Cannes 23, le locandine della Semaine e della Quinzaine

La 62ma Semaine de la Critique omaggia il successo di Aftersun di Charlotte Wells, mentre la 55ma Quinzaine des Réalisateurs celebra il 30mo anniversario de La valle del peccato di Manoel De Oliveira


Le due sezioni indipendenti del Festival di Cannes, La Semaine de la Critique e la Quinzaine des Réalisateurs hanno svelato le locandine per le edizioni 2023, rispettivamente la 62ma e la 55ma, scegliendo di omaggiare due registi del loro passato.

 

La Semaine de la Critique sceglie un’immagine tratta da Aftersun di Charlotte Wells, il film più apprezzato della scorsa edizione. La fotografa e artista Sarah Makharine cattura un caldo abbraccio tra i protagonisti, il candidato all’Oscar Paul Mescal e Frankie Corio. Un momento fuori dal tempo, intimo e leggiadro, un gesto semplice che avvolge e rassicura. Sia una scoperta che un incontro: due straordinari attori si incontrano attraverso le generazioni, rivelando le loro potenti e sottili interpretazioni delle immagini familiari – eppure nuove – del film.

 

“Provo profonda gratitudine verso Ava e il team per l’opportunità che ci hanno dato di condividere il film con il pubblico per la prima volta e per questo dono di aver scelto un’immagine dal nostro set per rappresentare l’edizione di quest’anno”. Ha dichiarato la regista.

 

Il manifesto della Quinzaine des Réalisateurs, invece, contiene un tributo al grande cineasta portoghese Manoel De Oliveira, in particolare, al magnifico La valle del peccato, ispirato a Madame Bovary di Gustave Flaubert. 

La scelta di quest’immagine vuole celebrare il 30mo anniversario della selezione del film, presentato in anteprima alla Quinzaine des Réalisateurs del 1993.

 

 

C.DA
30 Marzo 2023

Cannes 2023

Cannes 2023

Da 1 a 5, le pagelle dei critici da Cannes 2023

Ecco i voti assegnati da alcuni critici italiani e internazionali ai film in concorso a Cannes 2023. Un articolo in aggiornamento per seguire da vicino la kermesse e conoscere in anteprima le opinioni sui titoli più attesi

Cannes 2023

Cannes76, il palmarès non parla italiano: la Palma torna in Francia

La parola alla Palma d’oro Justine Triet, a Tran Anh Hùng Miglior Regista, al giapponese Kōji Yakusho, Miglior Interpretazione Maschile per Perfect Days di Wim Wenders

Cannes 2023

Ruben Östlund: “Lunga vita ad Anatomy of a Fall!”

Il regista Ruben Östlund ha parlato in occasione della conferenza di chiusura del 76mo Festival di Cannes in cui la Giuria da lui presieduta ha assegnato la Palma d'Oro ad Anatomy of a Fall di Justine Triet

Cannes 2023

Cannes76, la Palma d’Oro a ‘Anatomy of a Fall’ di Justine Triet

La giuria presieduta da Ruben Östlund ha assegnato la Palma d’Oro al francese Anatomy of a Fall di Justine Triet, la terza regista donna a riuscirci nella storia della competizione dopo Jane Campion e Julia Ducournau


Ultimi aggiornamenti