‘Del Racconto, il Film’, al via il DRIFFest 2024

La 15ma edizione del Festival Cinema&Letteratura tra Bari, Giovinazzo, Mola di Bari, Sannicandro di Bari, carceri di Trani e Turi. Con Marco D’Amore, Emma Dante, Vladimir Perisic, Giorgio Diritti, Margherita Vicario e tanti altri. Dall’11 giugno al 27 luglio


Quindici anni nelle piazze di Puglia con il cinema e la letteratura a fare da bussola. In un presente che consuma tutto rapidamente, il festival Del Racconto, il Film (DRIFFest) si prende il tempo che ci vuole per ragionare sulle cose. La XV edizione dell’unico festival del Sud Italia che associa i libri e i film ai temi sociali, torna dall’11 giugno al 27 luglio in 27 appuntamenti tra Bari (un ritorno dopo due anni, tra largo Vito Maurogiovanni e l’anfiteatro del Municipio 3 al quartiere San Paolo, dove si terranno le proiezioni del Progetto Spazi civici di Comunità), Giovinazzo (piazzale Aeronautica militare), Sannicandro di Bari (corte castello Normanno-Svevo) e Mola di Bari (Chiostro monastero Santa Chiara), con quattro incontri nelle carceri (è l’unico festival pugliese a prevederlo ogni anno) di Trani e Turi.

Senza tappeti rossi, senza dive e divi, ma con “gli uomini e le donne del mondo del cinema e della letteratura che abbiano cose da dire e da mostrarci”. Parola del direttore artistico Giancarlo Visitilli che con la Cooperativa Sociale I Bambini di Truffaut, sostenuti da Ministero della Cultura e Regione Puglia, organizza un festival che sta in strada, senza vergognarsi di far Politica, offrendo, gratuitamente, alle persone uno spazio aperto e libero, per incontrare chi il cinema lo fa, chi i libri li scrive e chi crede che l’unico modo per cambiarci è incontrarsi e nutrirsi di cultura.

Un’edizione ancor più ricca di contenuti in cui confrontarsi – attraverso un film e un libro con l’ausilio di artisti, studiosi, operatori ed esperti, come da tradizione del DRIFFest e diretta evoluzione del lavoro che I bambini di Truffaut svolge sul territorio per tutto l’anno – sulle derive della politica italiana e le tentazioni revansciste, sul disagio sociale e sulle seconde occasioni, sulle famiglie (sbagliate) che ci toccano e su quelle (amorevoli) che ci scegliamo, su diversità e guerra, scoperta di sé e orgoglio femminista.  Non mancheranno le vere star: gli educatori sociali, i maestri e le maestre, gli psicologi, assistenti sociali, insegnanti, psichiatri e tutti quelli che si occupano di infanzia e adolescenza.

Alcuni importanti ritorni a Del Racconto, il Film. Come la scrittrice Romana Petri, che, l’11 giugno, a Mola, inaugura il festival con il suo romanzo “Tutto su di noi”: viaggio nell’inferno di una famiglia malata che farà il paio, a seguire, con la terza regia di Emma Dante, Misericordia. La celebre drammaturga siciliana interverrà con gli interpreti del film, Tiziana Cuticchio e Simone Zambelli.

La serata conclusiva del DRIFFest, la Notte Bianca del Cinema&Letteratura di Puglia, il 27 luglio a Sannicandro, sarà dedicata alla speranza: ospiti che ritornano, Matteo B. Bianchi, premiato nella scorsa edizione per La vita di chi resta, stavolta con il suo romanzo cult Generations of love”e l’attore e regista Marco D’Amore, autore di Caracas, splendido affresco di dolente umanità in una spiazzante Napoli noir.

Del Racconto, la Disobbedienza (Civile), il 3 luglio, porterà a Mola le riflessioni del filologo Luciano Canfora (“Il fascismo non è mai morto”) a confronto con il magistrato Nicola Colaianni e il serbo Vladimir Perisic, regista di Lost Country, potente coming of age, proiettato al DRIFF in anteprima per il Sud Italia.

