21 aprile 2023, la rassegna stampa

Nella rassegna di oggi spazio a Ezio Greggio, a pochi giorni dall'inizio del MonteCarlo Film Festival, al remake live action di Peter Pan con Jude Law nei panni di Capitan Uncino


A CASA DI BRUCE WILLIS

La copertina de “Il Corriere della Sera – 7” è dedicata a Bruce Willis e alla sua famiglia, che sta vivendo con lui “al massimo”, nonostante l’insorgere irreversibile della demenza. La coverstory di Matteo Persivale è un lungo resoconto della carriera di Willis, con un focus particolare sugli ultimi anni: dai tanti film girati tanto per mettere in copertina “il cranio rasato più famoso della storia” agli ultimi mesi trascorsi nel confortevole affetto della famiglia allargata.

EZIO GREGGIO

In vista della 20ma edizione del MonteCarlo Film Festival, kermesse dedicata al genere della commedia. Il direttore artistico Ezio Greggio è protagonista sui quotidiani con diverse interviste. “La forza della commedia è sempre stata quella di raccontare il mondo in piena libertà. – racconta Greggio a Giulia Bianconi de “Il Tempo” – E deve continuare a essere così, pungente e scorretta”. “La commedia non è solo comicità, ma affronti temi, come la fratellanza, la morte, la politica, per questo non può essere politicamente corretta” aggiunge a Paolo Travisi di “Leggo”.

MINA E ÖZPETEK

 Luca Dondoni su “La Stampa” scrive del nuovo album di Mina, Ti amo come un pazzo, in cui compaiono alcuni brani che saranno fondamentali nel nuovo film di Ferzan Özpetek, in uscita prossimamente su Netflix. “Sono orgoglioso di questa amicizia e la tengo cara come uno dei tesori più preziosi. – dichiara il regista parlando del rapporto con la grande cantante – Per il prossimo film, Nuovo Olimpo, abbiamo parlato a lungo. Avevo bisogno di una nuova canzone e le ho mandato la sceneggiatura, così mi ha mandato tre canzoni”.

PETER PAN

Dal 28 aprile su Disney+ sarà disponibile Peter Pan & Wendy, remake in live action del classico d’animazione Disney. La conferenza stampa tenuta dal regista David Lowery e dal cast rimbalza su diverse testate, con un focus particolare sul divo Jude Law, che nel film interpreta Capitan Uncino. Come riporta Francesca Scorcucchi su “Il Corriere della Sera”, l’attore dichiara: “Sono contento che sia stata data una connotazione più moderna a una storia senza tempo. II nostro Peter Pan è contemporanee, aggiornato, fedele al mondo e al pensiero di oggi”.

RACHEL WEISZ

“Questa è stata senza dubbio la sfida più grande e impegnativa della mia carriera, ma anche la più gioiosa”. Dichiara così Rachel Weisz, parlando di Inseparabili – Dead Ringers, la serie disponibile su Prime Video in cui interpreta due gemelle, esattamente come accadeva nel thriller di David Cronenberg del 1988, di cui la serie è una rivisitazione. Ne scrive Tiziana Leone su “Il secolo XIX”.

JULIETTE BINOCHE

Il 28 aprile esce su MUBI Winter boy – Le Lycéen, il nuovo film con Juliette Binoche, che viene intervistata da Marco Consoli su “La Repubblica – Il Venerdì”. “Meglio le zanzare che Spielberg” recita il titolo, in relazione alle tre occasioni in cui Binoche è stata contattata per recitare in un film del grande regista: per tre volte ha detto no, ma “senza rimpianti”.

autore
21 Aprile 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

18 luglio 2024, la rassegna stampa

I nuovi vertici di Cinecittà, le interviste a Lone Scherfig, Sergio Castellitto, Silvia D’Amico, David Cage e ai Fratelli D’Innocenzo

Rassegna stampa

Mercoledì 17 luglio, la rassegna stampa

Salvo Nastasi nuovo presidente della Fondazione Cinema, intervista al Sottosegretario Borgonzoni per i 150 anni di Marconi, Giovanni Storti e l'AI, l'ascesa di Glen Powell e il ricordo di Titanus

Rassegna stampa

16 luglio 2024, la rassegna stampa  

Anthony Hopkins sugli artigiani italiani, Valeria Golino e le critiche negative, Abel Ferrara a lavoro su un nuovo film con Willem Dafoe e Asia Argento, Federico Zampaglione contro la censura del suo horror e il nuovo film di Martin Scorsese su Gesù

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

15 luglio 2024, la rassegna stampa  

Amos Gitai e la guerra che sopprime i diritti. Generazione Beverly Hills, ’è spenta Shannen Doherty. Bella Thorne dirige la violenza che ha vissuto. Jasmine Trinca è Maria Montessori. Vinicio Marchioni e gli uomini perbene


Ultimi aggiornamenti