#Giffoni54 e l’illusione della distanza con Borghi, Golino e Muccino

Dal 19 al 28 luglio, tra gli ospiti, Giovanna Mezzogiorno, Claudia Pandolfi, Paolo Bonolis; le serie 'Sul più bello' e 'Tutto chiede salvezza 2'. Un incontro su AI con padre Benanti, consigliere di Papa Francesco. 5000 juror da 33 Nazioni, oltre 100 film in competizione, 50 registi internazionali: 5 anteprime, 26 Eventi Speciali

#Giffoni54 e l’illusione della distanza con Borghi, Golino e Muccino

Il conto alla rovescia per #Giffoni54 (19-28 luglio) è partito con la conferenza stampa ufficiale e con lo spirito di ritrovare i sentieri, scoprire i legami invisibili che esistono nonostante le apparenti distanze, per rivelare quanto siamo incredibilmente vicini e indissolubilmente uniti. Il Festival ha scelto di iniziare il suo racconto da un luogo che significa casa, radici, visione del futuro: la Multimedia Valley, un’idea diventata realtà, trasformando un’utopia in un’industria culturale amata e conosciuta in tutto il mondo.

L’illusione della distanza è il tema di questa edizione, scelto per indicare i pericoli del senso di isolamento che si insinua nella vita delle nuove generazioni con la paura dell’altro, del diverso, del lontano, con l’inganno di sentirsi separati. Giffoni vuole sollevare il velo dell’illusione e dimostrare che siamo tutti collegati e uniti.

L’apertura ufficiale della conferenza è affidata al direttore generale, Jacopo Gubitosi per cui: “questa nuova edizione è la rappresentazione più autentica di quello che Giffoni oggi è per i nostri bambini e le nostre bambine, i nostri ragazzi e le nostre ragazze, per le famiglie. Questa nuova edizione rappresenta un nuovo viaggio intorno al pianeta delle emozioni. In questi mesi di preparazione ce l’abbiamo messa davvero tutta. Il risultato ci soddisfa molto, ne siamo orgogliosi. Siamo certi che i nostri juror si innamoreranno di #Giffoni54”. Il DG pone poi il fuoco sui numeri, per cui #Giffoni54 ospita 5000 juror da 33 Nazioni, oltre 100 film in competizione da tutto il mondo con 50 registi internazionali presenti, 6 sale cinematografiche – 2800 posti a sedere.

Per l’edizione n.54 l’annuncio di 5 anteprime: L’ultima settimana di settembre con Diego Abatantuono (19 luglio), film di apertura; Parikrama  – La Storia Di Lala con Marco Leonardi e Cristina Donadio (20 luglio); Ozi – La Voce Della Foresta di Tim Harper, prodotto da Leonardo DiCaprio (22 luglio); Il Magico Mondo Di Harold, il nuovo film di Carlos Saldanha (26 luglio); Come far litigare mamma e papà con Giampaolo Morelli e Carolina Crescentini (27 luglio), data anche di Shoes di Giuseppe Carrieri, con la Goodwill Ambassador di UNICEF, Alessandra Mastronardi.

Poi, 26 sono gli Eventi Speciali, tra questi: Parthenope di Paolo Sorrentino e l’incontro con Celeste Della Porta, Dario Aita e Daniele Rienzo (20 luglio); stessa data per il nuovo live action Gormiti – The New Era con; Sul Più Bello – La Serie con il cast (21 luglio); Sospesi di Paolo Ruffini con gli ospiti della Comunità di San Patrignano (23 luglio); stesso giorno per l’opera prima di Loris Lai, I Bambini di Gaza – Sulle Onde della Libertà; Il ragazzo dai pantaloni rosa (22 luglio), ad accompagnare il cast Teresa Manes, madre di Andrea Spezzacatena che il 20 novembre 2012 si tolse la vita dopo aver subito numerosi atti di bullismo. Il primissimo degli Eventi Speciali è la seconda stagione di Tutto chiede salvezza, alla presenza di Francesco Bruni e dei protagonisti, per l’anteprima del primo episodio della seconda stagione Netflix (19 luglio). L’arte della gioia di Valeria Golino, con la regista e attrice a Giffoni, conclude l’edizione (28 luglio).

