Natale con Buster Keaton

Il restauro dell’opera integrale di Buster Keaton realizzata tra il 1920 e il 1928 si avvia a compimento e la Cineteca di Bologna porta in libreria il primo volume della raccolta


Figura immensa dell’età del muto, genio unico e irripetibile del genere comico, Buster Keaton è l’altro nume tutelare, oltre a Charlie Chaplin, a cui la Cineteca di Bologna sta dedicando da anni il proprio lavoro. Iniziato nel 2015 in collaborazione con Cohen Film Collection, il restauro dell’opera integrale di Buster Keaton realizzata tra il 1920 e il 1928 si avvia a compimento e la Cineteca di Bologna porta contestualmente in libreria il primo volume di Keaton! L’integrale (2 Dvd e 2 Blu-ray, con libro e booklet).

“L’omaggio a Buster Keaton è il punto di arrivo di un progetto di restauro pluriennale, che ha coinvolto decine di cineteche e che ha consentito il restauro dei trentadue film, corti, medi e lunghi, che costituiscono l’apogeo della sua arte muta”, racconta il direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli.

“Le gag di Buster Keaton, di precisione matematica, sono il frutto di una cultura acrobatica che non ha pari in tutta la storia del cinema. Per realizzarle oggi sarebbe necessario ricorrere a complessi effetti speciali. Keaton, assieme a una sfida continua delle regole della fisica, mette in scena la fatica del vivere in un mondo nel quale le macchine e le regole stanno soffocando la natura dell’essere umano”.

In questo primo volume, che contiene sette dei trenta film, spazio a grandi capolavori come Sherlock Jr. (La palla n° 13, 1924), dove il nostro sogna di entrare e uscire dallo schermo cinematografico in un susseguirsi di gag surreali e irresistibili; The General (Come vinsi la guerra, 1927), “il film più folle, più sognato, più poetico” (Mario Soldati) di Keaton, lanciato a folle velocità su una locomotiva nei maestosi paesaggi americani ai tempi della Guerra di secessione; Steamboat Bill, Jr. (Io e il ciclone, 1928), in cui un innamorato Buster a bordo di uno sgangherato battello affronta impassibile un uragano. Ma ci sono anche piccoli gioielli dei primi anni ’20, in cui già chiari sono i segni del virtuosismo tecnico, dell’audacia acrobatica e del carattere surreale che esploderanno nelle opere mature: One Week (Una settimana, 1920), Neighbors (Vicini, 1921), The High Sign (Tiro a segno, 1921) e Cops (Poliziotti, 1922).

Extra d’eccezione, The Great Buster: A Celebration, l’ultimo film diretto da Peter Bogdanovich, vincitore del Leone come miglior documentario sul cinema alla Mostra di Venezia 2018. La riedizione aggiornata del libro Alla ricerca di Buster Keaton di Kevin Brownlow e un ricco booklet a cura di Cecilia Cenciarelli (responsabile del Progetto Keaton per la Cineteca di Bologna) con le schede dei film, alcune note sulle musiche e sui restauri.

A partire da sabato 17 dicembre, con la proiezione alle ore 16 dell’accoppiata Sherlock Jr. e One Week, la Cineteca di Bologna propone al Cinema Lumière una retrospettiva dei film raccolti in questo primo volume di Keaton! L’integrale (info e orari al link)

15 Dicembre 2022

֍֍֍ xmas news

֍֍֍ xmas news

Buone Feste da CinecittàNews

Il 24 e il 25 dicembre CinecittàNews si prende due giorni di pausa. Continueremo a tenervi compagnia con il nostro speciale natalizio e gli altri contenuti, pronti ad aggiornarvi in caso di notizie urgenti

֍֍֍ xmas news

‘Segretarie’: dalle scrivanie, prospettive uniche su Fellini o De Laurentiis

Un documentario di Raffaele Rago e Daniela Masciale per raccontare quelle signore che hanno avuto un punto di vista privilegiato sulle storie delle vite di grandi registi o produttori italiani: per Documentari d’autore, su Rai Storia

֍֍֍ xmas news

I capolavori di Chaplin: il “regalo di Natale” di RaiPlay

Dal 24 dicembre disponibili in HD sulla piattaforma i titoli caposaldo del cinema dell’artista, da Il grande dittatore a Tempi moderni: restaurati dalla Cineteca di Bologna

֍֍֍ xmas news

‘Living’, nelle sale il remake britannico del capolavoro di Kurosawa

Il film diretto da Oliver Hermanus vanta una sceneggiatura del Premio Nobel Kazuo Ishiguro che ha adattato Ikiru di Akira Kurosawa alla Londra degli anni '50. Il toccante film uscirà in sala il 23 dicembre


Ultimi aggiornamenti