‘Magazine Dreams’, Searchlight Pictures cede i diritti del film con Jonathan Majors

A pesare la condanna dell'attore per molestie e aggressione.


Searchlight Pictures, ex-Fox ora parte di Disney, non distribuirà più il film indie Magazine Dreams dopo averlo acquisito nel febbraio 2023 durante il Sundance Festival. La decisione arriva dopo che il suo protagonista, Jonathan Majors, è stato recentemente riconosciuto colpevole di molestie e aggressione ai danni dell’ex fidanzata. A febbraio l’attore scoprirà il proprio destino, che potrebbe vederlo condannato fino a un anno di carcere.

Disney aveva preso le distanze da Majors allontanandolo dal suo Marvel Cinematic Universe, in cui rivestiva un ruolo fondamentale (era il nuovo “main villain” della saga supereroistica più fortunata di sempre). Appena qualche giorno fa invece era stato invece licenziato da 48 Hours in Las Vegas. Non stupisce dunque la decisione di Searchlights Pictures in merito a Magazine Dreams, la cui distribuzione è in stallo, in attesa di un nuovo partner. Il film aveva attirato molta attenzione al Sundance, storia un aspirante bodybuilder (Jonathan Majors) descritta come un incrocio tra Taxi DriverThe Wrestler.

17 Gennaio 2024

Attori

Attori

Rosa Diletta Rossi: “La mia Maria Corleone, mossa dalla vendetta come Uma Thurman in Kill Bill”

La 35enne è stata premiata ai Maximo Awards come Miglior attrice per la serie. In quest'ultima stagione ha interpretato anche la giovane Alda Merini nel film tv di Roberto Faenza e Irene Nardiello in Per Elisa-Il caso Claps

Attori

Carmen Giardina: “Con Anna Piaggi nel mondo di Lagerfeld”

L'attrice genovese è nel cast internazionale di Becoming Karl Lagerfeld, la serie Disney+ sul Kaiser della moda. Del suo personaggio, Anna Piaggi, dice: "Il suo modo di vestire era un'opera d'arte concettuale"

Attori

Caterina Forza: “Guardando ‘Prisma’ i giovani finalmente possono dire: noi siamo così”

L'attrice romana, 25 anni, è tornata a interpretare Nina nella seconda stagione della serie young adult di Ludovico Bessegato, disponibile su Prime Video

Attori

Il Me Too non basta, le attrici britanniche fondano un’autorità garante contro le molestie

Da Keira Knightley a Cara Delavingne, Emerald Fennell, Ruth Wilson, Naomie Harris e Carey Mulligan, sono molte le star a ritenere che i casi di maltrattamenti continuino ad abbondare


Ultimi aggiornamenti