Gli appuntamenti continuano con 2 Meet The Fans: il 21 luglio tocca a Simone Baldasseroni, protagonista de Il fabbricante di lacrime, mentre il 22 luglio parte il conto alla rovescia per la quinta stagione di Mare Fuori, con alcuni dei protagonisti presenti a Valle Piana.

Più di 120 sono i talent annunciati, tra cui Alessandro Borghi, Gabriele Muccino, Giovanna Mezzogiorno, il Premio Oscar Jonathan Wang, Sara Drago, Massimiliano Caiazzo, Rosa Diletta Rossi, Gaia Messerklinger, The Jackal.

250 giovani, under 30, sono i protagonisti di IMPACT!, che incontreranno donne e uomini di scienza, spettacolo, istituzioni, cultura e sport, come Paolo Bonolis e il giornalista Paolo Celata (19 luglio); Marco Liorni e padre Paolo Benanti, consigliere di Papa Francesco sul tema dell’AI (20 luglio); ); i protagonisti di Io Capitano (21 luglio); Francesco Panella (25 luglio); Ema Stokholma, dj internazionale (27 luglio) e tanti altri.

Entrando nel cuore dei film in Concorso, discriminazioni etniche, il conflitto israelo-palestinese, lo sport come riscatto e occasione di crescita, le difficoltà di essere genitori e figli, la scoperta della sessualità e la bellezza di non riconoscersi in un’etichetta, sono i grandi temi dei racconti su grande schermo. Oltre 3000 produzioni sono state preselezionate per offrire il meglio del cinema internazionale ai juror. I film saranno visionati e valutati dalle giurie di Giffoni: saranno loro a decretare i vincitori del Gryphon Award. I film in concorso: https://bit.ly/45Tu72T.

Inoltre, per le Giurie di #Giffoni54 si rinnova l’opportunità di incontrare i propri beniamini, protagonisti del mondo audiovisivo: si comincia il 19 luglio, con Rosa Diletta Rossi; ci sono poi Cristiana Dell’Anna (20 luglio), Domenico Cuomo (21 luglio), Michela Giraud e Lino Guanciale (23 luglio), Massimiliano Caiazzo e Federico Ielapi (24 luglio), Alessandro Borghi e Lea Gavino (25 luglio), The Jackal e Romana Maggiora Vergano (26 luglio), Gabriele Muccino (27 luglio).

Non mancano nemmeno quest’anno i workshop dedicati ai Giffoner dai 18 ai 30 anni, occasione per stimolare l’ascolto e la curiosità. Una sezione totalmente pensata per chi vuole fare del cinema il proprio lavoro: tra gli ospiti  Pier Giorgio Bellocchio e Iginio Straffi (20 luglio); Roland Sejko, nel 2013 Premio David di Donatello per Anija / La nave, mentre il suo ultimo documentario, La macchina delle immagini di Alfredo C., ha vinto il Nastro d’Argento 2022 come Miglior Docufilm; è curatore artistico e autore dei filmati di numerose mostre di Luce Cinecittà. Per#Giffoni54 anche Margherita Vicario (21 luglio), Giovanna Mezzogiorno (22 luglio), Ivan Cotroneo e Vittoria Schisano, Marco D’amore (24 luglio), il Premio Oscar Jonathan Wang (25 luglio), produttore di Everything Everywhere All at Once. Il 28 luglio si chiude con un evento speciale dedicato al maestro Vince Tempera, che – tra le altre – ha creato sigle di cartoni animati di grande successo, tra cui Ufo Robot e Goldrake.

Giffoni si apre al mondo dei podcast grazie alla partnership con MNcomm e Dopcast, brand produttore di podcast nato dalla sinergia tra la stessa MNcomm e Sony Music Italia: approdano in Valle Piana  Muschio Selvaggio di Martin e Louis Sal (23 luglio) con ospite Michela Giraud, Tintoria di Stefano Rapone e Daniele Tinti (24 luglio), e De Core di Alessandro Pieravanti e Danilo Da Fiumicino con ospite Michele Bravi.

Ancora, Giffoni per la prima volta si apre allo sport: tra i talent coinvolti ci sono Bonucci, Howe, Castrogiovanni e le stelle del Team “Sport e Salute – Illumina”.

