Bookciak, Azione! Al via le iscrizioni per il 2024

La premiazione si terrà il 27 agosto alle Giornate degli Autori


Cinema e letteratura insieme per raccontare “la pace quotidiana” nella XIII edizione di Bookciak, Azione!, tradizionale appuntamento della pre-apertura delle Giornate degli Autori in collaborazione con i Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI).

Al via il 12 febbraio le iscrizioni per partecipare al concorso cine-letterario, ideato e diretto da Gabriella Gallozzi, che premia alle Giornate degli Autori nell’ambito della Mostra di Venezia i migliori bookciak: corti sperimentali realizzati da giovani filmmaker, entro i 35 anni, ispirati ai libri dell’editoria indipendente. Poi in tour tutto l’anno attraverso festival italiani e internazionali.

Il 10 giugno 2024 è la deadline per iscriversi e il 10 luglio quella per inviare cortometraggi.

I libri che quest’anno fanno da traccia ai corti sono a loro volta i vincitori della III edizione Bookciak Legge, concorso nel concorso e primo step della complessa organizzazione di Bookciak, Azione!.

La giuria capitanata da Marino Sinibaldi, affiancato dalla regista Laura Luchetti e dal drammaturgo Roberto Scarpetti hanno premiato tre titoli, legati insieme dal tema, “la pace quotidiana”.

Per la categoria narrativa ha vinto Nuovo e vecchio mondoraccolta di scritti di Clelia Romano Pellicano, riscoperti e curati da Clara Stella (Le plurali 2023). Un omaggio alla Nellie Bly napoletana, Clelia Romano Pellicano (1873 – 1923) nel centenario della sua scomparsa. Giornalista, scrittrice e suffragista dall’albero genealogico stellare, la vita e il pensiero di Clelia brillano di coraggio, ostinazione e sorellanza, e portano chi legge a confrontarsi con le radici misogine e patriarcali dell’Italia prefascista. Una selezione dei suoi scritti, sia saggistici che narrativi, curati da Clara Stella, ricercatrice e studiosa dell’universo letterario delle donne.

Per i graphic novel ha vinto Il racconto della roccia di BeneDì (Coconino Press – Fandango 2023). Benjamin è un ragazzino ebreo, Hakim è musulmano. Sono cresciuti insieme in un villaggio dello Yemen, dove per secoli le due comunità hanno convissuto in un clima di pace e reciproca tolleranza, fino all’arrivo di un misterioso demone che getta un’ombra sul dialogo tra gli abitanti e sparge i semi della diffidenza e del sospetto. Come sconfiggerlo? Mentre gli adulti intorno perdono la testa, i due ragazzini cercano la strada per salvare la loro amicizia nel sorprendente esordio della giovanissima BeneDì (classe 1997), alias Benedetta D’Incau.

Per la categoria poesie, infine, ha vinto La grande nevicata di Federico Italiano (Donzelli 2023)Concepita in un biennio segnato dalla pandemia, dallo scoppio della guerra in Ucraina, dal riemergere della minaccia nucleare e dall’ombra fascista sul futuro dell’Europa, La grande nevicata è un viaggio verticale tra presente e passato che esplora “la distanza tra una pagina e la pace”, è una perenne oscillazione tra eventi, oggetti e habitat di un poeta nato in Piemonte nel pieno degli anni di piombo ma cresciuto nella generazione post-sessantottesca. Quella grande gelata che invase l’Italia nel gennaio del 1985 è lo spartiacque nella vita del poeta rispetto agli eventi storici contemporanei (il “disgelo” nella Guerra Fredda, l’ascesa di Gorbaciov) coniugando ricordo e meteorologia, erotismo e riflessione filosofica, infanzia e vita adulta.

Ogni concorrente potrà realizzare il suo bookciak ispirandosi in totale libertà ad uno di questi titoli, sperimentando linguaggi e tecniche. L’unico vincolo: tre minuti di durata. Le iscrizioni sono gratuite e chiudono il 10 giugno 2024, basta scrivere a info@bookciak.it indicando il titolo del libro scelto. La consegna dei corti è entro il 10 luglio.

