‘Matrimonio con sorpresa’, una spassosa commedia sui cliché

Julien Hervé dirige i due capisaldi della commedia francese, per la prima volta insieme, Didier Bourdon e Christian Clavier, dando vita a un esilarante film sul crollo delle convinzioni di una vita

‘Matrimonio con sorpresa’, una spassosa commedia sui cliché

Cosa potrebbe succedere se le più salde convinzioni di un orgoglioso e “purissimo” albero genealogico crollassero da un momento all’altro? Troviamo la risposta in Matrimonio con sorpresa diretta da Julien Hervé, una nuova divertente commedia ricca di colpi di scena, battute esilaranti e tanti, tantissimi stereotipi sulle nazionalità.

Sulla scia della tendenza dei test del DNA alla scoperta delle proprie origini Alice (Chloé Coulloud) e François (Julien Pestel) decidono di riunire le loro due famiglie per farle conoscere e dare loro la notizia dell’imminente matrimonio. Per l’occasione, i due giovani riservano ai loro genitori un regalo davvero originale – e decisamente poco apprezzato – il test del DNA per scoprire le origini dei loro antenati. La sorpresa, però, si trasforma ben presto in un fiasco quando i genitori dei ragazzi, già con i nervi tesi per le differenze sociali, scoprono di avere delle radici che non riescono proprio ad accettare.

Lontani dalle orecchie dei ragazzi che stanno per dare la lieta notizia, i due rispettivi capi famiglia Frédéric Bouvier-Sauvage (Christian Clavier) un aristocratico viticoltore e il più modesto direttore di un concessionario d’auto Peugeot Gérard Martin (Didier Bourdon) mostrano riluttanza per l’unione dei figli, quando Frédéric inizia a punzecchiare il consuocero sull’evidente differenza di ceto. Solo un fatto sembra legare queste due famiglie: l’assoluta convinzione sulla indiscutibile e orgogliosa provenienza francese da generazioni. Frédéric Bouvier-Sauvage esalta con orgoglio la sua nobile stirpe di viticoltori “da secoli”, mentre Gérard Martin, compiaciuto, si ostina a vendere esclusivamente Peugeot rinnegando completamente le automobili tedesche. L’apertura della busta con i risultati delle loro provenienze farà vacillare ogni certezza dando vita a una esilarante baruffa tra famiglie fatta di battute taglienti sugli stereotipi delle rispettive nazionalità a cui scopriranno di appartenere: l’orgoglio francese di Gérard viene smorzato dalla scoperta di avere il 50% di sangue tedesco e a Frédéric spetta la notizia più sconvolgente in quanto il suo sangue appartiene ai cherokee, un popolo nativo americano del Nord America. Ad essere completamente sconvolte dagli esiti anche le mogli: Catherine Bouvier Sauvage (Marianne Denicourt) viene a conoscenza delle radici portoghesi al posto di quelle più nobili di una principessa veneziana come ha sempre creduto, mentre la casalinga Nicole Martin (Sylvie Testud) gongola di soddisfazione nello scoprire di essere lontanamente imparentata con la famiglia reale inglese. La sfilza infinita di burle sature di cliché che si sferrano l’un altro divertono e intrattengono nella prima parte del film, ma finiscono per espandersi eccessivamente e sovraccaricare la narrazione facendo affievolire la componente comica del film.

Matrimonio con sorpresa resta però una spassosissima commedia imperniata su gag e geniali battute, dove i due re della commedia d’oltralpe Didier Bourdon e Christian Clavier, che fin ora non avevano ancora mai condiviso il cartellone dello stesso film, trovano la giusta sintonia per un film che diverte ma che non è destinato a restare negli annali.

Matrimonio con sorpresa sarà nelle sale italiane dall’11 luglio con Europictures.

autore
26 Giugno 2024

Uscite

Uscite

’30 anni (di meno)’, Massimo Ghini: “la commedia può e deve essere politicamente scorretta”

Dal 21 agosto al cinema con Plaion Pictures, la prima prova alla regia dello sceneggiatore Mauro Graiani. Nella nuova commedia prodotta da Camaleo in co-produzione con Film District, tre sessantenni si trovano a vivere il sogno di avere trent'anni di meno

Uscite

“Glicked” come “Barbenheimer”?

È Paul Mescal a coniare la nuova parola composta, alla notizia che Il Gladiatore 2 e Wicked usciranno nella stessa data: “Magari la cosa potesse avere l’effetto che ha avuto per Barbie e Oppenheimer!”

Uscite

‘Pericolosamente vicini’, a chi appartiene la natura?

Il problema della convivenza tra l'uomo e l'orso in Trentino e dalle Alpi in un interessante documentario di Andreas Pichler. In sala con Wanted il 26, 27 e 28 agosto

play
Uscite

‘Cattivissimo Me 4’. Un’avventura e una festa con al centro la paternità

Il film, diretto da Chris Renaud, è il quarto capitolo della celebre saga animata


Ultimi aggiornamenti