‘Il sapore della felicità’: in sala e nelle arene il controverso film con Depardieu

Gérard Depardieu è attualmente protagonista di un controverso caso mediatico


Il sapore della felicità (titolo originale Umami), il secondo film lungometraggio di Slony Sow, racconta una storia culinaria contemporanea che esplora la ricerca del significato della vita.

Gérard Depardieu interpreta il ruolo di Gabriel Carvin, un famoso chef un po’ stanco, che ritrova nuova ispirazione intraprendendo un viaggio alla scoperta di nuovi sapori in Giappone. L’umami, il quinto sapore sottile e difficile da identificare, si aggiunge ai gusti dolce, acido, amaro e salato.

Gabriel scompare all’improvviso dall’altra parte del mondo, senza avvisare né sua moglie (Sandrine Bonnaire) né i suoi due figli, uno dei quali è un cuoco che approfitta di questa occasione per dimostrare il suo talento in cucina. Si unisce a loro Rufus, un vecchio amico pescatore di ostriche e magnetizzatore, interpretato da Pierre Richard che esagera nel suo ruolo eccentrico, e sarà proprio lui a spingere Gabriel in questa improvvisa avventura in Estremo Oriente.

Slony Sow, proveniente dal mondo dello spettacolo (hip-hop, musica, teatro), aveva già diretto Depardieu nel suo cortometraggio Grenouille d’hiver (2011), presentato a Cannes nella sezione Cinema sulla Spiaggia.

Il film non manca di delicatezza e momenti riusciti, ma è impossibile svincolarlo dalla vicenda mediatica che ha coinvolto il protagonista, accusato da ben tredici donne di aggressione sessuale da parte di Depardieu sul set di undici film e serie tra il 2004 e il 2022, o in altri luoghi esterni (a partire da un’inchiesta di ‘Mediapart’). Il regista si è dunque trovato costretto a rinunciare alla presenza di Depardieu per la promozione.

Dal canto suo, l’attore 74enne smentisce categoricamente tutte le accuse che potrebbero rientrare nella legge penale.

Jérôme Hilal, presidente della casa di distribuzione francese Zinc, a partire da una polemica de ‘Le Parisien’, ha risposto che ha deciso di mantenere (in Francia) l’uscita del film perché  “è un’opera collettiva, realizzata durante il Covid con un budget limitato e molta energia…”, ma specifica “Condanniamo fermamente i comportamenti abusivi e offriamo tutto il nostro sostegno alle vittime di violenza sessuale. Non possiamo fare finta che nulla sia successo”.

Ambientato tra Francia e Giappone, il film arriva in Italia con Wanted in anteprima nelle arene estive e il 31 agosto in sala.

Andrea Guglielmino
14 Luglio 2023

Uscite

Uscite

‘Sei nell’anima’. La voce, il cinema e la libertà

Il film tratto dalla storia di Gianna Nannini, icona del rock femminile italiano, è decisamente una storia universale

Uscite

‘Il mio posto è qui’. L’Italia in emancipazione nel dopoguerra

L'evoluzione e l'emancipazione dai pregiudizi nella Calabria rurale del secondo dopoguerra

Uscite

‘The Penitent’, in arrivo in sala il film di Luca Barbareschi

Dopo l’anteprima all’ultima Mostra del Cinema, The Penitent arriva nelle sale italiane dal 30 maggio con 01 Distribution, che ha diffuso il trailer ufficiale

Uscite

‘The Damned’, il film di Minervini da Cannes alla sala

Il sesto film di Roberto Minervini, uscirà in sala il 16 maggio, subito dopo l'anteprima a Un Certain Regard


Ultimi aggiornamenti