Giffoni Innovation Hub festeggia i 10 anni di Giffoni Next Generation, la rassegna all’insegna dell’innovazione dedicata alla GenZ, e del Giffoni Dream Team, la community di talenti under 30 selezionati dalle maggiori università italiane e internazionali pronti a mettersi in gioco e ad ampliare le proprie competenze confrontandosi con i manager di grandi aziende, personalità di spicco del mondo della scienza, della cultura, della politica e delle associazioni.

Le istituzioni, come consueto, sono ospiti di Giffoni: annunciati Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania (19 luglio), Giancarlo Giorgetti, ministro dell’Economia e delle Finanze, il cardinale Matteo Maria Zuppi, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Andrea Abodi, ministro dello Sport e dei Giovani; ancora Elly Schlein, Giuseppe Conte e Nicola Fratoianni, con cui affrontare un discorso sull’Europa.

Le parole finali sono affidate all’ideatore e fondatore di Giffoni, Claudio Gubitosi per cui: “con l’esperienza e le relazioni il tempo d’attesa non è stato perduto (afferma, riferendosi alle difficoltà che quest’anno hanno incontrato per la produzione del Festival, ndr): credo il nostro programma possa dare l’esatto stile dello sforzo enorme, compiuto in un anno che ricorderemo nella storia delle nostre attività. Non ci resta che abbassare le luci per poco, per poi riaccenderle il 19 luglio: questa impresa, che sembrava impossibile, a Giffoni è stata possibile. Quello che sembrava così distante era solo un’illusione”. Riflettendo, infatti, sul tema dell’edizione, Gubitosi domanda: “Cosa significa sentirsi distanti? E cosa vuol dire ritrovarsi vicini? Oggi intraprendiamo un nuovo percorso finalizzato a interrogarci su una tematica profonda e di grande attualità che, sono certo, stimolerà la sensibilità, la passione e la creatività non solo dei nostri juror, ma dei tanti ospiti che come di consueto animeranno Giffoni nei giorni del Festival. Questo è stato un anno particolarmente difficile, per i motivi che tutti conoscono, ma Giffoni non si è mai fermato, né ha mai pensato, neppure per un istante, di privare la sua community e il suo territorio di un appuntamento che non è un semplice festival del cinema, ma un vero e proprio hub culturale in grado di mettere in circolo e in dialogo idee, energie, innovazione e, al tempo stesso, di incentivare il confronto. Sarà un’edizione straordinaria, che ancora una volta non deluderà. Un’edizione carica di emozioni, che dimostrerà ulteriormente la forza e l’autorevolezza di Giffoni, un brand ormai conosciuto e amato in tutto il mondo, grazie al quale la Campania consolida e amplifica  la sua visibilità nei circuiti turistici italiani e internazionali”.

La Regione Campania è il principale partner di Giffoni, il progetto ha ricevuto il riconoscimento dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

autore
09 Luglio 2024

Giffoni 2024

Giffoni 2024

Gianni De Blasi tra il cinico nonno Diego Abatantuono e lo spirito del cinema europeo

L’intervista al regista esordiente de L’ultima settimana di settembre, titolo d’apertura di #Giffoni54, protagonista un nonno vedovo sull’orlo del suicidio e un nipote adolescente, appena orfano: un road movie, che riscrive il loro destino. Il film, dal romanzo di Lorenzo Licalzi, è co-sceneggiato con Pippo Mezzapesa

Giffoni 2024

‘La bicicletta di Bartali’ in Concorso a Giffoni, con la voce di Tullio Solenghi

L’animazione, in competizione nella sezione Elements +10, nasce da un’idea di Israel Cesare Moscati, ed esce nelle sale italiane il 1 agosto 2024 distribuita da Lynx Multimedia Factory. La canzone di chiusura è scritta e interpretata dall’artista israeliana Noa

Giffoni 2024

Giffoni Film Festival 2024

Dal 19 al 28 luglio la 54sima edizione del festival tra proiezioni, anteprime, incontri con celebrità e dibattiti su temi cruciali.

Giffoni 2024

‘Gormiti – The New Era’, première mondiale al Giffoni Film Festival

L’edizione #54 della rassegna di cinema per ragazzi ospiterà sabato 20 luglio la proiezione in esclusiva del primo episodio della serie, preceduta dalla masterclass di Iginio Straffi, fondatore di Rainbow


Ultimi aggiornamenti