‘Funny Woman’, la risposta britannica alla Signora Maisel

Tratta dal best seller di Nick Hornby, la nuova serie con protagonista Gemma Arterton ci fa fare un tuffo nella Londra degli anni ‘60 per raccontare l’industria televisiva di quel tempo


A pochi giorni dalla fine di una delle più popolari serie comedy degli ultimi anni, La fantastica Signora Maisel, incentrata su una comica che prova a farsi largo nello show business americano a cavallo degli anni ’60, arriva una serie che si configura come la sua naturale erede, ma con un accento smaccatamente britannico: Funny Woman. Piacevole come il comfort food, dolce come la glassa di un cupcake e graffiante come il classico humor inglese, la nuova serie con protagonista Gemma Arterton, tratta dal best seller Funny Girl di Nick Hornby, ci fa fare un tuffo nella Londra degli anni ‘60 per raccontare l’industria televisiva di quel tempo. Scritti dalla pluripremiata Morwenna Banks e diretti da Oliver Parker, tutti gli episodi della serie saranno disponibili su Sky e in streaming su NOW da venerdì 2 giugno.

Barbara Parker è una reginetta di bellezza, appena stata incoronata Miss Blackpool, ma desidera qualcosa di più. Siamo alla fine degli anni ‘60 quando si trasferisce a Londra per ritrovare se stessa e intraprendere una missione: entrare nel mondo della commedia, allora fortemente dominato dagli uomini, e diventare qualcuno. Ma la Londra che incontra non è così accogliente e leggera come quella di cui aveva letto e visto in TV. Con grande fatica e una lunga serie di imprevisti, Barbara, riesce e proporsi per un provino per uno spettacolo comico televisivo. Il suo talento, la sua spontaneità e irruenza sconvolgono gli autori del programma, che decidono di scommettere su di lei facendola diventare la star di una nuova sitcom rivoluzionaria che sarà di impatto sulla commedia britannica per i decenni a venire.

La serie Sky Original esplora il mondo dello spettacolo londinese con grande ironia, raccontando le difficoltà che le donne negli anni ‘60 dovevano affrontare per poter essere rispettate e apprezzate in ambienti ancora prevalentemente maschilisti. Gerarchie e sistemi che grandi donne come Barbara Parker sono riuscite a scuotere e sconvolgere.

Nel cast anche Tom Bateman nei panni di Clive, partner di Barbara nella sitcom, Arsher Ali che interpreta Dennis, il regista dello show. Rupert Everett è invece Brian, talent scout che fiuta il talento di Barbara e la aiuta a farsi strada e Alexa Davies, nella serie Marjorie, confidente, amica, coinquilina e prima sostenitrice della nuova star londinese.

C.DA
01 Giugno 2023

Serie

Serie

‘Fallout’, online il primo trailer della serie Prime Video

Jonathan Nolan è executive producer e regista dei primi tre episodi della serie tratta dall'omonima saga videoludica sviluppata da Bethesda. In streaming da aprile

Serie

‘Non ci resta che il crimine – La serie’. Vecchi e nuovi personaggi, parola al cast

Dalla fortunata trilogia cinematografica alla serie TV: con una nuova storia in 6 episodi a cavallo fra passato e presente, torna la sgangherata banda di 'Non ci resta che il crimine', la saga di Massimiliano Bruno sui viaggi nel tempo.

Serie

‘Non ci resta che il crimine – La serie’, Massimiliano Bruno: “tutto parte dai giorni in cui si giocava il mondiale in Messico”

I sei episodi della nuova serie potranno essere seguiti su Sky e Now in streaming a partire dal 1 dicembre.

Serie

‘Non ci resta che il crimine – La serie’: anni 70′ tra location e musica

Dopo il viaggio cinematografico indietro nel tempo fino agli anni ‘80 e poi quello nell’Italia fascista degli anni ‘40, i personaggi di 'Non ci resta che il crimine' si affacciano negli anni 70' e non solo...


Ultimi aggiornamenti