altra diva francese, Brigitte Bardot, e alla serie a lei dedicata

Rassegna stampa

18 giugno 2024, la rassegna stampa

Inside Out 2: l’ansia star del cartoon; Festa di Roma, Nastasi presidente; Il pastore e la strega: per l’isola d’Elba denuncia e riscatto; I tifosi di Hamas attaccano Tarantino, che elogia i soldati israeliani; Sorrentino, Moretti, Garrone: lettera-appello per il Cinema Fiamma; a Roma, Edward Norton svela i segreti dei suoi film


Ultimi aggiornamenti