Elena Sofia Ricci: “addio Suor Angela, il mio personaggio più longevo”

L'attrice lascia il ruolo della protagonista di Che Dio ci aiuti, passando il testimone a Francesca Chillemi, ancora una volta nei panni della novizia Azzurra. La settima stagione della fiction arriva


Dopo 12 anni, 7 stagioni e tantissimi cambiamenti, la fiction Che Dio ci aiuti resiste al tempo che passa – e a una pandemia – e torna ancora una volta per soddisfare le esigenze di un pubblico tra i più affezionati del nostro panorama televisivo. Altri 20 nuovi episodi riempiranno il palinsesto di Rai 1 in 10 diverse prime serata a partire da giovedì 12 gennaio, permettendoci di stare per altri tre mesi in compagnia delle suore e degli ospiti del convento più amato d’Italia. Con il suo tono fiabesco infarcito di elementi comici ma con frequenti punte di dramma, la fiction si propone come il perfetto appuntamento settimanale con la spensieratezza.

“Il concept per come è stato scritto è straordinario: è un po’ un ansiolitico. – rivela l’attrice Elena Sofia Ricci – La gente torna a casa stressata, specialmente in questi ultimi tre anni, molto duri per tutti, e dice: che bello c’è Che Dio ci aiuti. Ridiamo, piangiamo e pensiamo, riflettiamo. Questo è un aspetto che ha fatto di questa serie una serie forte e vincente”.

Protagonista per anni con il suo iconico personaggio di Suor Angela, Elena Sofia Ricci inizia con questa stagione un graduale ma definitivo allontanamento dalla serie. Il suo personaggio, infatti, per buona parte degli episodi di questa stagione sarà costretta ad allontanarsi dal convento e non tornerà nella prossima. Una scelta sofferta per l’attrice ma quanto mai necessaria: “Non ho mai fatto una serie per più di 3-4 stagioni. – spiega Ricci – Sono allergica alla ripetitività. È per questo che passo dal cinema, alla tv e al teatro. È per questo che mi sono misurata con la regia teatrale. Devo sempre mettermi in discussione, alzare l’asticella, crescere, cambiare. Sono una donna molto curiosa della vita e più passano gli anni e più sono curiosa. Mi è stato permesso di firmare contratti senza opzioni, stagione per stagione, e non ne ho mai fatte così tante, neanche con I Cesaroni o con Orgoglio. Ne ho fatte tante di lunghe serialità, ma da Suor Angela facevo fatica a separarmi perché la amo troppo e la amo tuttora. Ci ricascavo come i tossici, insomma. Mi è entrata nel cuore. È un po’ speciale anche perché il velo mi ha permesso di fare altro: era sufficiente toglierlo potevo diventare un altro personaggio. Era difficile diventare prigioniera di questo personaggio”.

Elena Sofia Ricci passa il testimone a colei che finora è stata la sua co-protagonista Francesca Chillemi, che interpreta ancora una volta il ruolo della novizia Azzurra, cuore pulsante della serie con la sua vivacità e simpatia. “Sono felice di passare il testimone a Francesca. – continua Ricci – Ero in giuria quando ha vinto Miss Italia, ma in questi anni è diventata sempre più bella, dentro e fuori, è diventata una mamma, una donna con una grande sensibilità, con un grande cuore e un’attrice che è cresciuta in maniera straordinaria. Io ho avuto dei grandi maestri e la cosa più bella quando ricevi dei doni così grandi è di poterli restituire un giorno e vederli nello sguardo di chi ti è davanti. In questo io e Suor Angela ci assomigliamo un pochino: questo bisogno di dare, dare, dare”.

Questo passaggio di testimone è avvenuto in maniera davvero naturale, quasi non l’ho sentito. – le fa eco  Chillemi – È stata una scelta accolta da tutti. E vorrei davvero ringraziare tutte queste nuove colleghe con cui ho condiviso questi mesi e, soprattutto, Elena per tutta la crescita sia dal punto di vista professionale e umano. Voglio bene sia ad Elena che a Valeria Fabrizi e me le porterò sempre con me. Che Dio ci aiuti dà quella speranza di potere trovare una famiglia, di potertela costruire. Una famiglia così scalmanata ti fa veramente crescere. Questa serie mi ha veramente scaldato il cuore”.

Al netto dell’elemento di continuità rappresentato da Francesca Chillemi e dagli altri co-protagonisti – come la “quota azzurra” Pierpaolo Spollon -, Che Dio ci aiuti 7 avrà tantissime novità, una su tutti la presenza di Suor Teresa, interpretata da Fiorenza Pieri. Un personaggio che verrà introdotto come una specie di antagonista per poi inserirsi man mano nella famiglia allargata che rappresenta il convento. Nonostante gli inevitabili cambiamenti, infatti, lo spirito della fiction resta sempre lo stesso: improntato a quei valori di accoglienza e spiritualità che da decenni lo fanno amare al pubblico. Un luogo alla cui porta sono tutti felici di bussare, sapendo che verrà sempre aperta con un sorriso.

10 Gennaio 2023

AVP Summit

AVP Summit. Come Rai Fiction e Rai Cinema guardano alle nuove tecnologie?

In che modo la Rai, nelle sue differenti divisioni, vive l'avvicinamento crescente delle nuove tecnologie

AVP Summit

AVP Summit, Rai Fiction e Mediaset cauto ottimismo

All'AVP Summit in corso a Scilla intervengono i capi di Rai e Mediaset. E Maria Pia Ammirati annuncia: "L'amica geniale 4 andrà in onda a novembre, forse con un'anteprima a Venezia"

Videogame

Museo del Cinema, David Cage inaugura Video Game Zone permanente

La masterclass del popolare autore di videogiochi, che riceverà la Stella della Mole, sarà l'evento inaugurale della prima area permanente dedicata ai videogiochi all'interno di un'istituzione museale

Animazione

‘Linda e il Pollo’, l’acclamato film animato francese arriva in sala

Il film di Chiara Malta e Sébastien Laudenbach, vincitore dell'Oscar francese come Miglior film d'animazione ai César, sarà in sala dal 5 settembre


Ultimi aggiornamenti