‘Cinémaville’, architettura e cinema al MAXXI di Roma

Dal 26 giugno al 24 luglio, la rassegna realizzata da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI nell’ambito di Estate al MAXXI 2024 porta sul grande le più iconiche e affascinanti dimore della storia del cinema

‘Cinémaville’, architettura e cinema al MAXXI di Roma

Dal 26 giugno al 24 luglio, Fondazione Cinema per Roma e MAXXI realizzeranno Cinémaville, una rassegna cinematografica nell’ambito di Estate al MAXXI 2024. Le proiezioni, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili, si terranno nell’Auditorium del MAXXI a partire dalle ore 21.

Il ciclo – che si svolgerà in occasione della mostra Ambienti 1956-2010. Environments by Women Artists II, in programma al MAXXI fino al prossimo 20 ottobre – si comporrà di quattro film in cui l’architettura diventa protagonista, portando sul grande schermo alcune fra le più iconiche e affascinanti dimore della storia del cinema.

La programmazione sarà inaugurata, mercoledì 26 giugno, da Il castello errante di Howl, scritto e diretto da Hayao Miyazaki, prodotto dallo Studio Ghibli e candidato all’Oscar come Miglior film d’animazione. L’opera del maestro giapponese, presentata in concorso alla 61ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, è uno dei capolavori dell’animazione contemporanea: al centro della narrazione, la misteriosa residenza del mago Howl, un castello in grado di spostarsi da un posto all’altro, prodigio meccanico al cui interno si mescolano elementi gotici, barocchi, vittoriani e fantastici.

Mercoledì 10 luglio, si terrà la proiezione di Io sono l’amore di Luca Guadagnino, presentato in anteprima alla Mostra di Venezia nella sezione Orizzonti e, successivamente, nei maggiori festival internazionali, da Berlino a Toronto fino al Sundance. Il regista siciliano racconta la storia della famiglia Recchi in una Milano monumentale, imponente ed elegante in cui spicca Villa Necchi Campiglio, progettata dell’architetto Piero Portaluppi, splendido esempio di architettura razionalista e art déco.

Martedì 16 luglio il pubblico potrà assistere a Il disprezzo, capolavoro del cineasta francese Jean-Luc Godard, ambientato in una location d’eccezione, Villa Malaparte, situata nell’estremità orientale dell’isola di Capri: l’edificio progettato da Adalberto Libera, meraviglioso esempio di integrazione tra modernità e ambiente naturale, fornisce una straordinaria scenografia per la fine dell’amore fra Emilia, interpretata da Brigitte Bardot, e suo marito Paolo, l’attore Michel Piccoli.

La rassegna si chiuderà, mercoledì 24 luglio, con la proiezione de Il grande Lebowski, uno dei film più applauditi dei fratelli Joel ed Ethan Coen. Elegia d’una marginalità di gran classe, la storia di Jeffrey ‘Dude’ Lebowski, magistralmente interpretato da Jeff Bridges, si svolge nella Los Angeles dei primi anni Novanta. Fra i luoghi più spettacolari del film, la villa del produttore cinematografico Jackie Treehorn (Ben Gazzara): si tratta della Sheats–Goldstein Residence, disegnata e costruita dall’architetto statunitense John Lautner.

Prima di ciascun film, sarà proiettato il cortometraggio Una settimana di Buster Keaton. Nel primo capolavoro realizzato dal maestro statunitense, due novelli sposi ricevono in dono una casa mobile da costruire, ma un ex-pretendente della ragazza cambia tutti i numeri presenti sulle casse dei materiali da assemblare. Il risultato è una parodia irresistibile, uno dei migliori corti della storia del cinema.

Le proiezioni si terranno nell’Auditorium del MAXXI (via Guido Reni 4a, Roma). L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti disponibili. (gp)

autore
20 Giugno 2024

Rassegne

Rassegne

Lucky Red e Circuito Cinema annunciano la rassegna dedicata ai nuovi autori

Si intitolerà "Buona la Prima" ed esplorerà in cinque uscite in sala le nuove proposte del cinema contemporaneo

Rassegne

‘Cannes a Roma Mon Amour’, la presentazione a Palazzo Farnese

Il meglio del Festival in anteprima in quattro cinema della capitale, dal 24 al 30 giugno.

Rassegne

Summer Fest 2024, a Roma la rassegna di cinema cinese

L’ottava edizione sarà ospitata giovedì 27 giugno all'interno del festival di Villa Lazzaroni. Quindi toccherà le più importanti città italiane, e si concluderà nel mese di dicembre 2024

Rassegne

‘Fare Cinema’, al via la rassegna di cinema italiano a Madrid

La settima edizione in programma all'Istituto Italiano di Cultura della capitale spagnola si è aperta con Rapito di Marco Bellocchio e due cortometraggi: In quanto a noi di Simone Massi e The Meatseller, di Margherita Giusti


Ultimi aggiornamenti