3 giugno 2024, la rassegna stampa

La morte di Philip Leroy, i 60 anni del Pesaro Film Festival, le interviste a Benedict Cumberbatch e Chiara Bordi, la nuova serie Netflix 'Under Paris', Mereghetti su 'Noir Casablanca'

good-morning-lunedi

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo

 

ADDIO A PHILIPPE LEROY, GENTILUOMO CONRADIANO ADOTTATO DA CINECITTÀ

Con Philippe Leroy se ne va una leggenda, un autentico personaggio oltre il cinema, nonostante le quasi 200 apparizioni tra film e sceneggiati”, scrive Giorgio Gosetti su ‘Il Centro’. “Con lui se ne va il protagonista austero e ironico di una stagione del cinema e della storia. Leroy era un mito con la sua voce roca e sorniona, il fisico scolpito come un ulivo antico, il distacco elegante con cui raccontava la sua vita da eroe conradiano”.

PEDRO ARMOCIDA: L’INCONTRO È IL PUNTO DI FORZA DEL PESARO FILM FESTIVAL

Su ‘La rivista del cinematografo’ Gian Luca Pisacane intervista il direttore artistico festival alla vigilia della 60ma edizione. “Non dobbiamo dimenticare la storia”, afferma Armocida, “perché ci aiuta a capire il presente. Il cinema non è così anziano, è un’arte che ha appena raggiunto l’adolescenza. Noi amiamo le forme sperimentali, l’innovazione del linguaggio, la ricerca. Ieri come oggi è importante soffermarsi su questo aspetto”.

CHIARA BORDI: SOGNO UN FILM O UNA SERIE IN COSTUME

Su ‘la Repubblica’ Chiara Ugolini intervista la 24enne protagonista di Prisma e de I fantastici 5. Premiata ai Nastri d’argento, uno dei talenti emergenti della serialità italiana, nel 2018 è stata la prima finalista di Miss Italia con una protesi alla gamba. Per la serie con Raul Bova racconta di essersi allenata “come una vera atleta paralimpica”, e nel frattempo lo scorso novembre si è laureata in tecniche ortopediche, il mestiere della persona che crea le protesi”.

BENEDICT CUMBERBATCH: IN ERIC IL TEMA UNIVERSALE DELLA SOLITUDINE

“Tra omofobia, razzismo, Aids, droga, corruzione dilagante, discriminazioni e violenze di ogni tipo, negli anni ’80 la società americana era profondamente divisa”, racconta l’attore (noto ai più come il supereroe Doctor Strange) a Claudia Catalli su ‘La Stampa’, descrivendo la nuova miniserie di Netflix Eric, di cui è protagonista e coproduttore. “Che si tratti di un bambino, di un senzatetto, di un poliziotto di colore omosessuale o di una moglie in un matrimonio infelice, si tratta sempre di trovare il proprio posto nel mondo”.

NOIR CASABLANCA, PER MEREGHETTI UNA BELLA SORPRESA TRA IL NOIR E LA FARSA

“Il film d’esordio di Kamal Lazraq (in uscita il 6 giugno, ndr) mostra un’altra faccia del Marocco lontana dagli stereotipi, cupa, inquietante, anche rischiosa, ma soprattutto sorprendente”, scrive Paolo Mereghetti nella sua rubrica sul ‘Corriere della Sera’. “Una specie di odissea tragicomica sospesa tra Kafka e i fratelli Coen, che sa trasmettere un’atmosfera (…) dove l’imprevedibile (ma incontestabile) stupidità dei protagonisti finisce per dare al film il gusto della sorpresa e del divertimento”.

UNDER PARIS, NELL’ESTATE OLIMPICA LA SENNA È UN HORROR

Gabriele Galluccio su ‘Libero’ parla dell’action horror disponibile su Netflix dal 5 giugno, che “promette di suggestionare gli spettatori a due mesi dalle Olimpiadi di Parigi”. La serie è ambientata nella capitale francese nell’estate 2024, quando nella Senna si nasconde un enorme squalo che minaccia una strage durante le gare di triathlon. “Chi l’ha prodotta sa che la Senna è argomento sensibile per l’opinione pubblica”, si legge: “il timore dei veri atleti olimpici, più che di squali, riguarda infatti l’inquinamento delle sue acque”.

03 Giugno 2024

Rassegna stampa

Rassegna stampa

20 giugno 2024, la rassegna stampa

Dopo la denuncia, le parole di Virzì sull'ex moglie Micaela Ramazzotti, al cinema il nuovo film del regista turco Nuri Bilge Ceylan e l'amicizia tra Glen Powell e Richard Linklater

Rassegna stampa

19 giugno 2024, la rassegna stampa

La stampa italiana dedica fiumi d'inchiostro per celebrare la vita e la carriera di Anouk Aimée. Spazio anche a un'altra diva francese, Brigitte Bardot, e alla serie a lei dedicata

Rassegna stampa

18 giugno 2024, la rassegna stampa

Inside Out 2: l’ansia star del cartoon; Festa di Roma, Nastasi presidente; Il pastore e la strega: per l’isola d’Elba denuncia e riscatto; I tifosi di Hamas attaccano Tarantino, che elogia i soldati israeliani; Sorrentino, Moretti, Garrone: lettera-appello per il Cinema Fiamma; a Roma, Edward Norton svela i segreti dei suoi film

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

Lunedì 17 giugno, la rassegna stampa

L'intervista a Monica Bellucci, le date del nuovo film di Sorrentino, l'Italia senza social nel film postumo di Gregoretti, l'incontro di Bisio con gli studenti e l'incredibile longevità de La signora in Giallo


Ultimi aggiornamenti