C’è anche un quarto libro destinato ad ispirare i bookciak 2024. È il romanzo Il ragazzo con la tuta blu di Peppe Lomonaco (in uscita a marzo per edizioni LiberEtà) protagonista della sezione Memory Ciak che torna anche quest’anno come felice sinergia con Spi-CGIL, LiberEtà e il Premio Zavattini per rimettere in circolo la memoria attraverso il dialogo tra generazioni. Vincitore a sua volta del premio Guido Rossa 2023 il libro racconta una storia operaia e di emigrazione nell’Italia dei ’60. Quella di un giovane che lascia la Puglia per Milano e scopre la vita di fabbrica, la sveglia alle cinque, la convivenza e la solidarietà coi compagni di squadra, gli scioperi, la strage di Piazza Fontana. Il bookciak che, invitiamo i concorrenti a realizzare con più fedeltà al racconto, potrà essere creato anche utilizzando il materiale di repertorio dell’AAMOD, messo a disposizione gratuitamente dal premio Zavattini, la cui direzione sceglierà il vincitore della sezione Memory Ciak.

I bookciak vincitori saranno premiati il 27 agosto nell’ambito della pre-apertura delle Giornate degli Autori, alla presenza dei giurati di Bookciak, Azione! (Wilma Labate, Teresa Marchesi e Gianluca Arcopinto) e del presidente di giuria che sarà annunciato a maggio nel solco dei grandi nomi che hanno accompagnato il Premio fin qui: Ettore Scola, Citto Maselli e Ugo Gregoretti che hanno tenuto a battesimo il premio nel 2012. E poi a seguire Gabriele Salvatores, Ascanio Celestini, Daniele Vicari, Lidia Ravera, Roberto Mattotti, Mannarino, Zerocalcare, Cecilia Strada, Nichi Vendola.

Dopo la prima veneziana i bookciak vincitori avranno l’opportunità ulteriore di un tour promozionale attraverso una decina di festival nazionali e internazionali a cui si è appena aggiunto il Biografilm di Bologna, che nell’ambito dell’Adaptation Market, all’interno di From Book to Film, il 12 giugno, ospiterà un case study sui tredici anni di attività di Bookciak e gli editori vincitori dell’edizione 2024 di Bookciak Legge.

Tra le novità 2024 c’è anche La nave di Teseo scelta come “casa editrice dell’anno”. Da loro edito il libro L’urlo. Israele e Palestina. La necessità del dialogo al tempo della guerra di Tahar Ben Jelloun che inaugura il nuovo percorso del premio. Gli studenti dell’Istituto Michelangelo Antonioni di Busto Arsizio ne faranno un bookciak che sarà presentato a Venezia.

Restando in ambito editoriale: la cerimonia di premiazione di Bookciak Legge 2024 si svolgerà il prossimo 18 aprile alla Casa delle Letterature di Roma dove saranno presentati anche i finalisti. Per la narrativa: la raccolta di racconti I segreti di tutti di Benedetto Saraceno (Marcos y Marcos 2023) e il romanzo I pirati della selva di Mario Balsamo (Red Star Press 2023). Per i graphic novel: Rebis di Carlotta Dicataldo e Irene Marchesini (Bao Publishing 2023) e Le mantidi di Sara Dealbera (Tunuè 2023). E, infine, per la poesia: Ipotesi del vero di Giorgio Ghiotti (LiberAria 2023) e di Francesca Del Moro (Gattomerlino).

Bookciak, Azione! è prodotto da Associazione Calipso, Bookciak Magazine. Col sostegno di MIC, Spi-CGIL e LiberEtà. In collaborazione con Giornate degli Autori, SNGCI, Premio Zavattini, ANAC, Isola Edipo, Premio Solinas, FICC, Nel Blu Studios, Premio Emilio Lussu, Festa di cinema del reale, Le giornate della luce, Mostra internazionale del nuovo cinema di Pesaro, Biografilm, Vo-Vf. Traduire le monde, Other Movie Filmfest.

Bookciak Legge è prodotto da Associazione Calipso, Bookciak Magazine, col patrocinio dell’Assessorato alla cultura del Comune di Roma, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura del Mic, in collaborazione con Più libri più liberi, ADEI e Fice.

Tutte le info suwww.premio-bookciak-azione.it  e www.bookciakmagazine.it

redazione
12 Febbraio 2024

Ultimi aggiornamenti