15 febbraio 2023

MERCOLEDÌ 15 FEBBRAIO Claudia Cardinale al MoMa con la retrospettiva di Cinecittà, Carlo Chatrian e la Berlinale pronta a partire, il "nuovo Django" di Sky, Marco Giallini su 'La Stampa'


MOMA DI NEW YORK CELEBRA CLAUDIA CARDINALE CON LA RETROSPETTIVA DI CINECITTÀ

Alessandro Marchetti racconta in un servizio per il ‘Tg2’ la retrospettiva dedicata a Claudia Cardinale e ospitata al MoMA di New York in collaborazione con Cinecittà. Il museo “non ha mai fatto tributi a singoli attori”, ma racconta ora Claudia Cardinale; la vita, i film e l’amore per l’America (“iniziato prestissimo, a 28 anni”). Il cortometraggio Un Cardinale Donna di Manuel Maria Perrone è stato proiettato per presentare la retrospettiva assieme al restauro de La Ragazza di Bube di Luigi Comencini, aprendo l'”omaggio a un’icona femminile, non solo nel mondo del cinema”.

CARLO CHATRIAN RACCONTA LA BERLINALE

Su ‘FilmTV’, Adriano De Grandis intervista Carlo Chatrian, direttore artistico della Berlinale, il Festival Internazionale che torna dal 16 al 26 febbraio. Sul ritorno alla normalità – è la prima edizione senza restrizioni – si esprime con “euforia”. “C’è una gran voglia di ricominciare“. Si parte dalle consuete sezioni interne, sempre più attente ai giovani: “Non a caso la scelta di Kristen Stewart come presidente di giuria”, attrice “che guarda al futuro, divisa tra il pubblico più vasto e autori come Assayas”. Il rapporto con la politica è ampio, dunque, ma normato dal cinema: “Berlino vive il senso più intimo dell’attualità, la cosicenza più profonda del dove siamo”. Quest’anno due nuovi focus su aree conflittuali come Ucraina e Iran.

IL “NUOVO” DJANGO DI SKY E COMENCINI

Django è la nuova serie Sky diretta da Francesca Comencini e ispirata al film con Franco Nero. Per la regista “il western contiene cose antiche e moderne, che rendono possibile la sua continua reinvenzione”, riferisce Stefania Ulivi su il ‘Corriere della Sera’. Franco Nero farà un cameo nella serie attesa per il 17 febbraio, ma sarà Matthias Schoenaerts a vestire i panni del cowboy, del tutto ripensato. “Sfugge a ogni categorizzazione”, riflette Comencini, che vuole esplorare anche le “ragioni del cuore” che muovono il suo personaggio: “La sua rottura del tabù è concedersi la fragilità e la tenerezza”.
 
INTERVISTA A MARCO GIALLINI, IL DINNER CLUB E IL 2023

Adriana Marmiroli intervista Marco Giallini su ‘La Stampa’. L’attore è uno dei partecipanti della seconda stagione di Dinner Club, lo show culinario di Prime Video atteso per il 17 febbraio. “Chi me lo ha fatto fare”, scherza Giallini“L’amico Mastandrea”, che già ha preso parte al programma, non l’aveva avvisato. “Siamo più che amici, ma non parliamo mai di lavoro, sono le cose di famiglia il nostro argomento preferito”. Rispetto all’anno che verrà, l’attore mette al centro la serie Non ci resta che il crimine, 1970, l’adattamento per Sky dell’omonimo film, sempre con Giallini. 
Alessandro Cavaggioni
15 Febbraio 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

19 aprile 2024, la rassegna stampa

Ryan Gosling, Olivia Colman e Zoe Saldana, Valerio Lundini e Luca Zingaretti sono le star protagoniste della rassegna di oggi

Rassegna stampa

18 aprile 2024, la rassegna stampa

Nella rassegna di oggi, troviamo approfondimenti suoi film in uscita - Civil War e Back to Black -, ma anche interviste a grandi interpreti come Rupert Everett e Vittoria Puccini

Rassegna stampa

17 aprile 2024, la rassegna stampa

Chiara Sbarigia sui 100 anni dell'Istituto Luce, i cinquant'anni di Chinatown di Roman Polanski, il doc di Costanza Quatriglio in uscita nelle sale e Fallout che sta piacendo anche ai fanatici del videogame

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

15 aprile 2024, la rassegna stampa

Le interviste a Kirsten Dunst e Massimo Ghini, la moda hollywoodiana dei biopic del rock, Virzì e il concorso di cortometraggi per ragazzi, i trent’anni di Hollywood Party, gli esiti dello scontro sulla governance Disney e le sue possibili conseguenze internazionali.


Ultimi aggiornamenti