23 maggio 2023, la rassegna stampa

Il Festival ha fatto il giro di boa. Mentre Kaurismaki riscuote successo con Le foglie morte, la Croisette attende il Rapito di Marco Bellocchio


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo

KAURISMAKI A CANNES

Il Festival ha fatto il giro di boa. Il regista finlandese ha presentato in concorso il suo diciannovesimo film, Le foglie morte, tragicommedia romantica e dolcissima ispirata alla celebre canzone composta da Joseph Kosma su versi di Jacques Prévert per la colonna sonora del film Mentre Parigi dorme del 1946, diretto da Marcel Camé, e resa celebre dall’interpretazione di Yves Montand. La pellicola arriva anche in sala con Lucky Red. Ne parlano ‘Avvenire’, ‘Corriere della sera’, ‘Giorno/Carlino/Nazione’, ‘Il Fatto Quotidiano’, ‘Il Manifesto’, ‘La Stampa’.

DEL BROCCO, USAI E IL CINEMA POST-PANDEMIA

‘Business People’ chiede all’amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco perché la settima arte sia un prodotto cosi “sensibile” da continuare a risentire degli strascichi della pandemia. “I film – risponde Del Brocco – rientrano in quella tipologia di consumo che, essendo soggetta a una concorrenza variegata, necessita di fortissime motivazioni. Inoltre, dal periodo post pandemico, nel pubblico si è generata una certa confusione, per cui si ha la sensazione di poter trovare subito su una piattaforma lo stesso film che è offerto nei cinema a pagamento”. Analogamente dice Alessandro Usai, CEO di Colorado Film: “La ripresa è faticosa. Le altre forme di intrattenimento, che richiedono lo spostamento da casa, sono letteralmente esplose: penso alla ristorazione, al teatro, ai concerti musicali, alle discoteche. Il cinema invece non è ancora “rimbalzato” ai livelli pre-pandemia”.

BELLOCCHIO E IL SUO ‘RAPITO’

Del film sul caso di Edgardo Mortara, in concorso a Cannes, parla Alessandra De Tommasi su ‘Leggo’.  Dopo Esterno Notte in campo scende un altro tipo di politica e di potere. Nel 1858 una domestica di una casa del quartiere ebraico di Bologna afferma che Edgardo, il bimbo di sette anni, della famiglia Mortara, sia stato battezzato (quando, ancora neonato, stava per morire) e quindi appartenga alla Chiesa.

GIOVANI E ANORESSIA: IL FESTIVAL SI DIVIDE

Fa discutere Club Zero di Jessica Hausner – racconta Gloria Satta su ‘Il Messaggero’ – commedia dark proiettata ieri che affronta il tema dei disturbi alimentari tra gli adolescenti. Nel film la prof-santona Mia Wasikowska impartisce lezioni di «consapevolezza alimentare» agli studenti. Portandoli piano piano a praticare il digiuno totale come forma di ribellione ai genitori, indipendenza dal consumismo, gesto di salvaguardia del pianeta. Segnala il film anche Giulia Bianconi su ‘Il Tempo’.

Andrea Guglielmino
23 Maggio 2023

Rassegna stampa

rassegna-mercoledi
Rassegna stampa

21 febbraio 2024, la rassegna stampa

Roma e l'Italia al centro di positive riflessioni e in esponenziale crescita - col punto di vista di Lucia Borgonzoni, Nicola Maccanico e Andrea Scrosati - l'iniziativa quadruplice di Sam Mendes sui Beatles e l'Orso alla carriera di Scorsese a Berlino sono le principali notizie del giorno

Rassegna stampa

20 febbraio 2024, la rassegna stampa

L'addio a Ira von Fürstenberg, Johnny Depp a Torino e le interviste a Jodie Foster e Lucia Borgonzoni

Rassegna stampa

19 febbraio 2024, la rassegna stampa

Gli articoli sui titoli presentati alla Berlinale - in primis la serie Dostoevskij dei fratelli D’Innocenzo - la fanno da padrone sulle pagine di spettacolo. Ma non mancano alcune interessanti recensioni, dedicate a ‘La zona d’interesse’ di Jonathan Glazer, a Roma, santa e dannata di Daniele Ciprì e a due serie tv di successo, The Bear e Hacks. L’intervista al regista Fausto Brizzi.

Rassegna stampa

16 febbraio 2024, la rassegna stampa

L'apertura di Berlino con il candidato all'Oscar Cillian Murphy, l'attesa per la serie su Rocco Siffredi, Jennifer Lopez e Maria Esposito si raccontano


Ultimi aggiornamenti