28 luglio 2023, la rassegna stampa

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell'audiovisivo


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

LE GIORNATE E LA DEDICA A PURGATORI E MASELLI

Ha una doppia dedica la XX edizione delle Giornate degli autori, la sezione autonoma e parallela della Mostra del cinema di Venezia, in programma dal 30 agosto al 9 settembre al Lido: ad Andrea Purgatori, che delle GdA era il presidente (a cui sarà intitolato il premio SIAE alla carriera), e a Citto Maselli che le fondò nel 2004 con Emidio Greco. Lo segnalano il ‘Corriere’ e ‘La Stampa’.

VENEZIA E’ SALVA

Molti temevano che lo sciopero degli attori americani potesse danneggiare l’80ma edizione della Mostra, ma il programma dei film in concorso in realtà è di gran livello, se si esclude la perdita in apertura di Challengers di Guadagnino. A sostituire le star grandi registi come Woody Allen, Roman Polanski o Luc Besson. Lo riporta ‘La Verità’.

L’ASSOLUZIONE DI KEVIN SPACEY

Il processo dell’attore accusato per molestie si è risolto a suo favore, ma per i progressisti resta un (solito) sospetto. ‘The Independent’ e ‘The Guardian’ ricordano il suo comportamento comunque poco rigoroso mentre – come ricorda Daniele Priori su ‘Libero’ – Franco Nero lo ha difeso rendendolo anche protagonista di un film.

IL CINEMA ITALIANO DIVENTA INTERNAZIONALE

II cinema italiano guarda oltre i propri confini, sceglie cast internazionali e storie che non appartengono solo al nostro Paese. In lo capitano Matteo Garrone sceglie due giovani senegalesi per raccontare l’odissea di un viaggio dall’Africa all’Europa, mentre in Lubo Giorgio Diritti ha voluto Franz Rogowski per interpretare Lubo Moser, appartenente all’etnia nomade jenisch, impegnato a vendicarsi contro chi, nella Svizzera degli anni Trenta, ha ucciso sua moglie e portato via i suoi figli. Saverio Costanzo, sul grande schermo dopo nove anni con una fiaba hitchockiana ambientata nella Cinecittà degli anni Cinquanta, Finalmente l’alba, chiama sul set Lily James, Willem Datoe e Joe Keery, così come in La chimera Alice Rohrwacher ha affidato il ruolo del protagonista all’ inglese Josh O’Connor. Nei prossimi mesi inoltre il romanzo ‘Le assaggiatrici’ di Rosella Postorino, su un gruppo di donne costrette a proteggere la vita di Hitler mangiando un boccone dei suoi pasti per assicurarsi che non fossero avvelenati, diventerà un film diretto da Silvio Soldini e interpretato da un cast tedesco. Così riflette Alessandra De Luca su ‘Ciak’.

28 Luglio 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

21 giugno 2024, la rassegna stampa

La morte di Donald Sutherland, le interviste a Chiara Mastroianni, Thelma Schoonmaker e Volker Schlöndorff, la mostra dedicata ai costumi di Edith Head e il dibattito sul futuro del cinema

Rassegna stampa

20 giugno 2024, la rassegna stampa

Dopo la denuncia, le parole di Virzì sull'ex moglie Micaela Ramazzotti, al cinema il nuovo film del regista turco Nuri Bilge Ceylan e l'amicizia tra Glen Powell e Richard Linklater

Rassegna stampa

19 giugno 2024, la rassegna stampa

La stampa italiana dedica fiumi d'inchiostro per celebrare la vita e la carriera di Anouk Aimée. Spazio anche a un'altra diva francese, Brigitte Bardot, e alla serie a lei dedicata

Rassegna stampa

18 giugno 2024, la rassegna stampa

Inside Out 2: l’ansia star del cartoon; Festa di Roma, Nastasi presidente; Il pastore e la strega: per l’isola d’Elba denuncia e riscatto; I tifosi di Hamas attaccano Tarantino, che elogia i soldati israeliani; Sorrentino, Moretti, Garrone: lettera-appello per il Cinema Fiamma; a Roma, Edward Norton svela i segreti dei suoi film


Ultimi aggiornamenti