10 agosto 2023, la rassegna stampa

Protagonisti della rassegna di oggi sono Susan Sarandon, Brando De Sica con il suo esordio horror alla regia ed Enrico Vanzina, a 40 anni dall'uscita di Sapore di mare


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

SUSAN SARANDON A CATANZARO

Su “Famiglia CristianaGian Luca Pisacane intervista alla grande attrice Susan Sarandon, ospite a Catanzaro del Magna Graecia Film Festival. “È necessario che continuino a combattere per l’uguaglianza. – dichiara l’attrice, facendo riferimento al ruolo delle donne nel cinema – Oggi hanno più spazio, si raccontano anche più storie al femminile. Ma ciò che serve è la parità, l’autonomia. Non è però una questione di potere. Si può essere leader feroci indipendentemente dal sesso. L’unico modo è coltivare la sensibilità, i valori giusti”.

BRANDO DE SICA, UN ESORDIO HORROR

È stato presentato fuori concorso al Locarno Film Festival, Mimì – Il principe delle tenebre, il primo film da regista di Brando De Sica distribuito da Luce Cinecittà. Stefano Giani su “Il Giornale” lo descrive come “una favola italiana dove il protagonista dai piedi deformi incontra Carmilla, che si dice discendente del conte Dracula, con la quale decide di fuggire da un mondo cinico e violento(…) Insomma è tutto un po’ astrazione, come in ogni sogno che si rispetti e in ogni desiderio di allontanarsi dalla quotidianità”.

BARBIE E IL DIBATTITO SUL FEMMINISMO

Su “Il Riformista” si tenta un interessante esperimento, provando a rispondere alla domanda: “Il film Barbie è un inno al femminismo?”. Da una parte Claudia Fusani scrive un pezzo dal titolo “Sì, alla fine è diventata normale e ordinaria come noi”. Dall’altra Ermelinda M. Campani risponde con “No, accetta lo status quo patriarcale e valida lo stato delle cose”. Un buon modo per continuare ad approfondire le tematiche suggerite dal blockbuster del momento.

ENRICO VANZINA E I 40 ANNI DI ‘SAPORE DI MARE’

In occasione dei 40 anni di Sapore di Mare, Giovanni Bogani intervista su “La NazioneEnrico Vanzina, sceneggiatore della pellicola diretta dal compianto fratello Carlo. L’autore la ricorda come “una commedia con una fortissima dose di romanticismo e di sentimento. Ed è quello che le ha permesso di superare la prova del tempo”.

CLAUDIA PANDOLFI CONTRO LE FESTE COMANDATE

Continua il tour promozionale del nutrito e prestigioso cast del film italiano più atteso dell’estate: I peggiori giorni, in uscita a Ferragosto. Questa volta è il turno di Claudia Pandolfi, intervistata da Arianna Finos per “La Repubblica”. Il film ruota attorno alle feste comandate: per il Ferragosto l’attrice prova un rapporto “di costrizione. Fosse per me scivolerei un giorno dopo l’altro senza celebrare nulla. Le feste comandate sono appuntamenti stabiliti per te da Stato e religione. L’unica che mi dà un fremito è la festa della Liberazione, soprattutto oggi”.

di Carlo D’Acquisto

Carlo D'Acquisto
10 Agosto 2023

Rassegna stampa

Rassegna stampa

23 aprile 2024, la rassegna stampa

Il countdown per i David e la rinuncia alla candidatura del compositore Piersanti, le interviste a Michele Riondino, Valérie Donzelli e Alessandra Cutolo. Poi le riprese della nuova serie Rai Sandokan, la grande stagione del cinema irlandese e il libro sui produttori italiani tra Cinecittà e Hollywood

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

22 aprile 2024, la rassegna stampa

Le interviste con Alessia Marcuzzi, prossima co-conduttrice dei David di Donatello, e Milena Vukotic, premiata alla Carriera nella stessa serata; l’incontro con Daniele Luchetti e quello con Giovanni Storti; Eastwood e la regia; il Crime che appassiona nella serialità; e Winehouse che sbanca al botteghino

Rassegna stampa

19 aprile 2024, la rassegna stampa

Ryan Gosling, Olivia Colman e Zoe Saldana, Valerio Lundini e Luca Zingaretti sono le star protagoniste della rassegna di oggi

Rassegna stampa

18 aprile 2024, la rassegna stampa

Nella rassegna di oggi, troviamo approfondimenti suoi film in uscita - Civil War e Back to Black -, ma anche interviste a grandi interpreti come Rupert Everett e Vittoria Puccini


Ultimi aggiornamenti