4 luglio 2023, la rassegna stampa

Le buone notizie dal box office di giugno, il lutto nella famiglia De Niro, la nuova serie thriller con Sutherland, Drusilla Foer e la voglia di raccontarsi in un film, l'omaggio a Francesco Nuti


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

BOX OFFICE: GIUGNO DA RECORD

Su Il Giornale, Viviana Persiani analizza i dati dei box office di giugno, rilevando risultati incoraggianti per il cinema, che “tutte le teorie vorrebbero morto dopo la riapertura post pandemia”. La settima arte è ancora viva, “I 28.598.990 euro che rappresentano il box office complessivo dello scorso mese stanno a dimostrarlo”. Una festa per il cinema, meno per Indiana Jones, tra i protagonisti della stagione estiva ma al di sotto delle previsioni di incasso. “Il che non ha impedito di chiudere i suoi quattro giorni con un totale di 4 milioni di euro”.

FAMIGLIA DE NIRO IN LUTTO

Lutto per Robert De Niro e la sua famiglia: morto a 19 anni Leonardo De Niro Rodriguez, nipote dell’attore. “Sono profondamente addolorato per la scomparsa del mio amato nipote Leo – ha dichiarato De Niro – Apprezziamo molto le condoglianze di tutti. Chiediamo che ci venga data la privacy per piangere la perdita di Leo”.

DRUSILLA FOER: “VORREI RACCONTARMI IN UN FILM”

Drusilla Foer si prepara a tornare sul grande schermo con il film Cattiva Coscienza di Davide Minnella. “Prima non sapevo neanche cosa fosse un controcampo”, ha raccontato l’attrice a Stefania Ulivi sul Corriere della Sera, “ora mi piacerebbe raccontare Drusilla, scrivere un film su come è nata, raccontarla a fondo”.

RABBIT HOLE, KIEFER SUTHERLAND SPIA AZIENDALE

Disponibile su Paramount+, Rabbit Hole è la nuova serie spionistica che racconta la “manipolazione e l’inganno che appartengono al mondo di oggi”. A raccontarlo nel dettaglio è il suo protagonista, Kiefer Sutherland. “Il mio personaggio è un uomo complesso e complicato, io non lo sono così tanto”,  ha riflettuto in un incontro con la stampa oggi riportato da Chiara Maffioletti sul Corriere della Sera: “Sono sempre stato interessato a capire perché le persone fanno certe cose”.

“LA BATTUTA GIUSTA? BASTA OSSERVARE IL MONDO”, A LEZIONE DA VANZINA

“Diceva un umorista francese: speriamo che il mondo resti ridicolo”, così Enrico Vanzina su La Gazzetta del Mezzogiorno nell’intervista a cura di Claudio Frascella. Il regista è a Taranto per presentare il libro Il cadavere del Canal Grande. “Da piccolo c’era mio padre che invitata Risi, Monicelli, De Sica, Comencini, Lattuata e ancora Scola e tanti altri: casa di riempiva di cinema”. Vanzina riflette sui comici incontrati lungo la propria vita, da Totò (“non abitava lontano da casa mia”) a Villaggio (“un uomo di grande spirito e immensa cultura”).

ROAD TO OPPENHEIMER, SI AVVICINA NOLAN

L’estate 2023 è anche di Cristopher Nolan, che a luglio tornerà nelle sale con Oppenheimer, film in cui racconta la vita del fisico americano che inventò la bomba atomica. “La temperatura è già altissima”, scrive oggi Gloria Satta su Il Messaggero riportando le prime dichiarazioni del regista, che promette “emozioni devastanti”. Il film, biopic di tre ore in parte in bianco e nero, è “la nota fuori dal coro” della stagione dei blockbuster, ma “per imporsi al botteghino punta tutto sulle immagini ultra spettacolari realizzate in 70mm da cineprese Imax e il cast stellare con Cilian Murphy, Matt Damon, Robert Downey Jr, Florence Pugh”. Sugli interrogativi sollevati dal film, Nolan ha promesso che “il pubblico sarà portato a discuterne”.

L’ESTATE SI ANIMA DI CULT

 “A volte ritornano”, titola oggi un articolo de La Repubblica a cura di Alerto Crespi, che riflette sui cartelloni delle arene estive e dei cinema durante la stagione estiva, peculiarmente rianimata anche da cult e classici pop. “Di recente classici come Toro ScatenatoAnimal House e il primo Alien sono tornati in sala e si sono difesi dignitosamente”. Spesso i cult vincono anche sulla novità, “perché un nuovo thriller può rivelarsi una delusione, mentre con Profondo Rosso gli spaventi sono assicurati”. Il bello del cinema “è anche ri-vedere, come ben sanno coloro che hanno visto Titanic decine e decine di volte”.

OMAGGIO A NUTI: A ROMA LA SERATA IN RICORDO

Annunciata serata di ricordo per Francesco Nuti, giovedì 6 luglio alle 19 alla Sala Anica di Roma. Proiezione di Madonna che silenzio c’è stasera, un omaggio al regista e attore prematuramente scomparso il 12 giugno. Interverrà alla serata Edy Angelilloprotagonista femminile del film.

TORNA “QUO VADIS?”, GIRO DEL MONDO TRA FILM E CAPITALI

Le città raccontate dai registi. È questo Quo Vadis?, la rassegna promossa da Csc – Cineteca Nazionale e Parco archeologico del Colosseo, in programma da oggi al 16 luglio nel Tempio di Venere e Roma. Un giro del mondo tra film e città, attraverso nove decenni e quattro continenti. Due le tappe italiane, la Roma di Fellini e la Napoli de Le mani sulla città di Francesco Rosi.

A.C.
,
04 Luglio 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

14 giugno 2024, la rassegna stampa

Il restauro dell'opera di Paradzanov, Dumont e il suo "Impero", le emozioni di Inside Out 2 e i segreti delle imitazioni con Virginia Raffaele

Rassegna stampa

13 giugno 2024, la rassegna stampa

Nella rassegna di oggi troviamo le interviste a Edward Norton, Alessio Boni, Austin Butler e Samuele Rossi, ma si parla anche di The Chosen e de L'impero

Rassegna stampa

Mercoledì 12 giugno, la rassegna stampa

Le interviste a Valeria Golino e Salvo Ficarra. Riccardo Milani sulla chiusura della scuola protagonista di Un mondo a parte, il docu su Kevin Spacey e la "resistenza del fantasy" in House of the Dragon

Rassegna stampa

11 giugno 2024, la rassegna stampa

Le grandi omaggiate al festival del Cinema Ritrovato e le interviste ad Asia Argento, Leo Gassmann e Sandro Petraglia


Ultimi aggiornamenti