Nasce Italian Post-Production Partners

Le società italiane di postproduzione tra le aziende associate ad Anica puntano ad attrarre investimenti economici e professionali dall'estero


CANNES – Le società italiane di postproduzione tra le aziende associate ad Anica puntano ad attrarre investimenti economici e professionali dall’estero. Nasce Italian Post-Production Partners (www.italianpostproductionpartners.it), presentato all’Italian Pavilion nell’ambito del Festival di Cannes, a cui hanno aderito Blackstone, EDI Effetti Digitali Italiani, Frame by Frame, Laser Film, Media Fenix Group, Mnemonica, aziende che offrono numerosi servizi dagli effetti visivi alla post audio fino a sistemi cloud.

“Attrarre investimenti internazionali è un obiettivo strategico per il nostro Paese e la filiera industriale del cinema, dell’audiovisivo e del digitale può svolgere un ruolo di grande importanza, con effetti positivi in termini economici ed occupazionali e nello sviluppo e nel rafforzamento del Soft Power dell’Italia, già fortemente imperniato sulla cultura e sulle industrie creative”, così Francesco Rutelli, presidente Anica.

Le produzioni internazionali che vengono a girare in Italia per le sue splendide location e i vantaggi fiscali avranno una nuova opportunità per unire affari, arte e piacere godendosi l’Italia più a lungo e rendendo la post-produzione un’esperienza culturale. “Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un aumento in maniera esponenziale della mole di lavoro della post produzione. Prima l’intervento di questo reparto era marginale nella realizzazione di un film, adesso incide per una gran parte, circa la metà. Non siamo più una industria secondaria nel cinema, ed è per questo che abbiamo sentito l’esigenza di raggrupparci per aiutare le istituzioni a supportare questa crescita, con una organizzazione unita anche per affrontare insieme le problematiche”, ha spiegato Francesco Grisi, responsabile del gruppo post produzioni di Anica, ceo di EDI Effetti Digitali Italiani.

Ad oggi le aziende italiane di post-produzione sono considerate tra le più efficienti e organizzate del panorama internazionale. Lo dimostrano le scelte che sono state fatte negli ultimi anni dalle major hollywoodiane di affidarsi a loro. “Un cinema ambizioso deve necessariamente fare i conti con una post produzione di alto livello. E l’Italia, nota nel mondo per le doti dei suoi registi, sceneggiatori e attori, sta guadagnando consensi anche in settori come quelli degli effetti visivi. Per noi produttori è fondamentale avere riferimenti di così alto valore affinché si valorizzi un asset importante per la crescita del sistema industriale cinematografico nel paese”, ha dichiarato durante l’incontro Benedetto Habib, presidente dell’Unione Produttori dell’Anica, cfo di Indiana Production

Cr. P.
20 Maggio 2023

Cannes 2023

Cannes 2023

Cucinotta: “Sto lavorando alla regia del mio primo lungometraggio”

L’intervista all’attrice, produttrice, e già regista, per Il meglio di te di Fabrizio Maria Cortese: protagonista con Vincent Riotta, aveva accompagnato a Cannes il teaser del film, dal titolo del brano di Giusy Ferreri, in sala dal 9 novembre

Cannes 2023

Da 1 a 5, le pagelle dei critici da Cannes 2023

Ecco i voti assegnati da alcuni critici italiani e internazionali ai film in concorso a Cannes 2023. Un articolo in aggiornamento per seguire da vicino la kermesse e conoscere in anteprima le opinioni sui titoli più attesi

Cannes 2023

Cannes76, il palmarès non parla italiano: la Palma torna in Francia

La parola alla Palma d’oro Justine Triet, a Tran Anh Hùng Miglior Regista, al giapponese Kōji Yakusho, Miglior Interpretazione Maschile per Perfect Days di Wim Wenders

Cannes 2023

Ruben Östlund: “Lunga vita ad Anatomy of a Fall!”

Il regista Ruben Östlund ha parlato in occasione della conferenza di chiusura del 76mo Festival di Cannes in cui la Giuria da lui presieduta ha assegnato la Palma d'Oro ad Anatomy of a Fall di Justine Triet


Ultimi aggiornamenti