Margherita Vicario, il 19 luglio, accompagnerà il pubblico di Mola nella visione del suo inno alla libertà femminile in musica, Gloria! (ospiti anche le attrici Anita Kravos e Galatea Bellugi), preceduto dalla presentazione del romanzo “Scuola di solitudine”, la vita dietro di sé svelata da Crocifisso Dentello.

Primo appuntamento in carcere, il 19 giugno, nella Casa circondariale di Turi, in collaborazione con il Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Puglia. Del Racconto, il (non) Lavoro darà spazio al coraggioso Palazzina Laf di Michele Riondino sul primo caso di mobbing italiano nel grottesco contesto dell’Ilva di Taranto. Il regista tarantino interverrà con un videomessaggio mentre a Turi a incontrare i detenuti sarà l’attore Michele Sinisi.

DRIFFest rinnova la collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, grazie alla quale andranno in scena due spettacoli teatrali (unici appuntamenti a pagamento) a Sannicandro: il 26 giugno, lo show in tre monologhi, Pressioni di e con Daniela Baldassarra e, il 10 luglio, Digiunando davanti al mare, un progetto di Giuseppe Semeraro dedicato a Danilo Dolci poeta, intellettuale, pedagogo, attivista della non violenza, per la regia di Fabrizio Saccomanno. Sezione teatrale che si completa, il 27 giugno, con Ulisse, uno di noi, esito di un laboratorio organizzato da I bambini di Truffaut con i detenuti del carcere di Trani, a cura dell’attrice Ilaria Cangialosi, in collaborazione con Orizzonti Solidali di Fondazione Megamark.

Di guerra, con le sue aberrazioni razziste, e di un’amicizia che attraversa la storia d’Italia, si parlerà il 18 giugno a Giovinazzo, grazie a Eravamo immortali di Marco Cassardo e all’intenso Lubo di Giorgio Diritti, regista che sarà accompagnato dall’attore Filippo Giulini.

Il ritorno è lontano di Alessandra Sarchi il 12 luglio a Bari metterà al centro il desiderio maternità e il senso inadeguatezza di una donna alle prese con l’affido di un bambino (nella stessa serata sarà proiettato il dramma tedesco La sala professori di İlker Çatak, candidato all’Oscar al miglior film in lingua straniera nel 2024) mentre I giorni di vetro di Nicoletta Verna, il 25, ci parlerà di un periodo segnato dalla violenza radicale e dalla prevaricazione maschile – il Ventennio – ma anche dell’inesauribile fiducia nell’essere umano. Spazio alla distopia politica condita di femminicidi de Il mangiafemmine di Giulio Cavalli e all’elaborazione del lutto di una coppia di genitori in “Inventario di quel che resta dopo che la foresta brucia” di Michele Ruol.

Da non perdere, il 20 luglio, a Bari, in collaborazione con Libera Puglia, Del Racconto, La realtà (non finzione), una serata che accenderà i riflettori sulla deriva della politica grazie all’acclamato romanzo Il gregge dello scrittore foggiano Davide Grittani; ospiti anche don Angelo Cassano, referente regionale di Libera e il magistrato Nicola Colaianni.

Storie di resistenza al femminile grandi protagoniste del DRIFFest 2024. Con il film La seconda vita di Vito Palmieri, che sarà al festival insieme alla sua protagonista Marianna Fontana, così come con Vittorio Moroni, e il lungometraggio L’invenzione della neve, con Elena Gigliotti, attrice rivelazione nel personaggio di una madre vitale ed eccessiva che lotta per sua figlia. E ancora, con L’anima in pace di Ciro Formisano, ambientato in un duro quartiere di periferia e illuminato dalla presenza della protagonista Livia Antonelli. Regista e attrice saranno a Giovinazzo, il 18 luglio, in una serata dedicata anche alle ipocrisie della provincia italiana, esaminate con piglio arguto da Una banda di scemi dello scrittore, vignettista e autore teatrale, Amleto De Silva, a colloquio con l’avvocato e candidato a sindaco di Bari, Michele Laforgia.

