Oppenheimer è una bomba al botteghino

Oppenheimer è il quarto miglior esordio degli ultimi tre anni. Al secondo posto la sorpresa di La casa dei fantasmi mentre La bella estate di Laura Luchetti esordisce al nono posto 


Iniziamo subito con i dati positivi che fanno sempre piacere. Lo scorso fine settimana per gli incassi si è registrato un +219,8 per cento in più rispetto a quello scorso, un +170,5 per cento rispetto allo stesso weekend del 2022 e un +2,6 per cento su quello della media degli anni 2017-2019.

Tutto ciò grazie soprattutto, ma non solo come vedremo, ai numeri abbastanza incredibili di Oppenheimer di Christopher Nolan che ha chiuso con un totale di quasi 9 milioni di euro in cinque giorni con ieri, domenica, in cui ha superato i due milioni di euro dando così forma a una media per cinema altissima, ben 13.200 euro in 521 strutture. Si tratta del migliore esordio per un film di Nolan in Italia molto al di sopra dei 6,2 milioni di euro di Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Il risultato di Oppenheimer che già così sta superando gli incassi totali in Italia di quasi tutti i suoi film precedenti e che, ricordiamo, corrisponde a un milione e centoventimila spettatori che hanno scelto di vedere un film molto complesso della durata di tre ore esatte, è in linea con l’esordio strabiliante di 9,2 milioni di Barbie (considerando nei cinque giorni anche il lunedì perché tecnicamente il film è uscito di giovedì e non di mercoledì come Oppenheimer) che ora è al terzo posto e ha superato i 30,2 milioni di euro. Oppenheimer è diventantato dunque il quarto miglior risultato dell’era pandemica dopo Spider-Man: No Way Home  (11.322.762 euro) e Avatar – La via dell’acqua (10.034.744 euro).

Numeri da capogiro per questo fenomeno che nel resto del mondo è stato chiamato Barbienehimer, per la concomitanza di uscite (da noi invece un po’ sfalsate per la scelta di Universal su Oppenheimer), che rischiano però di oscurare anche altri ottimi risultati come quello della commedia fantastica La casa dei fantasmi che Disney ha ispirato alla stessa e omonima attrazione dei suoi parchi a tema. In cinque giorni il film diretto da Justin Simien con Rosario Dawson e Owen Wilson ha totalizzato quasi 1,1 milioni di euro con più di centoventiduemila spettatori. Gli altri titoli in classifica perdono quote importanti rispetto al precedente weekend (-52 per cento Shark 2 e -63 per cento Blue Beetle, rispettivamente al quarto e al quinto posto) tranne Elemental sempre sesto con un totale di 6,6 milioni di euro. Al settimo posto troviamo la riedizione di Si alza il vento di Hayao Miyazaki, uscito dieci anni fa, con un totale di 86mila euro. I peggiori giorni scende all’ottavo posto perdendo ben il 66 per cento e totalizzando 619mila euro in tre settimane, un dato molto distante dai quasi 2 milioni con cui aveva chiuso il precedente I peggiori giorni. L’unico altro film italiano in Top Ten, La bella estate di Laura Luchetti, dopo il Locarno Film Festival (dove è stato presentato anche Rossosperanza, il secondo lungometraggio di Annarita Zambrano, al 25esimo posto in classifica) esordisce al nono posto con quasi 60mila euro.

Al decimo posto l’ultimo esordiente della Top Ten, il film indiano Mastaney che ottiene la migliore media per cinema della Top Ten dopo Oppenheimer. E, tornando a questo film, chissà se il suo successo non incuriosisca di più gli spettatori a recuperare il primo curioso film di Nolan, Following, che Movies Inspired ha proposto per la prima volta nelle sale italiane totalizzando 40mila euro e il quattordicesimo posto in classifica.

Ecco la Top Ten con in grassetto gli esordi del fine settimana. Dati Cinetel

1. Oppenheimer: 6.877.264 euro/854.949 spettatori; 521 schermi/13.200 euro di media per cinema; totale 8.923.000

2. La casa dei fantasmi: 875.177 euro/122.377 spettatori; 377/2.321; tot. 1.089.939

3. Barbie: 645.018 euro/86.701 spettatori; 377/1.711; tot. 30.229.587

4. Shark 2 – L’abisso: 217.431 euro/28.501 spettatori; 236/921; tot. 5.090.591

5. Blue Beetle: 195.577 euro/27.022 spettatori; 287/681; tot. 910.629

6. Elemental: 109.007 euro/15.848 spettatori; 125/872; tot. 6.674.147

7. Si alza il vento: 86.387 euro/12.389 spettatori; 143/604; tot. 86.387

8. I peggiori giorni: 78.435 euro/12.329 spettatori; 232/338; tot. 619.335

9. La bella estate: 59.085 euro/9.240 spettatori; 75/788; tot. 92.976

10. Mastaney: 49.448 euro/5.263 spettatori; 21/2.355; tot. 49.448

Pedro Armocida
28 Agosto 2023

Box Office. L'analisi

Box Office. L'analisi

‘Ghostbusters’ guida un fine settimana debole. Le nuove uscite, ‘Gloria!’ e ‘Flaminia’, in fondo alla Top Ten

Al secondo posto Un mondo a parte di Riccardo Milani che sfiora i 5,5 milioni di incasso e sta per diventare l'italiano più visto del 2024

Box Office. L'analisi

Milani lo fa: ‘Un mondo a parte’ conquista la vetta della classifica nella sua seconda settimana d’uscita

Ottima tenuta per il film con Antonio Albanese che distanzia sia 'Kung Fu Panda 4' che 'Godzilla e Kong' in un fine settimana disastroso per gli incassi totali: -43,8 per cento rispetto a quello scorso

Box Office. L'analisi

In un podio milionario, tra ‘Kung Fu Panda’ e ‘Godzilla e Kong’, esordisce terzo ‘Un mondo a parte’ di Riccardo Milani

Fine settimana da record con +24,2 per cento rispetto a quello scorso e +81,1 per cento rispetto al 2023

Box Office. L'analisi

Ottimo esordio di ‘Kung Fu Panda 4’ che conquista più della metà dell’intero Box Office

In un weekend tutto positivo (+24,7 per cento su quello scorso e +15,3 sul 2023) gli altri due esordi, May December e Another End, si posizionano rispettivamente al terzo e all'ottavo posto


Ultimi aggiornamenti