30 novembre 2023, la rassegna stampa

Il saggio che mette insieme i pensieri di Fellini, Monicelli e Sergio Leone, l’autobiografia di Felice Laudadio, le attrici in corsa per l’Oscar, le interviste a Alice Rohrwacher, Monica Bellucci, Michele Riondino, Teresa Saponangelo, Maria Rosaria Omaggio, Patrick Dempsey


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

 

LA VITA È UNA PELLICOLA AL CONTRARIO, DIALOGO MAGICO TRA FELLINI, MONICELLI E SERGIO LEONE

“Quando vado al cinema spesso mi irrito perché capisco cosa accadrà nei primi dieci minuti”, dice Leone. “Quando il film è finito lo abbandono con fastidio”, confessa Fellini. “Il vantaggio dei film brutti è che non li vede nessuno”, svela Monicelli. Sono solo tre di un’imperdibile serie di pensieri riproposti nel volume del Saggiatore recensito oggi da Alessandro Ferrucci sul ‘Fatto Quotidiano’. “Cos’è la commedia all’italiana, l’importanza della musica in un film, la forza della luce, dei sogni, le bugie, le donne, in un dialogo diretto, straordinario: tre maestri, tre visioni, tre approcci. Tre magie”

FELICE LAUDADIO, UNA VITA PER IL CINEMA IN UN LIBRO DI MEMORIA E DI DENUNCIA

“Come ha potuto un solo uomo fare tuto questo in pochi decenni?” Scrive il regista Jean A. Gill nella postfazione all’autobiografia dell’amico Felice Laudadio Per chi suona la cultura. Avventure tragicomiche di un organizzatore (edizioni Sabinae), che sabato vedrà la sua prima presentazione ufficiale a Bari: il libro passa in rassegna tutte le imprese culturali dirette da Laudadio: da MystFest, a EuropaCinema, Premio solinas, Grolle d’Oro, Istituto Luce, Mostra del Cinema e Carnevale di Venezia, TaorminaFilmFest, CinecittàHolding, Casa del Cinema, RomaFictionFest, CSC, Bif&st e tanto altro.

OSCAR, LA COMPETIZIONE TRA LE ATTRICI

“Dicono i maligni che Lily Gladstone punti a una candidatuta come NON protagonista”, scrive Mariarosa Mancuso su ‘Il Foglio’, in un articolo che esamina una ad una tutte le possibili sfidanti per la corsa all’Oscar. “Le protagoniste si annuciano numerose e agguerrite” – si legge – “l’unica che potrebbe contarstare Emma Stone è Sandra Hüller”.

ALICE ROHRWACHER: L’AI NON MI FA PAURA

“Non mi sono mai sentita un outsider. In realtà cercare le nostre radici vuol dire uscire dall’individualità per trovare un legame collettivo, una storia più grande di noi di cui facciamo parte”, afferma la regista di La Chimera in una lunga intervista di Hakim Zejjari su ‘Domani’. “L’intelligenza artificiale si specializzerà nelle classiche sceneggiature banali e lascerà agli esseri umani spazio per la poesia, l’avventura in quei territori artistici che nessuna intelligenza artificiale può raggiungere”, “Non sono preoccupata perché non riuscirà mai ad acchiappare me o molti altri registi.

PATRICK DEMPSEY: GIRANDO FERRARI HO AVUTO LA PIÙ GRANDE PAURA DELLA MIA STORIA DI PILOTA

“Non è per l’adrenalina che amo le auto da corsa, è più una forma di meditazione” – racconta a Donna Moderna Patrick Dempsey, l’attore che interpreta il pilota Piero Taruffi in Ferrari di Michael Mann. “Abbiamo girato le riprese della Mille Miglia come si faceva negli anni ’50, senza la gabbia protettiva che oggi fa parte delle auto da corsa. Una notte di pioggia, senza visibilità, ho dovuto tirar fuori tutta la mia esperienza di anni”

MICHELE RIONDINO: MIO FRATELLO SI È AMMALATO PER L’ILVA, IL MIO FILM PERCHÉ CERTE COSE NON ACCADANO PIÙ

“Mio padre era orgoglioso di fare l’operaio, ma oggi si muore di lavoro. Non sono un’attivista con un’ottica relativa solo all’ambiente, la mia è una ricerca di giustizia”, spiega Michele Riondino a Gian Luca Pisacane in un’intervista su Famiglia Cristiana. “Non abbiamo la percezione di quel che accade all’interno delle fabbriche. Ancora oggi non si parla abbastanza di mobbing, è una questione privata, lacerante, che si fatica a rendere pubblica”.

TERESA SAPONANGELO: L’IMPORTANTE È NON RESTARE SOLI

“Non mi spaventa l’idea di invecchiare, ma l’idea di poter perdere la memoria”, dice l’attrice Teresa Saponangelo parlando del film che la vede protagonista, I limoni d’Inverno, che affronta il drammatico tema dell’Alzhaimer in un’intervista di Fulvia Degl’Innocenti su Famiglia Cristiana. “Ma anche nei momenti più bui della nostra vita può nascer qualcosa se ci prendiamo cura gli uni degli altri”.

MONICA BELLUCCI: NEI FUMETTI DI DIABOLIK LE DONNE SONO LIBERE

“Altea è intraprendente, libera, ha il coraggio di osare in nome dell’amore”, racconta Monica Bellucci in un’intervista a Gianluca Pisacane su ‘Famiglia Cristiana’. “Le sorelle Giussani erano grandi artiste, controcorrente, anche criticate. Altea segue il suo cuore, in questo un po’ mi riconosco. Io credo nella forza vitale, ognuno può chiamare le cose come vuole”.

Giovanna Pasi
30 Novembre 2023

Rassegna stampa

La rassegna del venerdì
Rassegna stampa

01 marzo 2024, la rassegna stampa

Naturalmente è la scomparsa di Paolo Taviani a dominare le pagine principali della rassegna di oggi. Ma c'è anche la rinascita di Cinecittà, ben spiegata in un articolo di 'Avvenire'

Rassegna stampa

29 febbraio 2024, la rassegna stampa

L’uscita del biopic tv Margherita delle stelle e le recensioni di Dune - Parte 2 affollano le pagine di spettacolo. Ma ci sono anche le interviste a Jessica Chastain e a Kate Winslet, e agli autori di No Other Land. Poi la pubblicità in arrivo nei film su Amazon Prime e gli articoli sulla rinascita del cinema d’autore e sugli Oscar.

Rassegna stampa

28 febbraio 2024, la rassegna stampa

Le recensioni di Ancora un'estate e Dune - Parte Due. Le star del cinema viste da "Donna Moderna" e "Vanity Fair"

Rassegna stampa

27 febbraio 2024, la rassegna stampa  

Toni Servillo “attore militante” per Caracas; La zona d’interesse come un Grande Fratello; Tom Cruise diretto da Iñárritu; Bellucci, Nastro d’Argento per la sua Callas; Harry Potter diventa serie; Gassmann e Pandolfi: premio Agnes


Ultimi aggiornamenti