Alice nella città: red carpet con webstar e omaggio a Wenders

Sul tappeto rosso dell’Auditorium di Roma, sfileranno Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda, protagonisti di Game Therapy. Film di chiusura è la versione restaurata di Alice nelle città


Sul red carpet dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, sfileranno il 21 ottobre, insieme a 40 youtuber italiani, Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda, le 4 webstar italiane più famose del momento e protagoniste di Game Therapy. L’action-fantasy movie diretto da Ryan Travis viene presentato in anteprima, fuori concorso, ad Alice nella città, manifestazione dedicata alle giovani generazioni e alle famiglie, che si tiene dal 16 al 24 ottobre.
Come film di chiusura, dopo la premiazione, verrà proiettata la versione restaurata digitale 2 k di Alice nelle città di Wim Wenders, un omaggio al famoso regista dal festival che prende il nome dal famoso film del ‘74. 

Alice propone 13 opere nel Concorso Young Adult, 3 film Fuori Concorso e 4 eventi speciali, programmati all’Auditorium Parco della Musica. Inoltre il programma s’arricchisce di Alice/Panorama che, con il proposito di rendere il cinema sempre più accessibile al pubblico, presenta altri 10 titoli al Cinema Avorio, chiuso nel 2009 e riaperto temporaneamente nel quartiere Pigneto, che ospiterà anche le repliche di Alice e della Festa di Roma presso il Nuovo Cinema Aquila.
La nuova sigla di Alice è stata realizzata da Fabio Mollo, regista che aveva debuttato ad Alice 2013, con Il sud è niente. Quest’anno, inoltre, le opere prime presentate si contendono il premio Camera d’Oro Taodue, che sarà assegnato da una giuria di cui farà parte anche l’attore Michele Riondino.

13 i film del Concorso Young Adult, votati da un giuria composta da 22 ragazzi/e tra i 15 e i 18 anni, l’Italia è presente con il film Il bambino di vetro di Federico Cruciani. Dalla Gran Bretagna arriva Departure di Andrew Steggall; dalla Turchia Mustang di Deniz Gamze Ergüven, presentato alla Quinzaine des réalisateurs 2015 e candidato dalla Francia come miglior film straniero agli Oscar; la Norvegia partecipa con Returning Home di Henrik Martin Dahlsbakken; dagli Stati Uniti arrivano Scout di Laurie Weltz, Grandma commedia scritta e diretta da Paul Weitz e Jack of the Red Hearts di Janet Grillo; dalla Francia The Big Day di Pascal Plisson, Microbe & Gasoline di Michel Gondry e Childhood di Philippe Claudel, presentato in collaborazione con la Festa di Roma; dalla Germania Four Kings di Theresa von Eltz e dall’India The New Classmate di Ash-winy Iyer Tiwari. Il 13° film di concorso, in collaborazione con la Festa del Cinema, verrà annunciato nei prossimi giorni.

Sono 10 i film Alice/Panorama che affrontano i temi dell’adolescenza e della giovinezza con un linguaggio più adulto, a differenza del concorso Young Adult. A inaugurare la programmazione del cinema Avorio saranno The Wolfpack di Crystal Moselle, Gran premio della giuria all’ultimo Sundance Film Festival e Street Opera di Haider Rashid, con Elio Germano, attore e rapper del gruppo Bestierare. Gli altri film: Raging Rose di Julia Kowalski prodotto da Valerie Donzelli, Monitor di Alessio Lauria con Michele Alhaique, Valeria Bilello, Riccardo De Filippis, Claudio Gioé, film nato per il web; Long Way North di Rémi Chayé; Sleeping Giant di Andrew Cividino, presentato alla Semaine de la Critique e al Festival di Toronto; Closet Monster di Stephen Dunn; The Boy and the Beast del Maestro Mamoru Hosoda, Alias Maria di Josè luis Regules e The New Kid di Rudi Rosenberg.

In anteprima mondiale, il 18 ottobre, arriva sul red carpet di Alice Belle e Sebastien – L’avventura continua di Christian Duguay, secondo capitolo della saga con Belle, il cane dei Pirenei. Altro titolo, presentato in collaborazione con la Festa di Roma, è Il piccolo principe, l’adattamento cinematografico del classico della letteratura per ragazzi di Antoine de Saint-Exupéry, diretto da Mark Osborne con le voci italiane di Toni Servillo, Paola Cortellesi, Stefano Accorsi, Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Giuseppe Battiston, Pif  e Alessandro Siani.
Ultimo titolo fuori concorso è la co-produzione italo francese Iqbal: bambini senza paura, cartoon di Fuzellier&Payami, perno centrale di un più vasto progetto transmediale sulle tematiche del lavoro minorile e della descolarizzazione.
Nel primo week end, sarà proiettato in anteprima italiana come evento speciale, Pan – Viaggio sull’isola che non c’è, di Joe Wright con Hugh Jackman.

A pochi giorni dalle celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale dell’Alimentazione a Expo 2015, ci sarà inoltre la proiezione del cortometraggio di Costanza Quatriglio The Zero Hunger Challenge dedicato al tema delle Nazioni Unite per Expo Milano 2015: “Sfida Fame Zero. Uniti per un mondo sostenibile” ed anche Emergency sarà presente al Pigneto.
Le schede e le immagini di tutte le opere sono a disposizione su: www.alicenellacitta.com

23 Settembre 2015

Roma 2015

Roma 2015

Lezione criminale con Alfred Hitchcock

Mercoledì 18 novembre alla Casa del Cinema Giancarlo De Cataldo e Mario Sesti, insieme a Giorgio Gosetti, analizzeranno alcune scene del maestro del brivido. A introdurre l'incontro l'attore Pino Calabrese

Roma 2015

New Cinema Network, nella fabbrica del cinema italiano che verrà

Viaggio tra i progetti italiani presentati al mercato di coproduzione all’interno del MIA. Da La dea delle acque calme di Elisa Amoruso all'opera prima di Fulvio Risuleo, Guarda in alto, dal nuovo film di Costanza Quatriglio Sembra mio figlio al 'western' in salsa sicula firmato da Giovanni La Pàrola, Il mio corpo vi seppellirà, a Palato assoluto di Francesco Falaschi. Ecco cosa ha catturato l’attenzione degli operatori internazionali venuti a Roma a caccia di storie

Roma 2015

Angry Indian Goddesses vince il Premio del Pubblico BNL

Il film dell'indiano Pan Palin, buddy movie al femminile, è un ritratto fresco e spigliato delle donne dell'India di oggi, gli spettatori della Festa del cinema di Roma hanno votato online tramite un sistema elettronico

Roma 2015

La buona stella di Paola e Carlo

“Ho scoperto Verdone a casa, con i suoi personaggi visti e rivisti in tv, era diventato uno di famiglia. Sul set è un regista molto serio, scientifico, sa bene cosa vuole, anche se un terzo del film è improvvisato”, dice di lui l'attrice Paola Cortellesi protagonista alla Festa del cinema con l'attore e regista romano degli Incontri ravvicinati. Lui l’ha scoperta al cinema e in tv come attrice comica, brillante e anche drammatica: “è dirompente, abbiamo la stessa ironia e c’è una grande sintonia tra noi”. Presto li vedremo nei rispettivi film Gli ultimi saranno ultimi e L'abbiamo fatta grossa


Ultimi aggiornamenti