11 dicembre 2023, la rassegna stampa

Le interviste alla presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia, a Gaia Girace, ad Anna Ferzetti, a Edoardo De Angelis e Sandro Veronesi; il prequel ‘coloratissimo’ su Willy Wonka, la Tunisia contro Netflix per il colore delle pelle di Annibale, la Francia e il film non presentato agli Oscar che continua a vincere.

good-morning-lunedi

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

 

CHIARA SBARIGIA E LA FORMAZIONE DI LUCELAB CINECITTÀ

“LuceLabCinecittà è un progetto semplice e rivoluzionario” – dichiara la presidente di Cinecittà in un’intervista sull’edizione romana de ‘la Repubblica’ – “che offre l’occasione ai giovani e ai professionisti che vogliono affinare le loro competenze di entrare a Cinecittà e in altri luoghi produttivi seguiti da insegnanti di alto livello, in un laboratorio di ‘saper fare’ che unisce conoscenza tradizionale a innovazione tecnica e tecnologica”.

ANATOMIA DI UNA CADUTA, IL FILM SCOMODO CHE CONTINUA A VINCERE

Su ‘la Stampa’ Fulvia Caprara dedica un breve ma interessante articolo al grande successo del film di Justine Triet che ha appena trionfato anche agli EFA ma non è stato scelto dalla Francia per la corsa agli Oscar. “Non si fanno film per vincere premi, ormai Anatomia di una caduta appartiene al pubblico”, ha detto la regista a Berlino, non volendo tornare sull’argomento della mancata designazione, che “secondo voci ben informate si deve all’acceso discorso anti-Macron pronunciato da Justine Triet dopo la premiazione a Cannes”.

WONKA, IL FILM DI PAUL KING ARRIVA IN SALA “PER PIACERE A TUTTI”

“Un musical coloratissimo e di buon cuore, classico nella realizzazione e ambientato in una città che è Londra, Bath, Milano e Oxford insieme.” Così Anna Maniscalco descrive sul ‘Domani’ Wonka, il prequel con Timothée Chalamet sulla storia del fondatore de La fabbrica di cioccolato in sala il 14 dicembre, “carico di promesse e in punta di piedi tra il coccolare i fan e modernizzare lo spirito di Rohal Dahl”.

VERONESI E DE ANGELIS E LA STRUMENTALIZZAZIONE DI COMANDANTE

“Una carnevalata grottesca”. Così Sandro Veronesi, co-sceneggiatore di Comandante, definisce la presenza in un cinema in Friuli di un gruppo di persone in divisa nazista. I due autori, in un’intervista a Conchita Sannino su ‘la Repubblica’, parlano del perché non accettano le critiche mosse al loro film da entrambi gli schieramenti politici. “Il problema non sono gli imbecilli abbigliati a quel modo”, secondo il regista, “ma che un film così dichiaratamente antifascista sia strumentalizzato con tanta spregiudicatezza”.

GAIA GIRACE: “AVEVA RAGIONE MICHELA MURGIA, LA FAMIGLIA È QUELLA CHE TI SCEGLI”

“All’amicizia do un valore assoluto, con accanto un amico posso sentirmi libera di essere chi sono”, svela in un’intervista a Claudia Catalli su ‘la Stampa’ l’attrice 20 enne, che deve la sua massima notorietà all’interpretazione di Lila nella serie L’amica geniale. “La famiglia è quella che ti fa sentire libera al di là del genere e di qualsiasi altra cosa”.

“ANNIBALE NON ERA NERO”, LA TUNISIA CONTRO NETFLIX

Dopo le polemiche sul colore della pelle dell’ultima Sirenetta di Walt Disney, anche la scelta di Denzel Washington per il ruolo di Annibale nel film Netflix diretto da Antoine Fuqua scatena le reazioni “identitarie”, intolleranti e razziste sui social e nel parlamento tunisino. È quanto riportato da Leonardo Martinelli su ‘la Repubblica’, che cita testualmente le parole di un deputato tunisino e parla di una petizione che chiede a Netflix di annullare il suo “pseudodocumentario”.

ANNA FERZETTI: IL SUCCESSO DI PAOLA CORTELLESI DÀ FIDUCIA A TUTTE NOI

Su ‘la Repubblica’ un’intervista a tutto campo all’attrice, figlia di Gabriele Ferzetti e moglie di Pierfrancesco Favino: “Ne sono orgogliosa, sono due persone meravigliose” – afferma Ferzetti – sto scrivendo un paio di progetti per il cinema, vediamo cosa verrà fuori. Il mio sogno è coivolgere un gruppo di attrici di talento, a cominciare dalla mia amica Vanessa Scalera”.

11 Dicembre 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

Mercoledì 12 giugno, la rassegna stampa

Le interviste a Valeria Golino e Salvo Ficarra. Riccardo Milani sulla chiusura della scuola protagonista di Un mondo a parte, il docu su Kevin Spacey e la "resistenza del fantasy" in House of the Dragon

Rassegna stampa

11 giugno 2024, la rassegna stampa

Le grandi omaggiate al festival del Cinema Ritrovato e le interviste ad Asia Argento, Leo Gassmann e Sandro Petraglia

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

10 giugno 2024, la rassegna stampa

Le interviste a Franco Maresco, Claudia Gerini, Volker Schlöndorff, Luc Jacquet e Barbara Bouchet. Poi la ‘rinascita’ di Asia Argento, le celebrazioni delle major nel mondo, e Mereghetti su The Animal Kingdom

Rassegna stampa

7 giugno 2024, la rassegna stampa

Raffaella Leone racconta di quando suo padre e suo nonno furono emarginati dal mondo del cinema, Monica Guerritore nei panni di Anna Magnani nel nuovo film, Vittorio Storaro racconta di quello che accadde sul set di Ultimo tango a Parigi


Ultimi aggiornamenti