Addio a Bill Cobbs, il guardiano di ‘Una notte al museo’

L'attore statunitense aveva 90 anni. L’uomo-orologio di ‘Mister Hula Hoop’ è stato un grande caratterista con ruoli chiave sul grande e piccolo schermo. Ha collaborato anche con John Landis, Martin Scorsese e Francis Ford Coppola.

Addio a Bill Cobbs, il guardiano di ‘Una notte al museo’

L’attore statunitense Bill Cobbs, caratterista che ha avuto ruoli chiave in film come Mister Hula Hoop, La costa del sole e Una notte al museo, è morto all’età di 90 anni per cause naturali nella sua casa di Riverside, in California. L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla famiglia sui social e la notizia è stata confermata dal suo agente Chuck I. Jones a ‘The Hollywood Reporter’, ‘Variety’ e ‘Deadline’.

Nato come Wilbert Francisco Cobbs, detto Bill, a Cleveland, nello stato dello Ohio, 16 giugno 1934, l’attore eccelleva sia nella commedia che nel dramma: ha interpretato il manager Devaney di Whitney Houston in Guardia del corpo (1992), il fratello maggiore di Medgar Evers in L’agguato – Ghosts from the Past (1996) di Rob Reiner, un pianista jazz in Music Graffiti (1996) di Tom Hanks e il Maestro Stagnino, costruttore del Boscaiolo di Latta, in Il grande e potente Oz (2013) di Sam Raimi.

Bill Cobbs ha ottenuto grande notorietà con Una notte al museo (2006) di Shawn Levy, dove interpretava Reginald, il guardiano del Museo di storia naturale di New York, recitando al fianco di Ben Stiller, Dick Van Dyke, Mickey Rooney e Robin Williams. Cobbs ha ripreso il ruolo nel terzo capitolo della saga Notte al museo – Il segreto del faraone (2014).

In Mister Hula Hoop (1994) di Joel Coen, Cobbs ha interpretato Moses, il mistico uomo-orologio la cui capacità di fermare il tempo arriva non troppo presto per Norville Barnes (Tim Robbins). Ha anche interpretato il saggio allenatore che inserisce un cane che gioca a basket nella formazione dei Timberwolves in Air Bud – Campione a quattro zampe (1997). In La costa del sole (2002) di John Sayles, Cobbs fornisce una bussola morale nei panni di un medico che si sforza di salvare il suo quartiere sul mare della Florida dai costruttori. (In precedenza, l’attore e il regista avevano lavorato insieme nella commedia fantascientifica del 1984 Fratello di un altro pianeta).

Dopo essersi diplomato alla East Tech High School di Cleveland, Cobbs ha prestato servizio per otto anni nella U.S. Air Force, dove ha sperimentato la stand-up comedy. Ha lavorato per l’Ibm e venduto automobili prima di recitare per la prima volta sul palco nel 1969 nel musical anti-apartheid Lost in the Stars alla Karamu House, nella sua città natale. Continuò a recitare in teatro, ottenendo un ruolo anche in Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Nel 1971 si unì alla Negro Ensemble Company di New York, lavorando con artisti del calibro di Ruby Dee, Adolph Caesar e Moses Gunn.

Il suo debutto sul grande schermo avvenne nel 1974 con Il colpo della metropolitana di John Sargent. Il curriculum cinematografico di Cobbs comprende ruoli da caratterista in Una poltrona per due (1983) di John Landis (1983), Cotton Club (1984) di Francis Ford Coppola, Il colore dei soldi (1986) di Martin Scorsese, Insieme per forza (1991) di John Badham, New Jack City (1991), Demolition Man (1993), L’ultimo regalo (2006), The Funeral Party (2009), Zampa e la magia del Natale (2010), Natale a Palm Springs (2014).

Secondo il database Imdb, Cobbs ha recitato in 195 tra film e telefilm. In televisione è apparso in numerosi episodi di popolari serie come Un giustiziere a New York, Spencer, Avvocati a Los Angeles, La legge di Bird, E.R. – Medici in prima linea, Walker Texas Ranger, I Soprano, Il tocco di un angelo, Prima o poi divorzio! e CSI: Scena del crimine. (gp)

 

autore
27 Giugno 2024

farewell

farewell

Addio a James Sikking, tenente di ‘Hill Street giorno e notte’

L'attore statunitense aveva 90 anni. Tra i numerosi ruoli sul grande schermo, quelli del Capitano Styles in Star Trek III - Alla ricerca di Spock (1984) e del direttore Fbi ne Il rapporto Pelican

farewell

Shannen Doherty, morta a 53 anni la star di ‘Beverly Hills 90210’

L'attrice era malata di cancro dal 2015. Recentemente aveva raccontato della sua malattia in un podcast

farewell

Morta Shelley Duvall, l’attrice di ‘Shining’ aveva 75 anni

Leggendaria nel film di Stanley Kubrick, recitò anche in sette pellicole dirette da Robert Altman. È venuta a mancare nel sonno nella sua casa in Texas

farewell

È scomparso Benji Gregory, ex baby star della serie ‘ALF’

Era Brian Tanner nella sitcom tv di successo negli Anni ’80: aveva 46 anni e l’annuncio della morte è stato diffuso dalla sorella, che parla di “colpo di calore”


Ultimi aggiornamenti