Palma d’Oro, i favoriti di Cannes 23

The Old Oak, l'ultimo film di Ken Loach, insieme a Fallen Leaves di Aki Kaurismäki e Perfect Days di Wim Wenders sono tra i film che hanno più possibilità di portare uno o più premi a Cannes 23


Con The Old Oak del maestro britannico Ken Loach e La Chimera della nostra Alba Rohrwacher la giuria del 76mo Festival di Cannes ha concluso la carrellata dei film in concorso ed è pronta ad assegnare tutti i premi, inclusa l’ambita Palma d’Oro. Come sempre, è difficile pronosticare quale film si aggiudicherà il riconoscimento finale, ma guardando al responso della critica internazionale (che abbiamo riassunto qui) è possibile farsi un’idea di quali sono quantomeno i favoriti.

Dalla lista non può mancare il già citato film – probabilmente l’ultimo – di Ken Loach, che, insieme a Fallen Leaves di Aki Kaurismäki e Perfect Days di Wim Wenders, è stato tra i più applauditi all’anteprima stampa. Probabile che buona parte dei premi saranno spartiti tra questi titoli, tra i più riusciti della kermesse e, soprattutto, diretti da tre maestri esperti e molto apprezzati. A questi non si può non aggiungere, ovviamente, Marco Bellocchio che, con il suo Rapito, è stato il più acclamato dei tre italiani in concorso. Altre sorprese potrebbero arrivare da The Zone of Interest di Jonathan Glazer, Anatomy of Fall di Justine Triet, Monster di Hirokazu Kore-eda e The Last Summer di Catherine Breillat.

Per quanto riguarda i premi alle interpretazioni la sfida è più aperta che mai, con un’edizione che ha solo l’imbarazzo della scelta sia nella compagine maschile che in quella femminile. Jussi Vatanen (Fallen Leaves), Koji Yakusho (Perfect Days) e Trevor Fox (The Old Oak) sono gli attori favoriti, a cui possiamo aggiungere – anche se distaccati – Jude Law per Firebrand, Sean Penn e Tye Sheridan per Black Flies e il giovanissimo protagonista di The Last Summer Samuel Kircher. Tra le attrici troviamo favoritissima la sua co-protagonista Léa Drucker, insieme a Juliette Binoche in La Passion De Dodin Bouffant, Sandra Hüller in Anatomy of Fall, la finlandese Alma Pöysti in Fallen Leaves e, perché no, una tra Natalie Portman e Julianne Moore, protagoniste di May December.

Mancano poche ore e sapremo se Ruben Östlund e i suoi giurati seguiranno il gusto della critica o stupiranno tutti premiando i film più inaspettati.

26 Maggio 2023

Cannes 2023

Cannes 2023

Da 1 a 5, le pagelle dei critici da Cannes 2023

Ecco i voti assegnati da alcuni critici italiani e internazionali ai film in concorso a Cannes 2023. Un articolo in aggiornamento per seguire da vicino la kermesse e conoscere in anteprima le opinioni sui titoli più attesi

Cannes 2023

Cannes76, il palmarès non parla italiano: la Palma torna in Francia

La parola alla Palma d’oro Justine Triet, a Tran Anh Hùng Miglior Regista, al giapponese Kōji Yakusho, Miglior Interpretazione Maschile per Perfect Days di Wim Wenders

Cannes 2023

Ruben Östlund: “Lunga vita ad Anatomy of a Fall!”

Il regista Ruben Östlund ha parlato in occasione della conferenza di chiusura del 76mo Festival di Cannes in cui la Giuria da lui presieduta ha assegnato la Palma d'Oro ad Anatomy of a Fall di Justine Triet

Cannes 2023

Cannes76, la Palma d’Oro a ‘Anatomy of a Fall’ di Justine Triet

La giuria presieduta da Ruben Östlund ha assegnato la Palma d’Oro al francese Anatomy of a Fall di Justine Triet, la terza regista donna a riuscirci nella storia della competizione dopo Jane Campion e Julia Ducournau


Ultimi aggiornamenti