‘Giorni felici’. La capacità di amare nelle situazioni più difficili

Intervista a Simone Petralia, Franco Nero e Anna Galiena


Margherita (interpretata magistralmente da Anna Galiena) è un’attrice di fama internazionale, con una carriera ricca di successi e riconoscimenti alle spalle. Vive a Roma in un appartamento ricco di ricordi, spesso in compagnia della sua agente Michela (Antonella Ponziani), di alcuni amici (tra questi, Serena e Ramiro, interpretati da Maria de Medeiros e Marcello Mazzarella) e di suo figlio Enea (Marco Rossetti), musicista infelice. A breve, Margherita sarà impegnata a Los Angeles nelle riprese di un film diretto da un giovane regista americano. Improvvisamente viene colpita da problemi fisici e gli esami rivelano una grave forma di sclerosi, la SLA. Ad assisterla arriva Antonio (interpretato col suo antico “cipiglio da valoroso” da Franco Nero), il suo ex compagno, regista insoddisfatto e padre di Enea. A causa della malattia, Margherita deve rinunciare al film e si ritrova in poco tempo impossibilitata a muoversi. Antonio e Margherita, che sono stati separati per tanti anni, affrontano la realtà presente, cercando di mantenere viva la dignità e l’amore che li ha uniti. E insieme decidono di scrivere il grande finale della loro vita.

Questa è la storia di un amore al tempo della SLA, raccontata in Giorni felici, secondo lungometraggio per il cinema di Simone Petralia, un dramma commovente che riflette sulla fragilità umana e la capacità di amare e resistere nelle situazioni più difficili.

Giorni felici è al cinema dal 11 dicembre con Europictures.

Erma Pictures
09 Dicembre 2023

Ultimi video