‘The Flash’, la CGI approssimativa è fatta apposta?

"Faceva parte del design, se sembra un po' strano era previsto" con queste parole il regista Andy Muschietti risponde alle critiche nei confronti della computer grafica del suo ultimo The Flash


Chi è stato tra gli oltre 100mila spettatori che hanno sfruttato l’ultimo girono di Cinema in Festa per vedere il nuovo atteso film targato DC The Flash, non potranno non avere notato alcune sequenze in cui la computer grafica – onnipresente per tutto il film – lascia un po’ a desiderare. Nonostante i budget monumentali, si tratta di un problema frequente per il DC Extended Universe (se ne è parlato molto sia per Justice League che per Aquaman, ad esempio), ma nel film diretto da Andy Muschietti spicca particolarmente a causa di alcune sequenze molto delicate. Senza fare spoiler ci riferiamo alla scena d’azione iniziale con i bambini, a quelle della cosiddetta “Speed Force” e ad alcuni camei, sequenze quasi interamente realizzate in CGI che mostrano il fianco soprattutto nella fattura posticcia dei volti.

In un’intervista a “Gismondo” il regista ha provato a difendere la qualità degli effetti speciali sottolineando che faccia parte di una scelta stilistica in linea con il personaggio di Flash: “L’idea, ovviamente, è… siamo nella prospettiva di Flash. – dichiara Muschietti – Tutto è distorto in termini di luci e trame dei materiali. Entriamo in questo ‘mondo acquatico’ che in pratica è il punto di vista di Barry. Faceva parte del design, se sembra un po’ strano era previsto.”

D’altronde il tono scanzonato scelto da Muschietti, ispirato probabilmente dall’apporto dal nuovo direttore creativo dei DC Studios James Gunn, permette di giustificare in parte le palesi approssimazioni che si vedono all’interno del film. Gli studi hanno sicuramente apprezzato il lavoro del cineasta celebre anche per la realizzazione dei due film di IT, avendo deciso di affidargli la regia di The Batman: The Brave and the Bold. Di certo, le critiche controverse non stanno impedendo al pubblico di andare in sala a farsi un’idea personale. Il film attualmente è in testa la box office in vista di un weekend in cui si attende lo scatto decisivo.

C.DA
16 Giugno 2023

Uscite

Uscite

Aspettando Amy, 13 biopic musicali da guardare prima di ‘Back to Black’

Da Bohemian Rapsody a Sid e Nancy, da Ray a Walk the Line, ecco a nostro parere 13 imperdibili bio-pic musicali da vedere almeno una volta nella vita

Uscite

Costanza Quatriglio apre ‘Il cassetto segreto’ di suo padre Giuseppe

Il cassetto segreto, il film documentario di Costanza Quatriglio presentato nella sezione Forum al Festival di Berlino, commentato dalla regista in occasione della uscita nelle sale italiane il 18 aprile, distribuito da Luce Cinecittà

Amy Winehouse davanti ad un microfono.
Uscite

La vera storia di Amy Winehouse e le sue canzoni

Arriva nelle sale dal 18 aprile Back to Black, il primo film dedicato alla grande cantante britannica, scomparsa ad appena 27 anni. A interpretarla troviamo Marisa Abela

Uscite

‘Gloria!’. Fanno parte del cast anche Paolo Rossi e Elio

'Gloria!' parla dell’immaginazione, della fantasia e del talento di tutte le compositrici che, come fiori lasciati seccare, sono rimaste nascoste tra le pagine della Storia


Ultimi aggiornamenti