Ciné n.13, PIPERFILM debutta tenuta a battesimo da Paolo Sorrentino

"Comincia qui la nostra avventura: grazie a Netflix, che avrà la prima finestra dopo l'uscita in sala”, queste tra le prime parole di Massimiliano Orfei sul palco di Riccione, presentando il progetto della neonata struttura audiovisiva, che distribuirà anche il prossimo film di Gabriele Mainetti

Ciné n.13, PIPERFILM debutta tenuta a battesimo da Paolo Sorrentino

RICCIONE – Le immagini di Parthenope e la musica live di Valerio Piccolo, che voce e chitarra canta si’ arrivata pure tu, introducono Massimiliano Orfei, al vertice di PIPERFILM, neonata struttura audiovisiva di distribuzione, “aperta alla produzione”.

Per il debutto di PIPERFILM una sorpresa “sul palco” di Riccione: Paolo Sorrentino in collegamento, che racconta la storia della Parthenope del film, “una donna bella e misteriosa come la città in cui sono vissuto, Napoli”. E così Celeste Dalla Porta, la protagonista, viene accolta da Orfei, dal vivo: “è un’esperienza che mi ha cambiata, è stato il mio esordio e farlo con Paolo è stato grandioso, incredibile”. Orfei riferisce che il film “a Cannes, a 24 ore dall’apertura del mercato, è andato sold out nel mondo”. L’intervento di Sorrentino continua spiegando che “l’autobiografia non è solo ciò che si è vissuto ma ciò che l’autore di un film ha sognato, immaginato, pensato. Nei protagonisti ci sono anche io, camuffato. È un film sulla bellezza vertiginosa dell’essere stato giovane, che significa anche volare; ai giovani, il film dice quanto sia bella, stupida e irripetibile la gioventù”. Orfei annuncia che si parta con delle “anteprime a mezzanotte” dal 19 settembre, poi uscirà il 24 ottobre.

PIPERFILM, a questo punto, si presenta ufficialmente, nella sua veste estetica: graficamente, su fondo blu, danza una cascata di stelline dorate che assumono man mano la forma di un aeroplano, logo che si colloca sotto il nome della società, sulle note di Starman di David Bowie.

“Comincia qui la nostra avventura: grazie a Netflix, che avrà la prima finestra dopo l’uscita in sala. Poi, altro partner di riferimento è Warner – Discovery. Stiamo anche lavorando con McCann, forse il più grande gruppo di comunicazione. Ringrazio anche Guido Brera e il suo gruppo Be Water, uno dei nostri finanziatori: c’è un DNA comune, di sfida e fiducia nel talento. Ringrazio anche Mario Lorini, Luigi Lonigro e Benedetto Habib. Siamo di fronte a una grande scommessa: il mercato sta affrontato una trasformazione difficile, tendiamo a essere vittima dell’incertezza, e invece il futuro bisogna prenderselo, con scommessa nelle proprie capacità, con parola chiave il coraggio. In questo momento la nostra industria ha possibilità enormi. È un’operazione che vuole aggiungere e non togliere, c’è spazio. Il nostro sarà un atteggiamento di collaborazione, siamo aperti al mondo della produzione. Io uso il termine ‘competizione cooperativa’: nessuno vince da solo; è un cantiere, stiamo lavorando, e a Sorrento 2024 vi mostreremo il listino completo, ma alcune cose stasera vi restituiranno il nostro segno. Noi lavoreremo con i grandi maestri, ma non mancheranno le scommesse sugli esordi e sulla commedia, che torni a essere architrave della nostra industria”.

Con queste parole si conclude il debutto in società di PIPERFILM che, con un rullo su grande schermo, annuncia la distribuzione di 30 notti con la mia ex di Guido Chiesa; L’infinito, opera prima da regista di Umberto Contarello, scritta con Sorrentino; Dove osano le cicogne di Fausto Brizzi con Angelo Pintus; Diva futura di Giulia Louise Steigerwalt con Pietro Castellitto nel ruolo di Riccardo Schicchi, e del nuovo film di Gabriele Mainetti, con Sabrina Ferilli.

 

autore
03 Luglio 2024

Ciné 2024

Ciné 2024

Anec, la seconda edizione di LED – Leader Esercenti Donne

Presentate le allieve e le mentori del progetto per la crescita e la valorizzazione delle professioniste dell’esercizio cinematografico

play
Ciné 2024

Eagle Pictures. Nei prossimi mesi con ‘Il gladiatore 2’ e ‘Metropolis’

Un secondo semestre cinematografico assai ricco e sfidante

play
Ciné 2024

I Wonder Pictures. Tutti pronti a ‘The Substance’?

Continua il periodo magico della distribuzione italiana che ad inizio ha portato nelle nostre sale 'La zona d'interesse'

play
Ciné 2024

Fandango. Tennis che passione, e non solo

Porterà sul grande schermo il documentario dedicato a Ilie Nastase


Ultimi aggiornamenti