23 febbraio 2023, la rassegna stampa

GIOVEDÌ 23 FEBBRAIO A Berlino torna Petzold e si chiude l'European Film Market, Warner sceglie Las Vegas per l'anteprima di 'The Flash', 80 anni di Ferretti, il docu-film su Francesco Baracca


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

 IL RITORNO DI PETZOLD, “TRA REALTÀ E SIMBOLI” 

Giulia Bianconi su ‘Il Tempo’ racconta il ritorno di Chrtistian Petzold in concorso alla Berlinale. Il regista tedesco è stato applaudito dalla stampa internazionale per Roter Himmel, secondo lavoro di una trilogia sugli elementi iniziata nel 2020 proprio con Undine. “È il fuoco a dominare in questo film incentrato sullo scrivere e sull’essere letti; sul non riuscire a dormire sul voler amare; sull’essere al mondo e lasciare che la vita scivoli via”.

THE FLASH IN ANTEPRIMA AL CINEMACON 2023

‘Variety’ riferisce in esclusiva quando gli appassionati potranno godere dell’ultimo film evento del DCEU. The Flash verrà infatti presentato in anteprima al CinemaCon2023 di Las Vegas, in aprile. La Warner Bros. ha scelto uno dei palchi più in vista della community legata ai cinecomics per svelare l’avventura con Ezra Miller protagonista. Attese le prime reazioni degli spettatori di Las Vegas. The Flash uscirà al cinema il 16 giugno 2023. 

L’INDAGINE “STORICO-CINEFILA” DI FRANCESCO PICCOLO, TRA 8 1/2 E IL GATTOPARDO

Su il ‘Corriere della Sera’, Paolo Merreghetti presenta La bella confusione, il nuovo libro edito da Einaudi in cui Francesco Piccolo racconta l’estate in cui Claudia Cardinale girò sia 8 1/2 di Fellini che Il Gattopardo di Visconti. “La storia di due capolavori, ma anche dell’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta, dello scontro tra Democrazia cristiana e Partito comunista, delle invidie e delle gelosie dei nostri due più grandi registi”. Un’indagine “storico-cinefila” che è però prima di tutto un’indagine dell’autore su se stesso, “quando scrivo i miei libri scrivo di me. Cose mie e cose di altri. Cose vicine e cose lontane”.

I CACCIATORI DEL CIELO, IL DOCU-FILM SU FRANCESCO BARACCA

“Ho scoperto un personaggio che ha fatto imprese straordinarie, un temerario, un grande pioniere del volo civile e militare. Proprio questo aspetto visionario mi ha colpito, il genio e l’ingegno dell’uomo mi hanno sempre affascinato”, racconta Beppe Fiorello, che in I cacciatori del cielo, coproduzione Rai Documentari e Luce Cinecittà, interpreta l’aviatore italiano Francesco Baracca. Renato Franco sul ‘Corriere della Sera’ ripercorre la genesi del docufilm, in onda in prima serata mercoledì 29 marzo su Rai 1. “Un film che fa pensare ai giovani che stanno combattendo la guerra in Ucraina, ragazzi che hanno la consapevolezza del loro destino”, riflette l’attore protagonista.

PUTIN CONTRO L’OCCIDENTE, UNA DOCU-SERIE BBC DA VEDERE

Sul ‘Corriere della Sera’ Aldo Grasso consiglia la visione della docu-serie Bbc Putin contro l’Occidente, segnalata “a chi non vuole parlare a vanvera dell’invasione russa dell’Ucraina”. Il racconto inizia nel 2014, data dell’invasione russa in Donbass, “tra rivelazioni, aneddoti, scene raccapriccianti, filmati d’archivio e lunghe interviste, la serie tratteggia lo scenario del conflitto”. Su History Channel, canale 411 di Sky.

80 ANNI DI DANTE FERRETTI

Il “mostro sacro” Dante Ferretti, da oggi 80 anni, si racconta ad Alessandro Penna su ‘Oggi’ . Nel suo studio a Cinecittà, lo scenografo premio Oscar torna ai primi giorni: “Pasolini mi ha inventato, era una persona straordinariamente gentile”. La pignoleria del regista, che “riempiva il set di libri d’arte”, fa eco a quella di Martin Scorsese, che obbligava Ferretti “a vedere cinque film per costruire un’inquadratura”. L’altro maestro, dopo PPP, è però Fellini, con cui lavorò a sei film ed ebbe modo di litigarci, come quando il regista si ingelosì perché Ferretti stava lavorando con Gilliam e non con lui.

IL DIFFICILE EUROPEAN FILM MARKET DELLA BERLINALE 2023

Scott Roxborough sul ‘The Hollywood Reporter’ riflette sull’European Film Market, tenutosi in questi giorni alla Berlinale. Se fino a qualche anno fa era facile calcolare il valore di un film a partire dai risultati di box office di un contenuto simile, “dopo il COVID le occasioni di successo sono diventate poche e lontane tra loro, con la maggior parte dei film indie incapaci di assicurarsi un’uscita nelle sale”. Dean Devlin di Electric Entertainment osserva come “se non è un film Marvel o un film horror, probabilmente non venderai biglietti”. A restare fuori dai giochi del botteghino “è tutto ciò che è generico”, e dunque tutto ciò per cui “si può attendere Netflix”.

Alessandro Cavaggioni
23 Febbraio 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

23 aprile 2024, la rassegna stampa

Il countdown per i David e la rinuncia alla candidatura del compositore Piersanti, le interviste a Michele Riondino, Valérie Donzelli e Alessandra Cutolo. Poi le riprese della nuova serie Rai Sandokan, la grande stagione del cinema irlandese e il libro sui produttori italiani tra Cinecittà e Hollywood

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

22 aprile 2024, la rassegna stampa

Le interviste con Alessia Marcuzzi, prossima co-conduttrice dei David di Donatello, e Milena Vukotic, premiata alla Carriera nella stessa serata; l’incontro con Daniele Luchetti e quello con Giovanni Storti; Eastwood e la regia; il Crime che appassiona nella serialità; e Winehouse che sbanca al botteghino

Rassegna stampa

19 aprile 2024, la rassegna stampa

Ryan Gosling, Olivia Colman e Zoe Saldana, Valerio Lundini e Luca Zingaretti sono le star protagoniste della rassegna di oggi

Rassegna stampa

18 aprile 2024, la rassegna stampa

Nella rassegna di oggi, troviamo approfondimenti suoi film in uscita - Civil War e Back to Black -, ma anche interviste a grandi interpreti come Rupert Everett e Vittoria Puccini


Ultimi aggiornamenti