Benedetta Porcaroli, a Berlino sognando la regia

La giovane attrice, che ha da poco terminato le riprese di Vangelo secondo Maria di Paolo Zucca, non esclude di passare alla regia


BERLINO – È Benedetta Porcaroli a rappresentare l’Italia alle European Shooting Star edizione 2023. L’attrice è stata scelta per la sua interpretazione in Amanda, opera prima di Carolina Cavalli presentata in Orizzonti alla 79esima Mostra del Cinema di Venezia, ma selezionata anche per la i suoi ruoli più recenti e noti, quello nel film La scuola cattolica di Stefano Mordini e nella serie Baby diretta da Andrea De Sica e Letizia Lamartire.

“Sono molto felice di essere qui in questa edizione presieduta da Kristen Stewart che è un’attrice che adoro”, commenta Benedetta Porcaroli. “Essere qui mi permette di incontrare tantissime persone che fanno il mio lavoro ma anche casting director, direttori di produzione, ed è fondamentale avere un’interazione con gli altri paesi e rendersi conto di cosa succede oltre il nostro confine”.

Benedetta è una delle 10 European Shooting Star, e accanto a lei ci sono Joely Mbundu (Belgio), Alina Tomnikov (Finlandia), Leonie Benesch (Germania), Thorvaldur Kristjansson (Islanda), Yannick Jozefzoon (Paesi Bassi), Kristine Kujath Thorp (Norvegia), Judith State (Romania), Gizem Erdogan (Svezia) and Kayije Kagame (Svizzera). Se da poco l’abbiamo vista ne Il colibrì di Francesca Archibugi, ha invece terminato le riprese di Vangelo secondo Maria di Paolo Zucca ed è anche interprete di Enea di Pietro Castellitto. Senza alcuna esitazione si può dire che la sua carriera da attrice è ormai lanciata, e se proprio deve sognare in grande nel suo futuro non esclude il debutto alla regia: “avere il controllo di una storia e decidere dove farla andare, poter gestire quella responsabilità è bellissimo. È bellissimo fare anche l’attrice, però insomma stare da tutte e due le parti della macchina da presa non lo escludo”.

Tra i film che l’hanno molto colpita, quelli del cuore, ci sono 8 ½ di Federico Fellini e The Tree of Life di Terrence Malick. Il vero colpo di fulmine con il cinema non è avvenuto però tramite una storia sul grande o piccolo schermo ma direttamente sul campo. “Quando ho iniziato a lavorare ho capito che questo era il posto giusto per me e mi dicevano di trovare un piano B perché è un mestiere sempre molto precario e invece io ho voluto scommettere su questa strada e non mi sono voltata indietro”.

A rappresentare l’Italia alle European Shooting Star nelle scorse edizioni Sara Serraiocco e Matilda De Angelis.

18 Febbraio 2023

Berlino 2023

Berlino 2023

Berlinale Forum, Barbara Wurm nominata nuova direttrice

Dal 1 agosto 2023 assumerà la direzione della sezione curata e gestita in modo indipendente dall'Arsenal – Institute for Film and Video Art. Wurm succede a Cristina Nord

Berlino 2023

Giacomo Abbruzzese: con Hélène Louvart un lavoro di simbiosi

"Sono felicissimo del premio che ha ricevuto il film, a maggior ragione considerando che si tratta di un’opera prima”, ha detto con entusiasmo Giacomo Abbruzzese, regista di Disco Boy. “Mi è stato detto che è uno dei film più amati dalla giuria, in molti suoi aspetti: ne sono onorato"

Berlino 2023

Il documentario ‘Sur l’adamant’ di Nicolas Philibert vince l’Orso d’oro

Il documentario francese Sur l'adamant di Nicolas Philibert vince l'Orso d'oro della 73ma Berlinale, a Roter Himmel di Christian Petzold Orso d'argento Grand Jury Prize

Berlino 2023

Borgonzoni: “Impegno costante del governo per le categorie dello spettacolo”

Il sottosegretario al Ministero della Cultura Lucia Borgonzoni interviene a proposito del tema sollevato dall’attore Pierfrancesco Favino al Festival di Berlino


Ultimi aggiornamenti