Dell’infanzia che deve per forza finire e dell’adolescenza che cerca il proprio spazio si parlerà nel doppio incontro incentrato sul film Piano Piano di Nicola Prosatore, ospite il 16 luglio nella Casa circondariale di Trani e, il giorno dopo, a Sannicandro, con gli attori del film, Antonia Truppo, due volte David di Donatello, e Antonio De Matteo, uno dei volti più amati della serie Mare Fuori. Quella sera, Del Racconto, la Vita (violata), accoglierà anche lo scrittore barese Andrea Piva, autore dello psichedelico excursus nella sofferenza attraverso i riti di morte e rinascita de “La ragazza eterna”.

I premi, realizzati appositamente per il DRIFF dall’artista pugliese Gianni Marsico, andranno al Miglior film sezione I quattrocento colpi (6 film in lizza), al Miglior film sez. La terra vista dalla luna, il “Premio Francesco Laudadio” al Miglior Interprete e al Miglior libro Non ci resta che leggere (12 romanzi in lizza): riconoscimenti che vengono assegnati in base ai giudizi degli spettatori del festival espressi ogni sera e che verranno consegnati nel corso della serata conclusiva.

Saranno con noi anche gli autori Alice Valeria Oliveri, Stefano Bon, Alberto Ravasio, Adrián N. Bravi. Dal cinema arrivano anche Tiziana Schiavarelli, Umberto Sardella, Corrado Azzollini (produttore Draka), Beppe Cino, Marco Risi, Lucia Rossi, Irene Magnani, Giuseppe Gimmi, Fabio Leli. Inoltre, Antonio Giampietro (Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia), la psicologa Silvia Godelli, i docenti Fausta Demichele, Mella Sciancalepore, Graziana Moro e Toni Demario, i lettori forti Anna Cantatore e Maila Cavaliere, l’interprete Lara Maroccini, l’editrice Giorgia Antonelli, Grazia Vulpis, presidente Coop GEA, gli studenti dell’I.C. Sarnelli De Donato Rodari e le giornaliste Claudia Bruno, Gilda Camero, Alessia De Pascale, Antonella Gaeta, Anna Puricella e Francesca Savino.

Questa edizione di Del Racconto, il Film è sostenuta da Regione Puglia, da Apulia Film Commission, dai Comuni di Bari, Giovinazzo, Mola di Bari, Sannicandro di Bari, Carceri di Trani e Turi, dall’ufficio Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale Regione Puglia, dal Teatro Pubblico Pugliese. (gp)

07 Giugno 2024

Festival

Festival

‘Il Cinema Ritrovato’, a Bologna torna il Paradiso dei cinefili

480 film in 9 giorni con grandi maestri italiani e internazionali in 8 sale e 3 location all'aperto, dal 22 al 30 giugno allo storico festival promosso dalla Cineteca di Bologna

Festival

Extra Villae celebra i 100 anni del Luce

Dal 23 giugno al 28 luglio Villa Adriana e Villa d’Este, dichiarate dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità, e il Santuario di Ercole Vincitore, diventano palcoscenico di ExtraVillæ – Metamorfosi in bellezza. Tra gli eventi la celebrazione del centenario del Luce

Festival

L’Italia Film Fedic premia Elisabetta Pellini e Anna Bonaiuto

Al via ila 74ma edizione del Festival di Montecatini Terme, in programma dal 19 al 23 giugno 2024

Festival

‘Una notte in Italia’, torna il Festival del Cinema di Tavolara

La 34° edizione dal 16 al 21 luglio nell’isola sarda. Tante le novità, a partire da Neri Marcoré che curerà spettacoli e presentazioni. Tra gli ospiti anche il pluripremiato cast di Io Capitano. Madrina dell’evento Aurora Ruffino


Ultimi aggiornamenti