Barillari in ospedale, il re dei paparazzi picchiato in via Veneto da Depardieu

Il fotoreporter: “ho beccato 'la sveglia', qui è tornata la dolcevita. Ma ora lo denuncio!”


Scene da Dolcevita oggi a Roma. Scene brutte. Sono le 14 circa all’Harry’s bar di via Veneto. Secondo quanto ricostruito dall’agenzia Adnkronos, Gerard Depardieu sta pranzando insieme alla compagna e ad altre quattro persone ai tavolini all’aperto dello storico locale della Capitale.

La sua presenza non può passare inosservata al re dei paparazzi, Rino Barillari. Il fotoreporter sfodera la sua macchina fotografica, si avvicina al tavolo e con il sorriso immortala i commensali. Una sorpresa evidentemente non gradita: la compagna dell’attore francese tenta di bloccare Barillari, gli afferra un braccio e lui cerca di divincolarsi, ma a quel punto Depardieu, prima gli tira del ghiaccio e poi, con uno scatto di reni inatteso per il suo fisico robusto, si avventa sul fotografo e lo colpisce con tre pugni al volto, scaraventandolo a terra.

Stando a quanto riportato dalla stessa agenzia, Barillari è stato assistito dal titolare del locale, quindi portato in ospedale per essere sottoposto alle cure del caso.

Depardieu mi ha dato tre cazzotti in faccia. Mi fa male la testa oh, mica ho più 15 anni, ce ne ho 79“. Quando Rino Barillari racconta all’Adnkronos l’aggressione subita da Gerard Depardieu in uno dei locali della storica via della ‘Dolcevita’ romana, ha ancora la voce rotta dallo spavento.

“Oggi c’è sciopero dei taxi in città, quindi io sono arrivato in via Veneto a piedi” – dice il fotoreporter del ‘Messaggero’. “Di nascosto ho fotografato lui insieme a una ragazza bella, bellissima. Lei se n’è accorta e mi ha lanciato un po’ di ghiaccio. Una cosa normale, i personaggi famosi sta scena la fanno sempre… Mai mi sarei aspettato però quello che è successo dopo: quando è uscita, infatti, è arrivata verso di me dicendo ‘merd’. Io ho fatto un passo indietro e le ho sorriso. Ma poi è arrivato lui. Mamma mia quanto è grosso, non ho fatto in tempo a capire quello che stava succedendo che mi ha dato tre cazzottoni in faccia, mi fa male tutto il lato destro. Ho beccato la sveglia, qui è tornata la Dolcevita da capo. A Cannes fanno il cinema e qui le stronzate”.

Adesso però so’ affari suoi. Ora vado in ospedale, perché mi sa che mi so’ rotto qualcosa e poi lo denuncio ai carabinieri. Aho’ – dice – ‘a guera è guera‘”.

”Stavo prendendo un caffè quando ho visto Gerard Depardieu aggredire all’improvviso Barillari”. A parlare è anche Gianni Riotta, testimone oculare dell’aggressione. Il giornalista si è trovato al centro della notizia, in via Veneto, dove nel frattempo sono arrivate le pattuglie dei carabinieri.

“Erano scene che succedevano fino a 15 anni fa”, ha commentato il titolare dell’Harry’s Bar. “Oggi sembra di essere tornati indietro nel tempo e veramente non ce lo aspettavamo. “Siamo abituati ai personaggi famosi, ma non eravamo più abituati a queste scazzottate”.

21 Maggio 2024

Attori

Attori

Rosa Diletta Rossi: “La mia Maria Corleone, mossa dalla vendetta come Uma Thurman in Kill Bill”

La 35enne è stata premiata ai Maximo Awards come Miglior attrice per la serie. In quest'ultima stagione ha interpretato anche la giovane Alda Merini nel film tv di Roberto Faenza e Irene Nardiello in Per Elisa-Il caso Claps

Attori

Carmen Giardina: “Con Anna Piaggi nel mondo di Lagerfeld”

L'attrice genovese è nel cast internazionale di Becoming Karl Lagerfeld, la serie Disney+ sul Kaiser della moda. Del suo personaggio, Anna Piaggi, dice: "Il suo modo di vestire era un'opera d'arte concettuale"

Attori

Caterina Forza: “Guardando ‘Prisma’ i giovani finalmente possono dire: noi siamo così”

L'attrice romana, 25 anni, è tornata a interpretare Nina nella seconda stagione della serie young adult di Ludovico Bessegato, disponibile su Prime Video

Attori

Il Me Too non basta, le attrici britanniche fondano un’autorità garante contro le molestie

Da Keira Knightley a Cara Delavingne, Emerald Fennell, Ruth Wilson, Naomie Harris e Carey Mulligan, sono molte le star a ritenere che i casi di maltrattamenti continuino ad abbondare


Ultimi aggiornamenti