AAMOD, nominato il nuovo CDA. Vincenzo Vita confermato presidente

Su quattro new entry nel nuovo Consiglio di Amministrazione tre sono donne, tutte personalità di rilievo nel panorama culturale e accademico italiano

AAMOD, nominato il nuovo CDA. Vincenzo Vita confermato presidente

L’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) ha annunciato l’insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione, composto da personalità di rilievo nel panorama culturale e accademico italiano

Il nuovo CDA è stato costituito con l’obiettivo di rafforzare e ampliare il ruolo dell’AAMOD come custode della memoria storica e strumento di diffusione della cultura democratica e dei diritti dei lavoratori.

 

I componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione sono:

Vincenzo Vita, Presidente (riconfermato per il quarto mandato)

Matteo Angelici, Consigliere (del CDA uscente)

Aurora Palandrani, Consigliere (del CDA uscente)

Ilaria Fraioli, Consigliere (montatrice cinematografica)

Teresa Numerico, Consigliere (docente dell’Università Roma Tre)

Giacomo Ravesi, Consigliere (docente dell’Università Roma Tre)

Rossana Rummo, Consigliere (ex dirigente del Ministero della cultura)

È stato anche riconfermato l’organismo esecutivo, composto da Matteo Angelici, Aurora Palandrani e Luca Ricciardi, e il responsabile dell’amministrazione Stefano Cirone.

 

L’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, fondato nel 1979, è un’istituzione di rilevanza nazionale e internazionale, impegnata nella raccolta, conservazione e valorizzazione del patrimonio audiovisivo relativo alla storia del movimento operaio e democratico in Italia e nel mondo. La missione dell’AAMOD è quella di preservare la memoria storica attraverso film, documentari, fotografie e registrazioni sonore che raccontano le lotte, i sacrifici e le conquiste dei lavoratori e delle lavoratrici.

Nel corso degli anni, l’AAMOD ha svolto un ruolo fondamentale nella diffusione della cultura storica e politica, collaborando con istituzioni educative, enti locali, associazioni culturali e sindacali, e mettendo a disposizione del pubblico un vasto archivio di materiali di grande valore storico e sociale. Tra le sue attività, l’AAMOD organizza mostre, proiezioni, convegni e ricerche, contribuendo alla promozione di una coscienza storica e democratica.

Il nuovo CDA, guidato dal riconfermato presidente Vincenzo Vita, si impegna a proseguire e ampliare le attività dell’Archivio, con particolare attenzione all’innovazione tecnologica e alla digitalizzazione del patrimonio audiovisivo, per renderlo sempre più accessibile e fruibile da un pubblico vasto e diversificato. “È un onore poter continuare a contribuire alla tutela e alla diffusione di una parte così importante della nostra storia collettiva,” ha dichiarato Vita. “Lavoreremo con dedizione per garantire che le future generazioni possano conoscere e trarre ispirazione dalle esperienze e dalle lotte del passato.”

Con il nuovo Consiglio di Amministrazione, l’AAMOD conferma il suo impegno nella promozione dei valori democratici e dei diritti dei lavoratori, rinnovando la sua missione di testimonianza e diffusione della storia e della cultura del movimento operaio e democratico. (gp)

 

 

autore
27 Giugno 2024

Archivi

Archivi

Charlie Chaplin, all’asta l’archivio con copioni, lettere e fotografie

Assemblato dall'amico Max Reinhardt, editore dell'autobiografia del grande attore, viene stimato e offerto per circa 35.000 - 58.000 euro

play
Archivi

UnArchive Found Footage Fest, seconda edizione. Cinecittà presente con tre titoli

Torna per la sua seconda edizione UnArchive Found Footage Fest, a Roma dal 28 maggio al 2 giugno 2024. Ideato e prodotto dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico ETS in collaborazione con Archivio Luce - Cinecittà

Archivi

UnArchive Found Footage Fest, apre Sergei Loznitsa

Il regista ucraino presenterà il suo The Kiev Trial nella seconda edizione del festival sul riuso delle immagini d'archivio ideato e prodotto dall’AAMOD in collaborazione con Archivio Luce Cinecittà

Archivi

Notte degli Archivi 2023, un evento sul riuso dei materiali d’archivio

Il 9 giugno 2023 a Firenze, 5 archivi cinematografici ed audiovisivi, tra cui l'Archivio Luce si riuniscono per dar luogo ad un evento, in occasione della “Notte degli Archivi”. Tra gli ospiti anche Roland Sejko con il corto L'entrata in guerra


Ultimi aggiornamenti