‘The Ice Builders’, doc e mostra italiani per ghiacciaio artificiale in Tibet

Francesco Clerici e Tommaso Barbaro registi del film sul progetto conseguente al cambiamento climatico, in anteprima italiana a Trento: la documentazione del piano “Ice Stupa Zanskar”, supportato da Trentino for Tibet


TRENTO – Comunità pastorali la cui sopravvivenza dipendeva dai ghiacciai tradizionali. Poi, negli ultimi 15 anni, le persone della remota e desertica valle montana dello Zanskar non hanno più potuto contare su queste fonti naturali d’acqua: nevicava parecchio in un anno, ma poi non più per i successivi tre o quattro. Piccole stoviglie lavate in un catino, neve diffusa a macchie, animali al pascolo: primissimi piani di acqua che scorre tra lastre di ghiaccio, pelo riccio di bestie da pascolo, occhi preoccupati di esseri umani. C’è una vera e propria necessità di sopravvivenza lì, tra Himalaya e Karakorum, dove lo scioglimento primaverile dei ghiacciai non è più fonte di vita.

mostra The Ice Builders, foto di Francesco Clerici

Così ritorna il tema, insistente: il cambiamento climatico. Eppure, la popolazione dei ladakhi non sta a guardare – e a far appassire la propria identità – ma si rimbocca le maniche e costruisce ghiacciai artificiali per contrastare la penuria d’acqua e concorrere alla ricarica delle falde acquifere.

Francesco Clerici e Tommaso Barbaro, da un’idea di Andrea Zatta, sono gli autori del doc The Ice Builders, nella sezione Terre Alte, in anteprima italiana a Trento72: a corredo del cortometraggio anche una mostra, The Ice Builders – I costruttori di ghiaccio, che documenta il progetto “Ice Stupa Zanskar” ideato da Trentino for Tibet e in corso di realizzazione a partire dall’inverno del 2022 nella sperduta Valle del Ladakh.

mostra The Ice Builders, foto di Francesco Clerici

Nell’allestimento fotografico – a cura di Andrea Zatta, Fabio Saitto e Francesco Clerici, presso Sala Thun – Torre Mirana, fino al 16 maggio – si apprende il contesto geografico e ambientale, si conosce la popolazione e, soprattutto, si acquisisce cognizione delle soluzioni che i ladakhi stanno mettendo in opera contro il dramma idrico che sta colpendo quest’area himalayana, a testimonianza che la crisi globale del clima sia un mostro famelico del nostro Pianeta, a cui però si può non soccombere passivamente, cercando di immaginare e creare soluzioni alternative e sostenibili, per curare le nostre terre.

Trentino for Tibet si occupa di sostenere il popolo tibetano in esilio, ormai 24 mesi: ha preso contatti con l’Ice Stupa Project, diretto dall’ingegnere Sonam Wangchuk, e così nasce il progetto “Ice Stupa Zanskar” per la costruzione di un Ice Stupa – a servizio del villaggio di Stongday -, che avviene in quattro passaggi ed è a Impatto Zero, il cui nome deriva da un tipico monumento religioso della spiritualità buddista, di cui richiama la forma conica e allungata.

Tra film e mostra, si raccontano sì la questione climatica e la genialità per la sopravvivenza, ma naturalmente motore e beneficiario del progetto è il popolo, una comunità, quella ladakha appunto, ricca di etnie e culture, principalmente composta da tibetani, che naturalmente riflettono uno spirituale rapporto armonioso con la Natura, in una visione olistica del mondo.

mostra The Ice Builders, foto di Nicola Ducati

 

La fotografia di copertina è di Phunchok Mutup Kalyan. 

03 Maggio 2024

Trento 2024

Trento 2024

‘Nessun posto al mondo’. La storia dell’uomo che parla con gli animali

Il film documentario di Vanina Lappa è passato in selezione ufficiale al 72esimo Trento Film Festival

Trento 2024

Trento Film Festival, a ‘Un pasteur’ il Premio Genziana d’oro per il miglior film

Tutti i premi della 72ma edizione. Menzione speciale per Marmolada - Madre Roccia di Matteo Maggi e Cristiana Pecci

Trento 2024

‘Marmolada 03.07.22’, una cicatrice che smentisce l’eternità

Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon autori del doc che racconta, dal punto di vista dei soccorritori, la ribellione della Natura all’uomo, con il crollo da Punta Penia al Fedaia che ha travolto per sempre 11 persone, tra cui l’amico alpinista Paolo Dani, spunto per il film

Trento 2024

L’Irlanda a Trento, mostra fotografica da ‘Braveheart’ a ‘Game of Thrones’

Irlanda su Piccolo e Grande schermo è dedicata al Paese ospite del 72mo Festival, con l’allestimento di immagini a grandi dimensioni – scatti da Salvate il Soldato Ryan o Harry Potter, nella corte interna del rinascimentale Palazzo Benvenuti, fino al 5 maggio


Ultimi aggiornamenti